laRegione
09.01.22 - 17:13
Aggiornamento: 18:26

 Woodstock perde uno dei suoi padri, è morto Michael Lang

L’impresario che, insieme a tre amici, organizzò il festival che passò alla storia della musica, si è spento a 77 anni per via di un cancro

Ats, a cura de laRegione
woodstock-perde-uno-dei-suoi-padri-e-morto-michael-lang
Keystone

Addio a un mito della musica: Michael Lang, l’impresario che nel 1969 con tre amici organizzò il festival di Woodstock, è morto di cancro in un ospedale di New York.

Lang, che aveva 77 anni, era apparso in pubblico l’ultima volta per i 50 anni del leggendario raduno “a base di pace e musica” (condite di sesso, droga e una pioggia torrenziale) che definì una generazione e cambiò per sempre la storia della musica. L’impresario aveva tentato di organizzare un nuovo maxiconcerto nei giorni del 50esimo anniversario, ma l’evento era stato cancellato dopo vari tentativi.

Impossibile replicare la magia di quei giorni: dal 16 al 18 agosto del 1969 nel campo di proprietà di Max Yasgur a Bethel, nello Stato di New York, una lineup che includeva una trentina di band e artisti tra cui i Grateful Dead, gli Who, Santana, Janis Joplin, Joan Baez, Jimi Hendrix, Joe Cocker, Crosby Still Nash and Young e i Jefferson Airplane divenne il simbolo di un’era di contestazioni e profondi cambiamenti nella società.

L’impresario aveva cominciato a promuovere concerti alla fine degli anni Sessanta: il primo festival da lui organizzato era stato nel 1968 a Miami (Florida, Usa) con Hendrix, Frank Zappa e John Lee Hooker. Per Woodstock, lui e i tre amici John Rosenman, Artie Kornfeld e John Roberts pensavano a un raduno da 50’000 persone: ne arrivarono 500’000 che si trovarono di fatto senza alcun supporto, senza cibo né acqua e sostegno medico. Poteva essere un disastro e invece si creò un mito.

Senza lo stesso successo Lang tentò di ripetere l’exploit nel 1999 ma l’evento per 400’000 persone fu segnato da episodi di violenza e vandalismo che lasciarono l’amaro in bocca, ponendo una ipoteca sul revival del 2019: il festival, programmato a Watkins Glen (New York, Usa), a due ore di macchina dalla fattoria di Yasgur, fu cancellato nonostante un cartellone che includeva Jay-Z, Miley Cyrus e Dead and Company a causa del ritiro dei finanziatori e l’impossibilità per Lang di ottenere dalle autorità locali i necessari permessi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Società
4 ore
A New York la palma di città più cara al mondo
La Grande Mela soffia il primato (durato un anno) a Tel Aviv, che scivola sul terzo gradino del podio, preceduta anche da Singapore
Società
7 ore
A come... abbronzatissimi. Anzi no: lo dice Tik Tok
Allarme per incidenza record di cancro alla pelle in Australia, e il social network censura sfide e video... roventi
Microcosmi/Microcinema
13 ore
Il cinema, la Valle, la Finlandia
Storie di architettura al Cine-Teatro Blenio, dove s’incontrano Giampiero Cima, Alvar Aalto e Aki Kaurismaki
Spettacoli
15 ore
Per i Guns N’ Roses solo rose, niente pistole
La popolare band fa causa a un negozio di armi online reo, a suo dire, di averne plagiato il nome
Culture
1 gior
Addio a Vittorio Barino
Regista di teatro e di televisione, legato tanto al dialetto quanto alla lingua italiana, è morto all’età di 87 anni. Il ricordo di Flavio Sala
Spettacoli
1 gior
Lugano applaude Umberto Tozzi, una canzone è per sempre
Tutte le strade portano sempre a ‘Gloria’, alla quale il ‘Gloria Forever Tour’ è dedicato: canti di gruppo e, alla fine, Palacongressi in piedi
Scienze
1 gior
Ecco cosa causa le eruzioni esplosive di Etna e Stromboli
I due vulcani, generalmente di tipo effusivo, a volte manifestano eventi esplosivi a causa di nanocristalli che rendono il magma denso e causano bolle
Spettacoli
1 gior
Un premio ‘negativo’ per l’emiro del Qatar
Il festival dell’umorismo di Arosa ha assegnato il ‘Pupazzo di neve dell’anno 2022’ a Tamim bin Hamad Al Thani per il suo disprezzo per i diritti umani
Spettacoli
1 gior
È morto Brad William Henke, star di ‘Orange Is the New Black’
L’attore è morto nel sonno a 56 anni per cause ancora non rese note. Suo il ruolo dell’agente Piscatella nella serie Netflix e quello di Bram in ‘Lost’
Spettacoli
1 gior
La battaglia di Arbedo tra donne e Cabaret
Mercoledì al Sociale PonteatriAmo rivisita lo scontro di 600 anni fa tra milanesi e confederati, sul copione inconfondibile di Renato Agostinetti
© Regiopress, All rights reserved