laRegione
Cinema
26.10.21 - 18:01
Aggiornamento: 18:20

Sono 55mila i film on demand proposti in Svizzera

Più di 21mila acquistati, quasi 24mila noleggiati e circa 9’500 proiettati su servizi di abbonamento e streaming. Sono i dati del 2019 in Svizzera

Ats, a cura de laRegione
sono-55mila-i-film-on-demand-proposti-in-svizzera
In particolare film americani (47%) ed europei (29%) - foto: Keystone

Le prime cifre riguardo l’offerta di film e le preferenze della popolazione sono state pubblicate dalla Confederazione. Secondo una rilevazione dell’Ufficio federale di statistica (Ust), nel 2019 in Svizzera sono stati proposti oltre 55mila film su piattaforme video su richiesta (video on demand, VoD). Sulle piattaforme video su richiesta i film possono essere acquistati, noleggiati o visualizzati tramite servizi in abbonamento e streaming (SVoD – Subscription Video on Demand). Più di 21mila quelli acquistati, quasi 24mila i noleggiati e circa 9’500 quelli proiettati su servizi di abbonamento e streaming nel 2019. A essere presenti sono in particolare film americani (47%) ed europei (29%). I più visti sono soprattutto i primi (81%). Per quanto riguarda i film svizzeri, prevale la SVoD con il 5%, la cui quota, rispetto alle visualizzazioni totali di servizi in abbonamento, è stata nettamente inferiore all’1%, precisa l’Ust.

Nel cinema, invece, la scena audiovisiva ha assunto una forma diversa: i film americani erano la metà a occupare il grande schermo (27%), mentre le produzioni svizzere hanno costituito il 15% dell’offerta cinematografica. Nel 2019, solo un terzo dei film sulle piattaforme VoD è stato proiettato nei cinema svizzeri. Questi hanno però generato un consumo molto alto sulle piattaforme con l’83% di acquisti e l’80% dei noleggi. Inferiore invece la quota di film visti in SVoD, che è pari al 52%.

“Nella statistica del film e del cinema viene fatta la distinzione tra i generi fiction, documentari e film di animazione”, precisa ancora l’Ust. Un altro punto evidenziato dal sondaggio è che gli svizzeri hanno apprezzato molto i contenuti di animazione. Pur rappresentando solo il 4-5% dell’offerta VoD, hanno generato il 16% degli acquisti, il 12% dei noleggi e l’8% delle visualizzazioni tramite servizi di abbonamento e streaming. Popolarità confermata nei cinema.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Arte
2 ore
Le risonanze emotive del colore in Augusto Giacometti
Il Museo Ciäsa Granda di Stampa dedica una mostra al pittore indagatore di cromie quasi astratte ante litteram. Fino al 20 ottobre
Spettacoli
6 ore
L’ex beatle Ringo Starr ha il Covid-19: tournée cancellata
Il cantante si trova in Nord America con il gruppo rock fondato nel 1989 i cui componenti cambiano a seconda della disponibilità degli artisti
Cinema
7 ore
James Bond e il cinema, la morte può attendere
Il 5 ottobre di sessant’anni fa l’esordio cinematografico del personaggio più longevo della storia del cinema. Ancora si cerca il successore di Craig
Scienze
7 ore
Una tarma ha nella saliva gli enzimi che sciolgono la plastica
La Galleria mellonella, nota anche come camola del miele, riesce a degradare il polietilene tramite due proteine individuate da un team italo-spagnolo
Scienze
11 ore
Epilessia, alla base forse una iper-comunicazione cerebrale
Uno studio dell’Università di Padova evidenzia la correlazione con i livelli di integrazione fra più aree del cervello
L’intervista
16 ore
Un’altra indagine per Maurizio De Giovanni
Grazie al Caffè Gambrinus della sua Napoli, oggi abbiamo un bancario in meno e un grande giallista in più: venerdì 7 ottobre si racconta a Manno
Società
1 gior
Dagli scout alla lotta operaia: storia orale dell’Mgp
Un volume appena pubblicato raccoglie testimonianze e destini del Movimento giovanile progressista
Società
1 gior
Multa da un milione di dollari per Kim Kardashian
La star dei reality sanzionata per non aver rivelato il suo compenso per un post su Instagram in cui reclamizzava una società di criptovaluta
Fotografia
1 gior
È morto il fotografo che fece di Marilyn Monroe una leggenda
Douglas Kirkland aveva ritratto più di seicento celebrità. Era nato in Canada nel 1934 e sua è la foto che ritrae l’attrice con indosso solo un lenzuolo
Culture
1 gior
Il Nobel per la medicina all’archeologo del Dna
Premiato Svante Pääbo per le sue scoperte sul genoma degli ominidi. Il 67enne ha aperto un nuovo campo di ricerca
© Regiopress, All rights reserved