laRegione
le-fotografie-di-villi-hermann-alla-fondazione-donetta
Karachi (Pakistan), Cinema e venditori ambulanti, 1991
11.11.21 - 17:04

Le fotografie di Villi Hermann alla Fondazione Donetta

Dal 14 novembre in mostra alla Casa Rotonda di Casserio le fotografie in bianco e nero, scattate tra il 1970 e il 2010, del cineasta ticinese

Il cinema di Villi Hermann lo conosciamo bene, come regista (‘San Gottardo’, ‘Innocenza’ e ‘Matlosa’, giusto per fare qualche titolo, senza dimenticare documentari come ‘CHoisir à vingt ans’) e come produttore ad esempio di ‘Sinestesia’ di Erik Bernasconi, ‘Cronofobia’ di Francesco Rizzi o ‘Atlas’ di Niccolò Castelli. Ma c’è un Villi Hermann (parzialmente) inedito: il fotografo che, a ottant’anni festeggiati lo scorso maggio, si concede la prima mostra personale a Casserio in Val di Blenio, nella Casa Rotonda che ospita la Fondazione Archivio Roberto Donetta.

La fotografia è sempre stata importante per Villi Hermann, fin da quando studiava – prima di passare al cinema diplomandosi alla London Film School nel 1969 – alla Scuola d’arte di Lucerna e poi a Krefeld in Germania. Senza dimenticare i vari documentari dedicati a importanti fotografi svizzeri come Gotthard Schuh.

La mostra – inaugurazione sabato 13 novembre alle 16 – è curata da Antonio Mariotti e presenta una selezione di scatti in bianco e nero realizzati tra il 1970 e il 2010. L’esposizione è accompagnata da un catalogo con testi di Alberto Nessi, Antonio Mariotti e dello stesso Hermann e si apre con tre serie di “immagini di viaggio” che conducono il visitatore in Pakistan, Cina e Indonesia. Prosegue poi con tre reportage realizzati alcuni decenni fa in Malcantone e a Chiasso confluiti di recente in altrettanti cortometraggi nei quali le foto vengono fatte “rivivere” digitalmente.

La mostra si potrà visitare fino al 24 aprile ogni sabato e domenica dalle 14 alle 17 oppure su appuntamento. Informazioni: www.archiviodonetta.ch.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fotografia roberto donetta villi hermann
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
Sulla Croisette
5 min
Quello che il cinema può raccontare
‘Rebel’ dei belgi Adil El Arbi e Bilall Fallah sconvolge. Chiudono ‘Showing up’ di Kelly Reichardt  e ‘Un petit frère’ di Leonor Serraille, convincendo.
Spettacoli
34 min
‘Sbalorditivo’ il concerto virtuale degli Abbatar
Promossa dai media britannici la reunion londinese Abba Voyage della band svedese
Culture
5 ore
Addio ad Antonio Pelli, voce della ‘Domenica popolare’
Si è spento all’età di 73 anni, 33 dei quali trascorsi tra l’informazione e l’intrattenimento, rigorosamente radiofonico
Spettacoli
13 ore
È morto il batterista degli Yes Alan White
Lo annunciano su Twitter la famiglia e la band. White ha fatto parte del gruppo progressive rock britannico per quasi quarant’anni
La recensione
16 ore
La ‘Danger zone’ di Top Gun
Al netto di piccole, inevitabili sbavature, ‘Top Gun: Maverick’ è un sequel divertente e spettacolare. Anche la nostalgia per gli anni Ottanta è benvenuta
Musica
23 ore
Depeche Mode in lutto: è morto il tastierista Andy Fletcher
Fondatore insieme a Martin Gore e David Gahan della band synth pop britannica, aveva sessant’anni. L’annuncio sui canali ufficiali della band britannica
Sulla croisette
1 gior
Cannes, Elvis e gli altri
Quello di Luhrmann su Elvis Presley è un biopic non sempre convincente; straordinario è ‘Tori e Lokita’ dei fratelli Dardenne; delude Claire Denis
Arte
1 gior
Mario Comensoli, c’erano una volta gli uomini in blu
Per i cent’anni dell’artista, lo Spazio Officina ospita, dal 29 maggio al 24 luglio 2022, le opere dedicate agli immigrati italiani
Naufraghi.ch
1 gior
Il massimo di diversità nel minimo spazio
‘Un Occidente prigioniero’, due saggi di Milan Kundera appena riuniti in volume da Adelphi
Spettacoli
1 gior
È morto l’attore Ray Liotta
Recitò in ‘Quei bravi ragazzi’ di Scorsese e molti altri film. Prossimo alle nozze, sarebbe deceduto nel sonno nella Repubblica Dominicana
© Regiopress, All rights reserved