laRegione
11.11.21 - 17:04

Le fotografie di Villi Hermann alla Fondazione Donetta

Dal 14 novembre in mostra alla Casa Rotonda di Casserio le fotografie in bianco e nero, scattate tra il 1970 e il 2010, del cineasta ticinese

di Ivo Silvestro
le-fotografie-di-villi-hermann-alla-fondazione-donetta
Karachi (Pakistan), Cinema e venditori ambulanti, 1991

Il cinema di Villi Hermann lo conosciamo bene, come regista (‘San Gottardo’, ‘Innocenza’ e ‘Matlosa’, giusto per fare qualche titolo, senza dimenticare documentari come ‘CHoisir à vingt ans’) e come produttore ad esempio di ‘Sinestesia’ di Erik Bernasconi, ‘Cronofobia’ di Francesco Rizzi o ‘Atlas’ di Niccolò Castelli. Ma c’è un Villi Hermann (parzialmente) inedito: il fotografo che, a ottant’anni festeggiati lo scorso maggio, si concede la prima mostra personale a Casserio in Val di Blenio, nella Casa Rotonda che ospita la Fondazione Archivio Roberto Donetta.

La fotografia è sempre stata importante per Villi Hermann, fin da quando studiava – prima di passare al cinema diplomandosi alla London Film School nel 1969 – alla Scuola d’arte di Lucerna e poi a Krefeld in Germania. Senza dimenticare i vari documentari dedicati a importanti fotografi svizzeri come Gotthard Schuh.

La mostra – inaugurazione sabato 13 novembre alle 16 – è curata da Antonio Mariotti e presenta una selezione di scatti in bianco e nero realizzati tra il 1970 e il 2010. L’esposizione è accompagnata da un catalogo con testi di Alberto Nessi, Antonio Mariotti e dello stesso Hermann e si apre con tre serie di “immagini di viaggio” che conducono il visitatore in Pakistan, Cina e Indonesia. Prosegue poi con tre reportage realizzati alcuni decenni fa in Malcantone e a Chiasso confluiti di recente in altrettanti cortometraggi nei quali le foto vengono fatte “rivivere” digitalmente.

La mostra si potrà visitare fino al 24 aprile ogni sabato e domenica dalle 14 alle 17 oppure su appuntamento. Informazioni: www.archiviodonetta.ch.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Culture
L’intervista
7 ore
Marco Paolini, contro la solitudine doppiamente ‘Sani!’
Nel disequilibrio generale, il maestro del teatro di narrazione porta in scena un’iniezione di fiducia: giovedì 2 e venerdì 3 febbraio al Teatro Sociale.
Scienze
19 ore
Long Covid, ecco perché affiora la stanchezza cronica
Scoperto il meccanismo che la provocherebbe in una persona su tre: il deficit di un aminoacido prodotto naturalmente dall’organismo
La recensione
20 ore
Ricco e colto, buzzurro ma sensibile: ‘Quasi amici’!
A Chiasso, il Cinema Teatro applaude a ogni cambio di scena Paolo ‘Driss’ Ruffini e Massimo ‘Filippo’ Ghini, nell’adattamento teatrale del film francese
Musica
1 gior
Addio a Tom Verlaine, frontman dei Television
Chitarrista e cantante, pioniere della scena punk degli anni 70, si è spento a Manhattan dopo breve malattia.
Scienze
1 gior
Non tutti sono prede facili: c’è fagiano e fagiano
Uno studio condotto in Gran Bretagna ha permesso di evidenziare significative differenze di memoria tra un esemplare e l’altro
L’intervista
2 gior
Si alza forte ‘Il suono della guerra’
Un imponente resoconto di come la musica possa scendere in trincea e il conflitto possa ‘comporre’ musica: con Carlo Piccardi tra le pagine del suo libro
SALUTE
2 gior
L’Irb e gli anticorpi che ‘placcano’ il coronavirus
Agiscono sulle parti che non mutano, aprendo nuove prospettive non solo contro il Covid
Otium
2 gior
John Basset Trumper, l’intervista; Rosetta Loy, il ricordo
Incontro con il linguista gallese, che ha applicato fonetica e linguistica alle inchieste giudiziarie. E un ritratto della scrittrice, morta nel 2022
Scienze
3 gior
L’uomo ha danneggiato l’Amazzonia più di quanto temuto sinora
La foresta amazzonica, costantemente minacciata dall’attività umana, ha già perso il 20% della sua superficie dall’inizio della colonizzazione europea
Culture
3 gior
Il furto della memoria
A colloquio con Renato Sarti, attore, drammaturgo e regista, che tanto ha indagato sugli orrori della Seconda guerra mondiale
© Regiopress, All rights reserved