laRegione
14.11.22 - 10:36
Aggiornamento: 16:14

Ottobre col vento in poppa per i convogli ‘targati’ Tilo

Oltre settantamila passeggeri sui treni regionali: è record. Ampiamente superati i livelli pre-pandemici

ottobre-col-vento-in-poppa-per-i-convogli-targati-tilo
Ti-Press
A ottobre il 18% in più rispetto allo stesso periodo del 2021

Da marzo 2022 il numero di passeggeri Tilo è in costante e forte crescita. Dopo la fine dell’orario dei cantieri estivi, messo in atto per eseguire importanti lavori infrastrutturali sulla rete ferroviaria ticinese, il numero dei passeggeri giornalieri Tilo ha superato ampiamente i livelli pre-pandemici del 2019. In ottobre, infatti, quotidianamente più di 70’000 persone hanno scelto di muoversi con i treni regionali Tilo, un numero di viaggiatori mai raggiunto finora. Si tratta di un aumento del 18% circa rispetto all’ottobre del 2019, anno di riferimento in quanto nel 2020 e 2021 il traffico era fortemente diminuito a causa della pandemia.

Nei primi mesi di quest’anno erano ancora in vigore restrizioni sanitarie e il numero dei passeggeri Tilo si attestava al di sotto dei numeri pre-pandemici del 2019. Tuttavia, a partire da marzo 2022 vi è stato un graduale ritorno alla normalità. Infatti, con l’allentamento e subito dopo con la completa eliminazione delle misure sanitarie dovute alla pandemia di Covid-19, sempre più passeggeri hanno deciso di tornare a viaggiare con i treni Tilo. Ad aprile si è registrato un primo forte aumento di passeggeri, con una tendenza confermata anche durante l’estate grazie al forte afflusso di turisti provenienti sia da nord che da sud.

Da fine agosto 2022, con la fine dell’orario dei cantieri estivi e in concomitanza con la ripresa delle attività scolastiche ed economiche, il numero di passeggeri è aumentato considerevolmente: vi è stato un forte aumento su tutte le linee. A ottobre, con oltre 70’000 viaggiatori durante i giorni feriali, vi è stato un incremento del 18% circa dei passeggeri rispetto a ottobre 2019, quando erano 59’500.

Le linee più gettonate

Attualmente la linea ferroviaria Tilo più frequentata è la Re80 che dal 2021, con l’apertura della Galleria di base del Ceneri, collega ogni trenta minuti la città di Locarno a Lugano e Chiasso e ogni ora a Milano Centrale. Su questa linea il 60% dei passeggeri sale in una stazione in territorio svizzero, mentre il 40% in una lombarda. In particolare, risulta molto frequentato il collegamento con Milano Centrale da parte di turisti provenienti con i treni Ffs della lunga percorrenza dalla Svizzera interna e che alla stazione di Lugano cambiano treno, usufruendo del collegamento Re80 con destinazione la capitale lombarda rispettivamente con la coincidenza pure nel percorso inverso, da Milano Centrale in direzione nord.

Anche la linea Tilo S10 che unisce Biasca a Como San Giovanni conta un buon numero di passeggeri. In particolare, questa linea è apprezzata per il collegamento Bellinzona-Lugano, effettuato in soli 18 minuti, e sulla tratta Lugano-Mendrisio.

Il numero di passeggeri transfrontalieri che utilizzano la Fmv, Ferrovia Mendrisio-Varese, è pure in costante crescita. Le linee transfrontaliere Tilo S40 e S50 sono ben frequentate, soprattutto nelle ore di punta. In particolare, il collegamento Tilo S50 in direzione di Malpensa registra una forte affluenza anche nei mesi estivi, in concomitanza con le vacanze scolastiche e aziendali.

L’Orario 2022

Da poco più di un anno in Ticino vi è stato un considerevole miglioramento di tutte le catene di trasporto ‘da porta a porta’, frutto delle scelte politiche cantonali che hanno intensificato non solo il trasporto ferroviario ma anche il trasporto pubblico su gomma, con frequenze più elevate nelle linee locali che servono in modo capillare il territorio e, tra altre destinazioni, anche le stazioni ferroviarie Ffs. Questo contribuisce a sfruttare il potenziale degli importanti investimenti sull’infrastruttura ferroviaria ticinese in anni recenti, come ad esempio l’inaugurazione della Fmv, la costruzione della Galleria di base del Ceneri e il rinnovo di stazioni e fermate. L’introduzione dell’Orario Ceneri, in particolare, ha reso ancora più attrattivo il trasporto su rotaia, dimezzando i tempi di percorrenza tra alcuni importanti centri del Cantone Ticino.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
3 ore
Riprendono i lavori sulla A2 tra Lamone e Gentilino
In collina velocità limitata a 80 km/h, mentre allo svincolo di Lugano Nord si viaggia a 100 km/h
Bellinzonese
3 ore
Thriller poliziesco ambientato al Carnevale di Bellinzona
Nella Turrita sono in corso le riprese di ‘Alter Ego’, una serie Tv diretta da Erik Bernasconi e Robert Ralston, che andrà in onda sulla Rsi a fine anno
Luganese
5 ore
Condannato per aver truffato tre anziane del Luganese
Pena parzialmente sospesa per un 27enne reo confesso. Tra i nove tentativi di ‘falso nipote’ messi in atto nel settembre 2022, sei sono stati sventati
Locarnese
7 ore
Una nuova direzione per lo sviluppo del PalaCinema
Migliorare le sinergie tra gli inquilini, promuovere attività culturali e formative nel campo della settima arte le sfide che attendono il nuovo direttore
Luganese
8 ore
Blackout nel Luganese, quasi un’ora senza corrente
La causa è stata un guasto alla rete nazionale Swissgrid.
Ticino
9 ore
Attività invernali e fauna selvatica: prove di... convivenza
Quattro regole per non violare le ‘zone di tranquillità’: con ‘Rispetto è protezione – Sport sulla neve e rispetto’ Nature-Loisirs sbarca in Ticino
Mendrisiotto
9 ore
Ecco i pasti pronti che scaldano il cuore
L’associazione Lì&Là si occupa di fornire pranzi e cene alle famiglie con figli ospedalizzati. Un’idea nata dall’esperienza personale di Sveva
Bellinzonese
9 ore
A Bellinzona un centinaio di abitanti in più dal Luganese
Considerando arrivi e partenze, dai dati sulla popolazione emerge un saldo positivo (di circa 50 unità) pure da Locarnese, Tre Valli e Mendrisiotto
Gallery
Locarnese
12 ore
In Parlamento per promuovere il diritto all’accessibilità
Marco Altomare, 29enne di Losone, soffre di una malattia genetica rara. Ma questo non gli impedisce di tentare la carta del Gran Consiglio
Mendrisiotto
12 ore
La politica momò, tra municipali che vanno e che vengono
A Morbio Inferiore Fabio Agustoni lascia il gruppo Morbio 2030, ma resta come indipendente. Altra novità a Mendrisio, stavolta nel Centro
© Regiopress, All rights reserved