laRegione
23.09.22 - 13:30
Aggiornamento: 17:33

Rifiuti urbani da gennaio un po’ meno cari

Diminuzione in vista per i costi di smaltimento, che dal 1° gennaio si fisseranno in 140 franchi a tonnellata (contro gli attuali 150)

rifiuti-urbani-da-gennaio-un-po-meno-cari
Da gennaio costerà meno

Si profila un abbassamento generalizzato della tassa sul sacco nei Comuni ticinesi. Il Consiglio di Stato, su proposta del Dipartimento del territorio (Dt), ha infatti deciso per una riduzione dei costi di smaltimento dei rifiuti solidi urbani eliminati dall’Azienda cantonale dei rifiuti (Acr), a partire dal 1° gennaio: 140 franchi a tonnellata anziché gli attuali 150 (Iva esclusa).

Nei Comuni ticinesi, a partire dal prossimo anno, la tassa sul quantitativo per gli Rsu subirà quindi una flessione di 5 centesimi in quanto i Municipi potranno fissare gli importi entro un minimo di 0,85 e un massimo di 1,15 franchi per ogni sacco da 35 litri (corrispondenti a 0,17 e 0,23 franchi al kg nei Comuni con la tassa sul peso). Per i sacchi di altre volumetrie gli importi andranno adattati in maniera direttamente proporzionale.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
52 min
Delitto Emmenbrücke, il presunto colpevole resta in carcere
Richiesti altri tre mesi di carcerazione preventiva per l’uomo sospettato di aver assassinato la 29enne di Losone nel luglio 2021. C’è anche la perizia
Ticino
52 min
‘Hanno distrutto la vita di mio padre 87enne. E la giustizia?’
Cede dei terreni a due figlie, ma per la terza ‘è un raggiro, non era in grado di capire’. Quando la fragilità della terza età è sfruttata dai famigliari
Mendrisiotto
9 ore
Tra l’Alabama e il Ticino
L’economista della Supsi Spartaco Greppi commenta la strategia economica prospettata da Ticino Manufacturing dopo l’adesione al salario minimo
Ticino
9 ore
Ancora alcuni posti liberi per la giornata sul servizio pubblico
Giovani a confronto. La manifestazione si svolgerà a Bellinzona l’8 ottobre
Ticino
9 ore
Jaquinta Defilippi e Quattropani dichiarano fedeltà alle leggi
Dopo la loro elezione a magistrati da parte del Gran Consiglio. Lei procuratrice pubblica, lui pretore di Leventina
Ticino
11 ore
Un ottobre da... radar
Tutti i punti osservati speciali dalla Polizia cantonale della settimana fra il 3 e il 9 ottobre: occhio alla velocità
Bellinzonese
11 ore
Camorino, servono 2,5 milioni in più per il Centro polivalente
Il Consiglio di Stato chiede un credito suppletorio ai già stanziati 11 milioni: ‘Necessario aumentare le superfici degli alloggi’ per richiedenti l’asilo
Luganese
11 ore
Lugano, disavanzo di 5,3 milioni nel Preventivo 2023
Dato positivo, ma da relativizzare, spiega Foletti, considerando il nuovo sistema di calcolo. Moltiplicatore d’imposta: si propone di lasciarlo al 77%
Ticino
12 ore
‘Serve una lista forte’, Mirante critica la direzione Ps
Per l’esponente socialista la proposta di lista che la direzione presenterà al Congresso del 13 novembre si basa su un ragionamento ‘fallace a azzardato’
Locarnese
12 ore
Locarno, licenziato l’agente dei presunti atti d’esibizionismo
L’esecutivo cittadino ha comunicato in giornata la decisione presa. Il poliziotto, dal canto tuo, ricorrerà al Consiglio di Stato
© Regiopress, All rights reserved