laRegione
19.08.22 - 18:46
Aggiornamento: 19:40

Pedibus, tra sicurezza ed ecologia

A oggi in Ticino oltre 1’300 bambini usufruiscono dei percorsi ufficiali, all’insegna di una mobilità sostenibile e più green

di Andrea Antonini
pedibus-tra-sicurezza-ed-ecologia
Ti-Press
Avanti

Un bus ma a piedi, che segue un percorso con più fermate fino ad arrivare a scuola. È Pedibus, iniziativa che mira a garantire la sicurezza dei bambini sul tragitto casa-scuola. I piccoli vengono infatti accompagnati a scuola, a piedi, da un adulto. A sottolineare l’importanza dell’iniziativa, nell’imminenza della ripresa delle lezioni, è Caterina Bassoli, coordinatrice di Pedibus Ticino.

Come affrontare al meglio il percorso

Pedibus, progetto avviato più di vent’anni fa in Svizzera romanda e introdotto nel 2015 anche nel nostro cantone, è promosso dall’Associazione traffico e ambiente. I bambini si riuniscono alla fermata più vicina al loro domicilio e aspettano l’adulto che li accompagnerà nel tragitto verso la scuola. «Il progetto presenta molti vantaggi – sottolinea Bassoli –. Permette ai bambini, ad esempio, di prendere confidenza con la strada e di fare una scelta, quella di muoversi a piedi, che fa bene sia all’ambiente che alla loro salute. Inoltre consente ai genitori di fare dei turni in modo da aiutarsi a vicenda e venire incontro alle rispettive esigenze. A oggi solo in Ticino sono presenti più di cento linee Pedibus con più di 1’300 bambini. E questi sono solo i percorsi ufficiali di coloro che si sono annunciati sul sito. Tanti altri sono quelli indipendenti. Segno che le persone capiscono l’utilità del progetto». Secondo uno studio del 2017 commissionato da Ata, coloro che decidono di aderire a questa iniziativa saranno poi più propensi a fare scelte ecosostenibili soprattutto a livello di mobilità. Un’iniziativa che guarda al futuro, un futuro un po’ più green, con bambini che oggi grazie a Pedibus vengono stimolati a fare una scelta di mobilità appunto sostenibile.

Pedibus è anche un’iniziativa sociale molto importante dopo il periodo di lockdown. «Visto che viene affrontato in gruppo, il percorso casa-scuola permette ai bambini di creare fra di loro dei legami, e anche i genitori imparano a collaborare tra di loro e quindi a conoscersi meglio», rileva la coordinatrice del progetto. Non solo. Nel 2018 è nato il progetto ‘Pedibus intergenerazionale’, per il quale Ata collabora con il Cantone e Pro Senectute: progetto che coinvolge, sempre a titolo volontario, persone già in pensione, così che possano sentirsi utili e mantenersi attive.

Iscrizione e materiale

Sul sito di Pedibus Ticino (https://pedibus.ch) si può registrare il proprio percorso, in modo che sia visibile anche ad altre persone che vogliono partecipare con i loro piccoli. Appare una cartina interattiva in cui sono indicati i vari percorsi e la persona di riferimento per ognuno di essi. A coloro che si iscrivono viene dato gratuitamente del materiale per la sicurezza di bambini e adulti, come ad esempio i cartelli per indicare i vari punti di ritrovo e i relativi orari. Cartelli che rendono attenti gli automobilisti alla presenza di bambini sulla strada. Nel materiale fornito ci sono anche dei fogli, che possono essere stampati, in cui è possibile indicare i vari turni per i genitori e i nomi dei bambini per ogni fermata. «Un progetto che si sta ampliando sempre di più, ma che può e deve continuare a coinvolgere adulti e bambini, per tutelare la loro sicurezza e il loro futuro», auspica Bassoli.

In collaborazione con Pedibus, Ata, Pro Velo Ticino e La Lanterna Magica sono state inoltre organizzate tre serate di ‘ciclo cinema’: un cinema che funziona pedalando da fermi, ovvero si pedala per generare l’energia necessaria a riprodurre il film. Le tre tappe saranno domani in Capriasca, a Cagiallo, alle 20.30; domenica allo stesso orario in Val Verzasca, a Sonogno; e lunedì sera alle 20.30 in Piazza Lago a Caslano.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery
Locarnese
5 ore
La Colonna Alpina di Soccorso ha una nuova casa
Cerimonia di inaugurazione stamane a Riazzino per la sede del Cas Locarno: il coronamento di un progetto nato nel 2020
Gallery
Ticino
5 ore
I Verdi liberali: ‘Almeno due deputati in Gran Consiglio’
Elezioni cantonali 2023, il Pvl Ticino presenta la lista per il governo e il programma. Parlamento, fiducioso l’ex presidente Mobiglia: è la volta buona
Mendrisiotto
13 ore
Morbio Inferiore, si accende la discussione sul moltiplicatore
Il Municipio propone due punti in meno. La minoranza della Gestione: ‘scelte mirate senza scivolare in tentazioni propagandistiche’. Ultima parola al Cc
Locarnese
13 ore
Tegna, l’ultimo grido del presidente: ‘Salviamo il campo!’
Marco Titocci ha firmato da solo il rapporto di minoranza commissionale sul messaggio con le varianti di Pr nel comparto Maggia-Melezza
Luganese
13 ore
Un laghetto di Muzzano sempre più... “nature”
Intervento in vista per la riva nord-est, prosegue il programma di valorizzazione avviato vent’anni fa
Mendrisiotto
23 ore
Evasione fiscale in un locale a luci rosse di Chiasso
Le prime indicazioni parlano di diversi milioni di franchi non dichiarati. Sequestrato materiale informatico.
Ticino
23 ore
‘In Gendarmeria mancano effettivi’
Gli agenti affiliati all’Ocst chiedono le necessarie risorse affinché la Cantonale possa operare in modo adeguato. Il sindacato ha ora due copresidenti
Locarnese
1 gior
Locarno, arrestata la vittima del pestaggio in Rotonda
Il 26enne dello Sri Lanka è stato trasferito in Ticino su ordine della Procura. Per lui, che nega ogni addebito, si ipotizza l’accusa di tentato omicidio
Ticino
1 gior
Amalia Mirante è pronta per presentare ‘Avanti’
Questo il nome che l’ex esponente del Partito socialista ha scelto per il suo ‘movimento’. I contenuti verranno presentati lunedì
Ticino
1 gior
Fra le caselle dell’avvento occhio a non aprir quella dei radar
L’elenco delle località dove settimana prossima verranno eseguiti controlli
© Regiopress, All rights reserved