laRegione
23.05.22 - 17:29

Un convegno sul consumo eccessivo di alcol

Il Dipartimento sanità e socialità, Ingrado, Ticino Addiction e Radix promuovono una conferenza sui rischi del bere troppo

un-convegno-sul-consumo-eccessivo-di-alcol
Ti-Press
Domani a Cadempino

Un calice di vino e una birretta vanno bene, ma quando si esagera possono esserci conseguenze negative. Domani 24 maggio, in occasione della Giornata cantonale dei problemi legati all’alcol, il Dipartimento sanità e socialità e Ingrado, in collaborazione con Ticino Addiction e Radix Svizzera italiana, organizzano un convegno sul tema del consumo problematico. Un evento che si inserisce nell’ambito del Programma d’azione cantonale ‘Prevenzione alcol, tabacco e prodotti affini’ 2021-2024.

Quando è eccessivo o non appropriato, scrive il Dss in una nota diffusa questo pomeriggio, il consumo di alcol può avere degli effetti "anche gravi per la salute e per la società. Insieme al fumo, rappresenta un importante fattore di rischio associato alle malattie non trasmissibili. Ed è inoltre causa di numerosi incidenti stradali". A livello svizzero, afferma ancora il Dss, "si stima che circa 300mila abbiano una dipendenza da alcol e una persona su tre abbia all’interno della propria cerchia familiare almeno una persona con un consumo problematico di alcol".

Il convegno, in programma domani, per "approfondire la questione del ‘quanto è troppo’ dal punto di vista culturale, sociale, clinico e di salute pubblica rispetto ai comportamenti riguardo al consumo di alcol, e riflettere sull’adeguatezza delle raccomandazioni attuali alla luce delle più recenti ricerche scientifiche". La conferenza, che avrà luogo dalle 13.30 alle 17.30 al Centro eventi di Cadempino "è rivolta a medici, psicologi e psicoterapeuti, operatori sociali e socio-sanitari, che si occupano direttamente o indirettamente del problema dell’alcol".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Grigioni
52 min
La strada della Calanca riaperta già oggi alle 16
Lo ha deciso l’Ufficio tecnico cantonale: ultimati prima del previsto i lavori di sgombero e di parziale ripristino
Luganese
1 ora
Lugano, 1’330 firme contro l’aumento di gas ed elettricità
L’Mps consegna la petizione e chiede di bloccare il rialzo dei costi dei beni di prima necessità, che colpisce le famiglie con redditi bassi e medi
Locarnese
6 ore
Si (ri)alza forte, la Vos da Locarno
Lo storico coro cerca il rilancio dopo un periodo difficile dovuto in particolare alla pandemia, che ne ha dimezzato gli effettivi. ‘Ma l’entusiasmo c’è’
Ticino
11 ore
Un ‘audit’ cantonale per i diritti umani
Domani all’Usi si discuterà di come fare per migliorarne il rispetto anche a livello locale. Tra gli ospiti anche la ginevrina Léa Winter
Luganese
11 ore
Lugano, l’appello: ‘La bici è la mia compagna, ritrovatemela’
La storia di Chiara e della sua e-bike, rubata alla Stazione Ffs e rivenduta. ‘La Polizia mi ha detto di dimenticarmela ma io non mi arrendo’.
Grigioni
18 ore
Parco Calanca avanti tutta: il sì dell’associazione alla Charta
L’assemblea dei delegati ha votato all’unanimità lo strumento pianificatorio. Il 29 gennaio parola alla popolazione. Se avallato, il dossier andrà a Coira
Luganese
19 ore
Massagno, si è spento Paolo Grandi
Aveva 82 anni. Promotore e presidente dell’associazione Carlo Cattaneo, fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
Mendrisiotto
20 ore
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
21 ore
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
21 ore
Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città
Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
© Regiopress, All rights reserved