laRegione
12.05.22 - 16:23

Assorbenti gratis a scuola, la Giso: ‘Il governo non risponde’

Dopo la decisione del Nazionale, la Gioventù socialista: ‘Vuol dire che si può: dopo tre mesi la nostra richiesta di gratuità a scuola è ancora ferma’

assorbenti-gratis-a-scuola-la-giso-il-governo-non-risponde
Ti-Press
‘Occorre fare qualcosa’

In attesa della decisione del Consiglio degli Stati, la riduzione dell’Iva per assorbenti e tamponi dal 7,7% al 2,5% decisa dal Consiglio nazionale il 10 maggio è "un passo avanti verso la gratuità" secondo la Gioventù socialista ticinese, che in una nota "si ritiene soddisfatta per questa misura" perché è un segnale verso "la messa a disposizione di prodotti igienici gratuiti per tutte le persone con le mestruazioni".

Detto ciò, "non è abbastanza". Perché "le persone non devono pagare un prezzo per il proprio corpo e il suo funzionamento". E, spostandosi in Ticino da Berna, la cauta soddisfazione diventa delusione: "Con una lettera firmata dai comitati studenteschi e consegnata il 17 gennaio al Consiglio di Stato e una petizione forte di 1’628 firme consegnata alla cancelleria il 3 marzo, la Giso rivendica la messa a disposizione di prodotti igienici per le mestruazioni gratuiti nelle scuole pubbliche cantonali, quali medie e medie-superiori". Ebbene, "dopo oltre tre mesi non ci è ancora stata fornita una risposta. Come abbiamo potuto vedere dalla nuova misura approvata dal Consiglio nazionale, il tema dell’accesso ai prodotti igienici gratuiti è estremamente attuale. Alcuni paesi come la Svezia hanno già attuato un sistema simile; anche in Svizzera alcune università e politecnici sperimentano la messa a disposizione gratuita di assorbenti e tamponi. La nostra richiesta è attuabile, dunque ora tocca anche al Ticino". E quindi "la lettera e le firme consegnate necessitano una risposta al più presto".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
2 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
Locarnese
3 ore
Servizi culturali, pubblicato il nuovo bando per la Direzione
Locarno cerca una figura ‘in grado di ridisegnare coerentemente e in maniera funzionale ed efficace la struttura’, ed elaborarne la gestione ideale
Locarnese
4 ore
Pedofilo tra Ticino e Thailandia, chiesti 9 anni di carcere
Un 77enne del Sopraceneri è accusato di ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere per fatti compiuti tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
4 ore
Alessandra Genini nuova direttrice di Comundo a Bellinzona
È la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone
Mendrisiotto
5 ore
‘Le fermate Ffs di Mendrisio sono di serie B?’
Il Centro lo chiede al Municipio con un’interpellanza dopo che da mesi gli ascensori della stazione di San Martino sono fuori uso
Locarnese
5 ore
Traffico e spaccio di cocaina nel Locarnese: inchiesta chiusa
L’inchiesta ha permesso di determinare un traffico di droga tra l’Italia, il Ticino e altri cantoni della Svizzera interna
Bellinzonese
6 ore
Prato Leventina, campo da calcio distrutto: è denuncia
Lo ha fatto sapere il municipale Sergio Sartore dopo il grave atto di vandalismo avvenuto fra venerdì e sabato: ‘Mi piange il cuore’
Ticino
8 ore
Cadono le foglie, a Novaggio e Airolo cresce il Pedibus
Nate due nuove linee dell’iniziativa che incentiva la trasferta casa-scuola a piedi di bambini accompagnati e in compagnia
Locarnese
11 ore
Pila: ‘Niente funivia, niente tasse d’uso e consumo’
A chiederlo al Municipio è una raccolta firme sottoscritta da 90 proprietari di abitazioni e frequentatori della frazione centovallina. L’impianto è fermo
Bellinzonese
11 ore
Dalla paura nei rifugi alla motivazione negli spogliatoi dei Gdt
L’impegno della società turrita ha portato a offrire a giovani hockeisti ucraini l’opportunità di venire in Svizzera e giocare a Bellinzona
© Regiopress, All rights reserved