laRegione
02.12.21 - 16:13
Aggiornamento: 16:49

Pigioni ai massimi in Svizzera, stabili in Ticino

A novembre l’aumento medio è stato dello 0,2% a livello nazionale. A Lugano sono invece in lieve diminuzione (-0,6%)

Ats, a cura de laRegione
pigioni-ai-massimi-in-svizzera-stabili-in-ticino
Archivio Ti-Press

Zurigo – Affittare un alloggio in Svizzera non è mai stato così caro: nel mese di novembre le pigioni degli appartamenti nuovi o nuovamente affittati – si parla solo di quelle, non dei contratti in essere – sono aumentate dello 0,2% rispetto a ottobre e dell’1% su base annua.

Le variazioni sono calcolate sulla base di un indice elaborato dal portale di annunci immobiliare Homegate in collaborazione con la Zkb, la banca cantonale di Zurigo. Nel mese in rassegna il parametro si è attestato a 116,1 punti, salendo al massimo rilevato da quando viene calcolato, cioè dal 2009.

Il dato nazionale nasconde una realtà regionale assai stratificata. Il Ticino ricalca la tendenza generale (+0,2% mensile, +0,8% annuo), mentre i Grigioni mostrano progressioni ben più marcate (rispettivamente +2,5% e +5,8%). Zurigo segna +0,5% e +1,4%, mentre alcuni cantoni mettono a referto un calo.

A livello di città spiccano le diminuzioni di Zurigo (-0,9% e -0,5%) nonché Ginevra (-0,8% e -1,9%), mentre Lugano presenta una contrazione mensile dello 0,6% a cui fa da contraltare la progressione del 2,3% rispetto a novembre 2020. Coira non figura fra le singole città considerate.

Negli ultimi sei anni la curva dell’evoluzione degli affitti calcolati da Homegate appare sostanzialmente stabile a livello nazionale, con una lieve tendenza alla progressione negli ultimi mesi, mentre scende in Ticino, anche qui con leggero incremento nell’ultima parte. Nei sei anni precedenti i dati a sud delle Alpi, pur mostrando sbalzi, seguivano per contro la stessa tendenza di fondo di quelli svizzeri.

Le informazioni su Lugano sono disponibili solo da fine 2015 e illustrano pure una tendenza pluriennale verso il basso, interrotta però nell’ultimo anno. I Grigioni – con dati pure disponibili solo dal 2015 – presentano invece una crescita che si è ulteriormente accentuata negli ultimi mesi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
42 min
Lastminute, l’inchiesta si allarga anche alla ceo ad interim
Coinvolti ora nell’inchiesta anche altri ex e attuali dipendenti del rivenditore di viaggi e tempo libero online con sede a Chiasso
Locarnese
2 ore
Nodo viario di Ponte Brolla, le criticità discusse dai residenti
L’Associazione Quartiere Solduno-Ponte Brolla-Vattagne promuove un incontro con gli abitanti per fare il punto ai contestati progetti di Fart e Cantone
Luganese
2 ore
Una vita in Pretura: ‘La volontà di rendere giustizia’
Intervista a Franca Galfetti Soldini che dopo vent’anni (trentaquattro in totale) lascerà la guida della Sezione 3 della Pretura di Lugano
Gallery e video
Bellinzonese
4 ore
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
4 ore
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
13 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
Ticino
14 ore
La varesina Lara Comi ritorna a Bruxelles
Il dopo elezioni in Italia e gli effetti del ciclone Meloni
Ticino
14 ore
Al telescopio per ammirare Luna, Giove e Saturno
Riprendono le osservazioni astronomiche notturne alla Specola solare Ticinese. La prima venerdì 30
Mendrisiotto
14 ore
Un principe poco da favola di un regno di bugie
Chiesti 7 anni di carcere per il sedicente erede del re d’Etiopia, accusato di aver truffato tre imprenditori del Mendrisiotto per quasi 13 milioni
Ticino
16 ore
Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani
Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
© Regiopress, All rights reserved