laRegione
Covid-19
laR
 
20.01.21 - 19:03

‘La variante inglese potrebbe far esplodere i casi’

Il dottor Giorgio Merlani, medico cantonale, sulla futura incidenza della versione britannica sull’epidemiologia di coronavirus

di Generoso Chiaradonna
la-variante-inglese-potrebbe-far-esplodere-i-casi
Ti-Press
Il medico cantonale Giorgio Merlani

Dottor Merlani, perché preoccupano così tanto queste variazioni del virus? Si legge spesso che quella britannica è sì più contagiosa, ma non più pericolosa del coronavirus che causa il Covid-19.

Partiamo dal presupposto che la variante inglese non è meno pericolosa. Semplicemente non ci sono evidenze che lo sia di più. I dati che abbiamo per adesso sostanzialmente confermano che il decorso è lo stesso della ‘versione classica’. In Inghilterra si sono viste un po’ meno ospedalizzazione perché è circolato più tra i giovani, ma anche in Ticino la dinamica, con numeri più piccoli, è simile. Purtroppo, abbiamo già l'esperienza di persone a rischio per il coronavirus, ricoverate con la variante inglese, il cui decorso è stato come quello classico. Quindi in una situazione di pari virulenza, di pari complicazioni e letalità, avere una versione più contagiosa rischia di peggiorare rapidamente l’andamento epidemiologico e la situazione di affollamento negli ospedali che abbiamo conosciuto.

In questo momento la situazione epidemiologica sembra arretrare. Secondo l’Ufficio federale della sanità i casi di variante inglese sta raddoppiando di settimana in settimana. Addirittura, secondo un recente studio dello Chuv di Losanna, le variazioni del virus circolerebbero già dallo scorso ottobre. Come siamo messi in Ticino da questo punto di vista?

Lo studio ha preso in esame dei sequenziamenti del virus isolato e circa lo 0,5% di questi presentavano delle varianti 'preoccupanti’. In Inghilterra si è visto che da una quasi assenza della variante, in solo otto settimane si è arrivati al 30% dei casi individuati di Covid. Una sorta di evoluzione della specie e quella più contagiosa prende il sopravvento sulla prima.

Questa ipotese potrebbe mettere a rischio il piano vaccinale attualmente in corso?

Non si sa ancora, dipende. Diciamo che la risposta deve essere duplice. Dal punto vista logistico può essere un rischio perché se dovessimo avere tantissimi casi di persone malate, la distribuzione del vaccino verrebbe resa più difficile perché il personale sanitario che dobbiamo dedicare ai centri di vaccinazione dovrà essere messo di nuovo a disposizione del sistema sanitario.

E da quello dell’efficacia dei vaccini?

Per quello che riguarda l’efficacia della vaccinazione, allo stato attuale, tutti i dati che abbiamo mostrano che la vaccinazione copre anche le nuove varianti. Questo non vuol dire che sarà così in assoluto con eventuali altre varianti. Per ora non è dato di sapere cosa succederà.

Quindi dobbiamo attenderci una possibile esplosione di casi anche in Ticino?

In Inghilterra, con misure più restrittive di quelle che avevamo in Svizzera, c’è stato un aumento di casi con questa nuova variante che ha fatto aumentare il tasso di replicazione Rt di 0,4 punti percentuali. Se oggi abbiamo un Rt di 0,8, andremmo sopra l’1,2%. Invece di diminuire, i casi tornerebbero ad aumentare.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
4 min
Mafie in Ticino: ‘Tanti i progetti, ma sono davvero operativi?’
A chiederlo è il deputato Quadranti (Plr) sentito in audizione dalla commissione Giustizia e diritti in quanto non soddisfatto delle risposte del governo
Mendrisiotto
11 min
Aim di Mendrisio, crediti quadro più ‘trasparenti e oculati’
La Commissione della gestione richiama le Aziende sull’uso di questo strumento finanziario. E smagrisce l’investimento richiesto di quasi 2 milioni
Bellinzonese
33 min
Giardinieri multati a Bellinzona, ‘le regole sono chiare’
Consegna del verde agli ecocentri, il Municipio replica alle critiche e ammette però la presenza di eccezioni: ‘Solo se accompagnati dai proprietari’
Locarnese
56 min
Ginecologia e ostetricia, si valuta la collaborazione
Nel Locarnese approfondimenti in corso: nascite alla Carità e ginecologia operatoria alla Santa Chiara
Luganese
1 ora
Campo Marzio nord di Lugano, avviato l’iter senza variante di Pr
Polo turistico e congressuale: il Municipio chiede 306’000 franchi e la revoca della modifica pianificatoria votata dal Consiglio comunale nel 2017
Bellinzonese
1 ora
Pecore moribonde: ‘Chi avrebbe dovuto tutelare la loro salute?’
I Verdi (primo firmatario Marco Noi) interrogano il Consiglio di Stato in merito al gregge abbandonato a se stesso in zona diga del Lucendro
Luganese
5 ore
Usura e migranti: quattro arresti tra il Luganese e Zurigo
Sono sospettati di far parte di un sodalizio internazionale dedito da tempo al trasporto di clandestini provenienti dall’Italia e diretti nel Nord Europa
Locarnese
6 ore
Pedofilo tra Ticino e Thailandia, chiesti 9 anni di carcere
Un 77enne del Sopraceneri è accusato di ripetuti atti sessuali con fanciulli e con persone inette a resistere per fatti compiuti tra il 2000 e il 2021
Bellinzonese
7 ore
Alessandra Genini nuova direttrice di Comundo a Bellinzona
È la principale organizzazione non governativa svizzera di cooperazione allo sviluppo tramite l’interscambio di persone
Mendrisiotto
8 ore
‘Le fermate Ffs di Mendrisio sono di serie B?’
Il Centro lo chiede al Municipio con un’interpellanza dopo che da mesi gli ascensori della stazione di San Martino sono fuori uso
© Regiopress, All rights reserved