laRegione
13.11.20 - 18:46
Aggiornamento: 21:20

Prezzo stabile Efg, 'Gestione, quali le tue aspettative?'

Logistica magistratura, così il governo alla commissione che lo ha invitato a trattare con la banca un importo inferiore agli 80 milioni per l'acquisto dell'edificio

prezzo-stabile-efg-gestione-quali-le-tue-aspettative

Poche righe, con una richiesta. “Prima di prendere contatto con la dirigenza di Efg vi chiediamo cortesemente di informarci in merito alle vostre aspettative finanziarie e quindi di stabilire dei limiti alla contrattazione cui indirizzarci sia per quanto riguarda il prezzo di acquisto sia per quanto concerne l’indennizzo sul capitale (la lettera di intenti prevede il versamento da parte di Efg dell'1% sul pagamento parziale di 10 milioni di franchi su tre anni) auspicati dalla commissione”, così scrive il Consiglio di Stato alla commissione parlamentare della Gestione. Commissione che, in relazione al messaggio governativo sulla riorganizzazione logistica della magistratura, invita l'Esecutivo a riaprire le trattative con Efg Bank per cercare di rivedere al ribasso il prezzo, ora di 80 milioni di franchi, per l’acquisto a Lugano dello stabile della banca, l’imponente edificio in cui dovrebbe trovar sede parte delle autorità giudiziarie cantonali.

Un invito che la Gestione ha messo nero su bianco agli inizi del mese. Al governo la commissione chiede di “iniziare a verificare quali sono i margini di manovra per una rinegoziazione con Efg del prezzo del palazzo, delle condizioni di permanenza nello stabile della banca e dell’affitto che la banca sarà tenuta a versare durante il tempo della sua permanenza a seguito dell’eventuale acquisto”. Il tutto, aggiunge la Gestione nella lettera del 4 novembre indirizzata all’Esecutivo, “tenuto conto della disponibilità dei vertici della banca a riaprire una trattativa”. La risposta, interlocutoria, del Consiglio di Stato è datata 11 novembre. «Ne parleremo in commissione. Le ipotesi a questo punto - afferma il presidente della Gestione Matteo Quadranti (Plr), interpellato dalla ’Regione’ - mi sembrano due: o come commissione ci mettiamo a disposizione del governo per andare anche noi al tavolo delle trattative oppure vedremo di indicare delle cifre al Consiglio di Stato e poi sarà lui a discutere con la banca. Noi avevamo lasciato una certa libertà al governo vista la disponibilità a negoziare manifestata dai vertici della banca quando la Gestione li ha sentiti. Come ho già dichiarato, il messaggio del Consiglio di Stato così come impostato attualmente non otterrebbe luce verde dalla commissione. E l’intera Gestione è d’accordo con l’invito al governo a sedersi al tavolo con la banca per spuntare un prezzo inferiore agli 80 milioni oggetto del credito chiesto nel messaggio».

Nella lettera alla commissione parlamentare il governo non si esprime invece, almeno per ora, sulla proposta della maggioranza della Gestione di concentrare nell’edificio Efg ("In termini di prestigio lo stabile sarebbe all’altezza di ospitare una cittadella della Giustizia") non solo, come prospettato dal Consiglio di Stato, il Tribunale d’appello - inclusi quindi Tribunale penale cantonale e Corte d’appello e revisione penale (oggi a Locarno) -, la Pretura penale (adesso a Bellinzona) e l’Ufficio dei giudice dei provvedimenti coercitivi, ma anche il Ministero pubblico (compresi i magistrati attualmente operativi a Bellinzona). Anche la Procura dunque, che il messaggio governativo prevede invece di lasciare al Palazzo di giustizia, sempre a Lugano, una volta ristrutturato. "Per noi resta di fondo una certa perplessità sul fatto che le autorità giudiziarie che oggi sono a Locarno e a Bellinzona verrebbero portate a Lugano”, dichiarava, da noi contattato al termine della riunione commissionale del 3 novembre, il capogruppo del Ppd Maurizio Agustoni “Abbiamo sempre sostenuto la necessità di avere dei presidi dello Stato un po’ in tutte le regioni”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
A Tresa nasce un progetto di reinserimento sociale
Municipio e servizio sociale coinvolgono le aziende per creare opportunità di stage, lavori temporanei o di lunga durata per i giovani in assistenza
Ticino
5 ore
Formazione bilingue, studenti friburghesi nei licei ticinesi
Dopo i cantoni di Berna e Vaud, un nuovo progetto per rafforzare il plurilinguismo
Ticino
6 ore
Si torna a fare il pieno in Ticino
Prezzi benzina: dopo il taglio delle accise in Italia, i frontalieri, e non solo loro, riappaiono nei distributori al di qua del confine
Luganese
6 ore
Bioggio, scontro tra due auto alla rotonda
Un ferito leggero e ingenti danni materiali ai due veicoli coinvolti il bilancio del sinistro tra via Strada Regina e via Longa
Luganese
6 ore
Ricerca di persona sopra Caslano, operazione conclusa
Nelle ricognizioni era stata impegnata la Rega, intervenuta anche con un elicottero con termocamera e visore notturno
Grigioni
7 ore
Il Parco Val Calanca è realtà
Le assemblee comunali di Rossa, Calanca, Buseno e Santa Maria hanno detto di sì con rispettivamente il 100%, il 76%, il 90% e il 100% dei voti
Bellinzonese
8 ore
‘L’unico neo di una tre-giorni riuscita’
L’alterco della serata d’apertura non rovina i bagordi carnascialeschi di Cadenazzo. Bottinelli: ‘Pienone nella ‘replica’, andata liscia come l’olio’
Luganese
11 ore
Persona dispersa sul Monte Sassalto, sopra Caslano
Le operazioni di ricerca sono scattate nella serata di ieri. Impegnata la Rega, prima con il visore notturno e poi in volo a vista
Ticino
1 gior
‘Dovete osare, la possibilità di fare bene è concreta’
Le elezioni cantonali e il Congresso del Centro, il presidente Dadò sprona candidati e candidate a scendere in campo. Ovvero, a fare campagna
Ticino
1 gior
‘Approfondiremo il tema, ma così su due piedi sono scettico’
Speziali dice la sua sulla congiunzione delle liste con l’Udc per le ‘federali’. Per il presidente Plr: ‘Differenze piuttosto evidenti tra i due partiti’
© Regiopress, All rights reserved