laRegione
24.08.22 - 16:00
Aggiornamento: 18:16

Breggia, il 30 ottobre si vota sulle scuole

Ufficializzato il referendum, il Municipio fissa la data della consultazione popolare. Al vaglio gli investimenti per la materna e la mensa

breggia-il-30-ottobre-si-vota-sulle-scuole
Ti-Press
Quale strategia la spunterà?

Adesso è davvero ufficiale: il referendum lanciato da un gruppo di cittadini di Breggia è riuscito. Gli investimenti messi in cantiere dal Comune sul complesso scolastico di Lattecaldo si sono rivelati, infatti, un tema sensibile per molti. Raggiunto e superato largamente il quorum minimo di 222 firme – ne sono state raccolte 333 e ne sono risultate valide 324 –, la popolazione della valle sarà quindi chiamata a dire la sua la prossima domenica 30 ottobre. Alla prova del voto ci sono i 687mila franchi messi sul tavolo dal Municipio e avallati dalla maggioranza del Consiglio comunale per progettare l’ampliamento del comparto. Nei piani la costruzione di una nuova sede della scuola dell’infanzia e una mensa per le Elementari, tutto nel solco della scelta di concentrare i servizi appunto a Lattecaldo. Operazione in cui il Comune mostra di credere.

La linea politica di esecutivo e fronte Plr-Ppd è stata, dunque, messa in discussione: dentro le istituzioni da Sinistra e Verdi, fuori da una parte della comunità, come testimonia il consenso che si è coagulato attorno alla domanda di referendum. Il nodo gordiano non sta tanto nell’intenzione di ristrutturare l’edificio scolastico o di potenziare un servizio, bensì nei costi che Breggia si accinge ad assumersi. Tra i contrari, in effetti, prevale un approccio più prudente a fronte di un investimento, si motiva, "senza copertura finanziaria". Andare fino in fondo, fanno presente i referendisti, significa imbarcarsi in una operazione da oltre 4 milioni di franchi.

La controproposta nel piatto? Congelare il pacchetto comunale per qualche anno, dando la precedenza ad altre priorità e prendendo comunque in considerazione un consolidamento delle attività scolastiche ed extra scolastiche. Una strategia che, agli occhi dei promotori, dà modo di pensare altresì a un abbassamento del moltiplicatore, oggi al 95 per cento. L’ultima parola ora sarà alla cittadinanza.

Leggi anche:

A Breggia in 333 sono per il referendum sulle scuole

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
40 min
Imposta di circolazione, dietrofront del Consiglio di Stato
Nella seduta odierna il Governo ha deciso di ritirare i Decreti legislativi urgenti sull’applicazione dell’imposta di circolazione per l’anno 2023
Ticino
1 ora
In Ticino 1’403 nuovi contagi e 6 decessi
I posti letto occupati da pazienti covid sono 109. Quattro le persone che attualmente si trovano in cure intense
Video
Ticino
2 ore
Un lupo ripreso in un video mentre attraversa la strada a Bodio
Dopo l’avvistamento in Bassa Leventina scatta l’interrogazione al Consiglio di Stato di Sara Imelli (Centro). ‘I gridi d’allarme sono caduti nel vuoto’.
Luganese
2 ore
Lugano, domani l’accensione dell’albero di Natale
La Città ricorda il tradizionale appuntamento che si terrà a partire dalle 17.15 in Piazza della Riforma
Locarnese
2 ore
‘Caso La Palma’, condanna confermata e pena più severa
Per la Corte di appello e revisione penale fu omicidio intenzionale e non solo colposo. L’imputato dovrà scontare 18 anni e mezzo di carcere
Luganese
6 ore
Secondo sgombero ex Macello, c’è stata sproporzionalità
La Corte dei reclami penali ha accolto alcune contestazioni degli autogestiti in merito ai rilievi del Dna e alla raccolta delle impronte
Bellinzonese
8 ore
Nuova sede Ior a Bellinzona, approvato lo studio di fattibilità
Il Consiglio di fondazione lo sottoporrà ora all’Usi che lo invierà, con la richiesta di finanziamento federale, alla Segreteria di Stato per la ricerca
Mendrisiotto
9 ore
Basso Mendrisiotto, depositata una istanza di aggregazione
I tre promotori di Balerna alle intenzioni hanno fatto seguire i fatti. Ora avranno tre mesi di tempo per raccogliere 350 firme
Luganese
17 ore
Lugano, Lombardi: ‘Commissioni di quartiere da attivare’
Il municipale amareggiato per lo scarso interesse dimostrato nella consultazione sul Piano direttore comunale. ‘Coinvolgere resta importante’
Mendrisiotto
17 ore
Al Centro temporaneo per migranti si sente la pressione
Tornano a salire i numeri della struttura che, dopo Rancate, accoglie le persone destinate a essere riammesse in Italia
© Regiopress, All rights reserved