laRegione
25.08.21 - 05:30
Aggiornamento: 19:37

Tir in colonna verso Brogeda: per Chiasso 'triplice disagio'

Il Plr richiama l'attenzione su un problema che 'affligge la città' ed è legato alla prassi in uso alla dogana commerciale

tir-in-colonna-verso-brogeda-per-chiasso-triplice-disagio
Correva l'anno 2020, ma le cose non sono molto cambiate (Ti-Press)

Ormai fanno parte del paesaggio chiassese: lunghe colonne di Tir posteggiati accanto al tratto finale dell'autostrada in attesa di passare la dogana a Brogeda. Questa situazione, però, agli occhi di quattro consiglieri comunali del Plr, si protrae da troppo tempo e senza vedere una soluzione all'orizzonte. Con il risultato che la cittadina paga pegno, in termini ambientali e d'immagine, e i camionisti - in questa stagione col motore acceso per difendersi dal caldo - fanno anche un paio d'ore di anticamera, "più del doppio rispetto a quanto avvenisse in passato". Per Giovanni Pezzotti, Luca Bacciarini, Davide Capoferri e Daniele Godenzi, è tempo di mettere sul tavolo delle autorità cantonali o federali il problema. La richiesta al Municipio di Chiasso oggi ha al piglio dell'ufficialità.

'Non è solo questione di Covid'

Dove sono da ricercare, però, le ragioni di quello che i consiglieri del Plr non faticano a definire un "disservizio"? A detta delle autorità doganali, fanno notare nella loro interrogazione, "la causa principale a monte di questi ritardi sono le disposizioni anti-Covid-19 vigenti". Guardando ad altri valichi doganali commerciali del Paese e facendo un paragone, rilanciano, le norme legate alla pandemia "non giustificano il netto peggioramento" del servizio.

Brogeda e Stabio, pratiche di... carta

"Contrariamente a quello che suggeriscono le autorità doganali - scandiscono i rappresentanti del Plr -, dallo studio comparativo si può evincere che la ragione del problema è una mancanza di implementazione di tecnologie piuttosto allarmante. Segnatamente, le dogane commerciali di
Chiasso-Brogeda e Stabio sono praticamente le uniche sul suolo svizzero dove vi è ancora la necessità di esporre documenti redatti a mano e in sede per effettuare il passaggio doganale sia in entrata che in uscita".

Tre aspetti negativi

Le conseguenze di queste prassi, annotano ancora gli autori dell'interrogazione, sono sotto lo sguardo di tutti. "Questa spiacevole situazione - motivano - ha un triplice sviluppo negativo. In primo luogo, vi è un aumento esponenziale dell’inquinamento nella nostra regione. In seconda istanza, vi è un danneggiamento altresì esponenziale dell’immagine del nostro territorio. In ultima analisi, l’economia locale ne risente così come il benessere generale della nostra Chiasso".

Nessuno, fanno capire a chiare lettere, misconosce il ruolo che la dogana commerciale di Chiasso-Brogeda ha avuto negli anni per la cittadina. La storia locale, riconoscono, è "fortemente legata" a questa realtà che ha contribuito "incisivamente allo sviluppo socio-economico della città". In altre parole, ribadiscono, è stata fonte di ricchezza, orgoglio e prestigio. Il punto è che adesso, richiamano, è "molto spesso al centro di aspre critiche" e motivo di "disagi tangibili" che affliggono Chiasso, a cui serve una via d'uscita.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
49 min
Prima condanna in tribunale per il ‘caso targhe’
Inflitti 14 mesi con la condizionale all’ex funzionario della Sezione della circolazione, reo confesso
Locarnese
2 ore
Influenza aviaria in un cigno nel Locarnese
Si tratta del secondo caso in Svizzera dopo quello in un’azienda a Zurigo. Il virus si trasmette all’uomo solo in casi rari e per contatto stretto
Ticino
2 ore
Cantonali ’23, candidati del Forum alternativo nella lista Ps
L’assemblea del movimento ha deciso ‘di non voler essere l’ennesimo partitino di sinistra, ma di lavorare a un movimento eco-socialista’. Sirica: ‘Felice’
video
Bellinzonese
3 ore
Un amico della 19enne morta: ‘Aveva un grande problema’
Roveredo/Bellinzona, un testimone presente al rave party abusivo parla di ketamina e dice di aver invano proposto al gruppo di allertare l’ambulanza
Luganese
3 ore
A Grancia la Posta cambia sede e ‘vestito’
Inaugurati i nuovi spazi, centrali e accessibili. Obiettivo del Gigante giallo creare dei ‘veri e propri centri di servizi’
Ticino
3 ore
In Ticino oltre 35mila dosi di richiamo: cosa cambia a dicembre
Adeguato il dispositivo: vaccinazioni al solo Centro cantonale di Quartino il 2, 3, 9 e 16 dicembre 2022, negli studi medici e nelle farmacie disponibili
Locarnese
4 ore
Lionza, sbaglia la retromarcia e finisce sul fianco
Incidente della circolazione ieri notte, nelle alte Centovalli. Praticamente illesi gli occupanti del veicolo, adagiatosi ai lati della carreggiata
Bellinzonese
5 ore
È morta la 19enne lasciata in ospedale a Bellinzona
Il decesso ieri sera: dopo un rave party sopra Roveredo era stata portata al San Giovanni da quattro giovani allontanatisi in auto e poi identificati
Luganese
6 ore
Massagno, Ibsa si prepara a lasciare la storica sede
Sorta nel 1945, l’azienda si trasferirà definitivamente l’estate prossima. Suscita interesse e curiosità il futuro del vasto terreno che occupa.
Mendrisiotto
9 ore
A2 a sud, pronti a partire con uno studio di fattibilità
Il Cantone si fa carico di analizzare le due varianti proposte sullo spostamento del tracciato autostradale. La Crtm incontrerà i responsabili del Dt
© Regiopress, All rights reserved