laRegione
16.07.20 - 16:06

Chiasso, restrizioni per accedere al parco delle scuole

In un'interrogazione interpartitica al Municipio di evidenzia che una maggiore apertura aiuterebbe anche il lavoro degli operatori di strada

chiasso-restrizioni-per-accedere-al-parco-delle-scuole

Le restrizioni applicate al parco delle scuole di Chiasso, “un piccolo angolo verde in un quartiere familiare”, hanno attirato l'attenzione dei consiglieri comunali Antonia Boschetti, Denise Maranesi, Francesca Bernasconi Bedulli, Yuri Bedulli, Otto Stephani (Us-I Verdi), Claudio Schneeberger (Lega-Udc) e Davide De Donatis (Ppd). “Questo luogo è raramente frequentato – si legge nell'interrogazione inoltrata al Municipio di Chiasso – in quanto è soggetto a numerose regole e divieti che ne scoraggiano l'utilizzo”. Il parco, per esempio, “resta chiuso la domenica e giorni festivi, in periodo invernale chiude alle 18 e in estate alle 19”.

Dopo la discussione con gli operatori di strada attivi a Chiasso, è inoltre emerso che “anche nei momenti di apertura il parco risulta chiuso, costringendo i ragazzi a scavalcare il cancello”. Ad aumentare il sentimento di inaccessibilità, “è rimasto il cartello che segnala il divieto di entrarvi per via della pandemia Covid-19”. Un cartello, segnalano i consiglieri comunali, ancora presente il 6 luglio “malgrado l'apertura dei parchi sia avvenuta un mese prima”.

Oltre a domande in merito alla mancata rimozione del cartello e sugli orari di apertura, all'esecutivo viene ricordato che “dopo discussione con gli operatori di prossimità, è emerso che il parco è spesso argomento con i ragazzi i quali trovano ingiuste le restrizioni” e chiesto se non ritiene che con un parco accessibile ai più, “si verificherebbe una frequenza intergenerazionale e con ciò una sorte di sorveglianza specifica?”. Gli stessi operatori “si troverebbero nei pressi del parco in quanto raggiungono i ragazzi nei luoghi da loro frequentati”. Una presenza che potrà “avere effetti positivi sul comportamento dei ragazzi durante le ore di apertura del parco”.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Locarnese
13 min
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
Bellinzonese
1 ora
La casa Aranda di Giubiasco festeggia un’ultracentenaria
Erminia Addor di Cadenazzo mercoledì 7 dicembre ha superato la bella età di 102 anni attorniata dai familiari
Locarnese
2 ore
Centovalli, riaperta la strada
Dopo lo smottamento di martedì sera, i lavori di sgombero sono stati eseguiti e la tratta fra Camedo e il bivio di Palagnedra è di nuovo percorribile
Mendrisiotto
3 ore
Chiasso, per riaprire la piscina è urgente investire
La richiesta di credito ammonta a 582mila franchi e sarà votata il 19 dicembre. Verrà chiesto aiuto ai comuni convenzionati
Ticino
3 ore
In Ticino 1’483 nuovi contagi Covid e cinque decessi
I posti letto occupati da pazienti con Coronavirus sono 141, per un +23% rispetto alla scorsa settimana. Sei i pazienti che si trovano in cure intense
Luganese
12 ore
Viganello, restano grigie le facciate di Casa Alta
Trovato il compromesso, che prevede la rinuncia al tinteggio blu, dopo l’incontro tra Cantone, Città e presidente dell’assemblea dei proprietari
Grigioni
12 ore
A San Bernardino (e non solo) mercato immobiliare congelato
Dopo tre intensi anni di compravendite, oggi la forte domanda non trova più offerta. Vigne dell’Ente turistico: ‘Qui come nel resto del Moesano’
Bellinzonese
18 ore
Pedone investito sulle strisce a Bellinzona. Ferite serie
L’uomo è stato travolto da un’auto su un passaggio pedonale di viale Portone. Chiuso un tratto di strada
Mendrisiotto
20 ore
Intercity, un treno chiamato desiderio. Oggi esaudito
Il via libera della Camera alta alle fermate nel Distretto fa gioire i sindaci di Chiasso e Mendrisio. Che rinviano il confronto sulle stazioni
Luganese
21 ore
Lugano Region: ‘Risultati migliori del previsto’
I pernottamenti del 2022 superano quelli degli anni prepandemici, ma si guarda al 2023 con prudenza. Spaventa in particolare l’inflazione.
© Regiopress, All rights reserved