laRegione
rione-madonnetta-a-che-punto-e-procedura-di-tutela
archivio Ti-Press
Uno scorcio sui caseggiati
27.01.22 - 12:14
Aggiornamento: 18:34

Rione Madonnetta, a che punto è procedura di tutela?

Il Municipio di Lugano ha annunciato nel 2020 una variante beni culturali. Un’interpellanza chiede di fare il punto della situazione

Sono passati due anni da quando il Municipio di Lugano ha annunciato di aver iniziato a lavorare a una nuova variante beni culturali per le sezioni di Lugano e Castagnola. “Sulla protezione degli stabili del rione Madonnetta non si è più saputo nulla”. A sollevare il tema è un’interpellanza (primo firmatario Nicola Schoenenberger dei Verdi) presentata al Municipio di Lugano. Il recente cambio di proprietà – gli edifici, di proprietà della Cassa Pensioni di Lugano, sono stati ceduti a un fondo d’investimento del Canton Zugo assieme a dei terreni adiacenti – “richiama urgentemente la necessità di emanare subito la misura provvisionale per la protezione delle case, rispettivamente le misure di salvaguardia della pianificazione a tutela degli edifici di via Marco da Carona e via Giovani Ferri”. Nell’interpellanza si ricorda che dopo i ricorsi parzialmente accolti dal Tram, la procedura voluta da Comune e Cantone per la tutela del rione Madonnetta non è ancora terminata. “È impossibile escludere la possibilità di una domanda di demolizione/costruzione (del resto già elaborata precedentemente dalla Cassa pensioni di Lugano)”.

Al Municipio viene chiesto a quanto ammonta il valore dell’operazione di cessione e a che punto è la proceduta di tutela del rione, aggiornamento della variante beni culturali per le sezioni di Lugano e Castagnola “promessa nel 2020”. Gli interpellanti vogliono infine sapere se l’esecutivo “intende avviare subito la misura provvisionale e le misure di salvaguardia della pianificazione a favore delle case del rione Madonnetta (anche per evitare la procedura sciagurata del deposito delle Arl di Viganello: prima arriva la domanda di costruzione poi seguono le opposizioni e l’indignazione dei cittadini)”.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
interpellanza lugano rione madonnetta variante beni culturali
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
2 ore
Il luglio 2022 è stato il secondo più caldo di sempre in Ticino
Il mese appena trascorso ha visto uno scarto di +2,6 °C rispetto alla norma 1991-2020: il record rimane a luglio 2015, con uno scarto di oltre 3°C
Ticino
2 ore
Strategia energetica, Marchesi (Udc): ‘Il nucleare al centro’
Il presidente e consigliere nazionale democentrista ‘preoccupato’ per la situazione attuale svela la sua ricetta: ‘Finora da Berna proposte insufficienti’
Bellinzonese
8 ore
Dieci chilometri di colonna sotto il sole tra Biasca e Airolo
Rientro dei vacanzieri e momentanea chiusura della galleria del San Gottardo mandano l’asse autostradale in tilt
Bellinzonese
10 ore
Tunnel del San Gottardo chiuso in entrambe le direzioni
Veicolo in avaria poco prima di mezzogiorno: situazione ‘calda’ sull’asse autostradale ticinese
Bellinzonese
17 ore
Bistrot di Bellinzona, ‘Nessuna truffa né maltrattamenti’
Il gerente Ivan Lukic non nasconde le difficoltà economiche. Tuttavia alcune persone hanno ‘tenuto duro, credendo nel progetto. Altre lo hanno diffamato’
Luganese
17 ore
Rovio, fucile notificato ma il padre era senza porto d’armi
Emergono ulteriori aspetti legati al grave fatto di sangue capitato domenica scorsa ad Agno: il 49enne non aveva il permesso di girare con il Flobert
Ticino
17 ore
Aspettando Godot... e Greta Gysin. L’area rossoverde attende
Sarebbe imminente la decisione della consigliera nazionale dei Verdi se candidarsi o meno per il governo. Bourgoin e Riget: ’Avanti, con o senza di lei’
Bellinzonese
1 gior
Vacanze costose e beni di lusso con i guadagni della cocaina
Condannato a 4 anni e 3 mesi (più l’espulsione dalla Svizzera) un 35enne recidivo e reo confesso. La Corte: ‘Prognosi nefasta’
Locarnese
1 gior
Gambarogno, 83enne inghiottito dalle acque del lago
L’uomo, un confederato, si era tuffato per una nuotata ma non è più riemerso. Partito dal Porto patriziale di Ascona, aveva ‘toccato’ alcune imbarcazioni
Bellinzonese
1 gior
Bennato e tanta buona musica allo Spartyto di Biasca
Tre serate intense il 25, 26 e 27 agosto in Piazza Centrale per la 32esima scoppiettante edizione
© Regiopress, All rights reserved