laRegione
presunto-stupro-di-gruppo-in-tre-a-processo
archivio Ti-Press
I fatti risalgono al settembre scorso
18.01.22 - 19:27
Aggiornamento : 21:40

Presunto stupro di gruppo, in tre a processo

Rinviati a giudizio tre uomini che lo scorso 25 settembre avrebbero abusato di una donna dopo una serata in un locale del Sottoceneri

Rischiano più di 5 anni di carcere i presunti autori di uno stupro di gruppo che sarebbe avvenuto il 25 settembre dell’anno scorso dopo una serata trascorsa in una discoteca del Sottoceneri. Alla sbarra, davanti a una Corte delle Assise criminali e agli assessori giurati, compariranno tre cittadini italiani tra i 20 e i 21 anni. Uno di loro risiede in Ticino. Come riferito dalla Rsi, la procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis li ha rinviati a giudizio. Il terzetto, in carcere da inizio ottobre, si professa innocente: a loro dire la ragazza, maggiorenne, era consenziente. Davanti alla giustizia dovranno rispondere di violenza carnale e violazione della sfera segreta o privata mediante apparecchi di presa d’immagini. Quanto accaduto sarebbe infatti stato ripreso con un telefonino.

Stando a quanto ricostruito, la donna conobbe uno dei tre uomini all’uscita del locale. Uno lo aveva già visto. Le piaceva, e quando lui le propose di andare a casa del fratello dell’amico, nelle vicinanze, accettò, senza sapere che avrebbe trovato una terza persona. Agli inquirenti ha sempre ribadito di non avere mai pensato di assecondare le loro intenzioni.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
processo rinvio a giudizio sottoceneri violenza carnale
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
29 min
Demografia, città allo specchio: San Gallo batte Lugano
Se a Lugano ci sono i primi segnali di un’inversione di tendenza, la ‘capitale’ del Nord-Est cresce da un lustro dopo decenni di crisi. Ecco perché.
Bellinzonese
29 min
Stazione di Biasca, passi avanti per il nodo di interscambio
Dopo il governo anche il Municipio ha licenziato il messaggio con la richiesta del credito. Gli interventi andranno a beneficio di logistica e sicurezza
Mendrisiotto
29 min
‘Dopo 25 anni in carcere soffro di sindrome di prigionizzazione’
Si racconta l’uomo che la scorsa estate sequestrò un passante a Chiasso. ‘Ho scritto un libro. Vorrei aiutare i giovani a evitare certi errori’
Mendrisiotto
6 ore
Valle Muggio, progetti in 4 punti: dai formaggini al ‘macello’
Creati i gruppi di lavoro all’assemblea dell’associazione per i prodotti Muggio e Val Mara. La bozza già accettata dall’Ufficio federale agricoltura
Ticino
6 ore
Blättler: nella lotta alla mafia dobbiamo fare di più
Il nuovo procuratore generale della Confederazione: il fenomeno esiste, ora dobbiamo trasformare gli elementi che raccogliamo in atti di accusa
Ticino
10 ore
Edilizia, gli aumenti delle materie prime offuscano l’orizzonte
Gli impresari costruttori in assemblea a Mendrisio hanno toccato anche il tema delle infiltrazioni mafiose in Svizzera
Luganese
11 ore
Rovio, verranno sostituiti i tre ippocastani abbattuti
Ha suscitato qualche polemica il taglio degli alberi in piazza. La decisione era stata presa dall’esecutivo in carica fino all’aggregazione
Ticino
11 ore
Imposte di circolazione, i dubbi di Plr e Ps restano
Le due iniziative popolari del Ppd continuano a non convincere del tutto. Speziali: ‘È finanziariamente sostenibile?’. Passalia: ‘Basta, si vada al voto’
Luganese
11 ore
Costi, qualità di vita, moltiplicatore: perché si lascia Lugano
Sebbene il trend demografico si sia invertito, uno studio evidenzia che il saldo migratorio nei confronti dei comuni ticinesi è ancora negativo
Luganese
12 ore
Lugano, arriva la prima scuola estiva di criptovalute
Primo passo concreto per il ‘Lugano’s Plan B’. 50 studenti lavoreranno a stretto contatto con esperti e leader del settore a livello mondiale
© Regiopress, All rights reserved