laRegione
11.11.21 - 19:27
Aggiornamento: 19:43

Cardiocentro: inaugurata la nuova sala operatoria ibrida

Il nuovo ambiente permette di combinare la diagnostica per immagini e un tavolo chirurgico multifunzionale. L’investimento è stato di 2,5 milioni

cardiocentro-inaugurata-la-nuova-sala-operatoria-ibrida
All’avanguardia

È pienamente operativa già da inizio novembre, ma è stata ufficialmente inaugurata soltanto oggi la nuova sala operatoria ibrida del Cardiocentro di Lugano. Ricavato da una sala operatoria tradizionale, il nuovo ambiente “combina attrezzature per la diagnostica per immagini con un tavolo chirurgico multifunzionale”, ha detto il primario di Cardiochirurgia Stefanos Demertzis.

Pioggia di investimenti per l’Eoc

All’inaugurazione hanno preso parte i vertici dell’ospedale del cuore come pure quelli dell’Ente ospedaliero cantonale (Eoc) e anche il direttore del Dipartimento sanità e socialità Raffaele De Rosa. Quest’ultimo ha sottolineato il sostegno dell’Eoc nei confronti di questa e delle altre iniziative del Cardiocentro, evidenziando lo “sviluppo continuo dell’offerta dell’Istituto, con una cardiologia di prossimità garantita grazie all’implementazione e allo sviluppo del modello ‘Hub and spoke’”. Pur avendo rinunciato ai lavori alla piastra del Civico a causa della pandemia e dell’evoluzione della medicina, il consigliere di Stato ha tuttavia ricordato che verrà comunque risanata la torre del principale ospedale luganese e che è previsto l’ampliamento del Cardiocentro. In generale, “il masterplan previsto da Eoc per i prossimi dieci anni comporterà complessivamente investimenti di poco inferiori al miliardo di franchi”.

Diagnosi e cure in un posto

L’investimento per la nuova sala invece è stato di circa 2,5 milioni. Nuova sala che si poggia su una forte multidisciplinarietà fra le tre principali branche attinenti al cuore: cardiologia, cardiochirurgia e cardioanestesia. “Una soluzione che ci permette di effettuare diagnosi accurate e trattamenti in un’unica postazione, diminuendo rischi e ritardi e soprattutto migliorando la sicurezza del paziente. L’imaging intraoperatorio è sempre più fondamentale per offrire al paziente i trattamenti più moderni, con la minore invasività possibile e il rischio chirurgico più contenuto”. Grande soddisfazione è stata espressa anche da Massimo Manserra e Glauco Martinetti, rispettivamente direttore del Cardiocentro e direttore generale dell’Eoc: entrambi hanno ribadito l’impegno nel mantenimento dell’elevata qualità fornita dalla struttura ospedaliera.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
8 ore
Evasione fiscale in un locale a luci rosse di Chiasso
Le prime indicazioni parlano di diversi milioni di franchi non dichiarati. Sequestrato materiale informatico.
Ticino
8 ore
‘In Gendarmeria mancano effettivi’
Gli agenti affiliati all’Ocst chiedono le necessarie risorse affinché la Cantonale possa operare in modo adeguato. Il sindacato ha ora due copresidenti
Locarnese
9 ore
Locarno, arrestata la vittima del pestaggio in Rotonda
Il 26enne dello Sri Lanka è stato trasferito in Ticino su ordine della Procura. Per lui, che nega ogni addebito, si ipotizza l’accusa di tentato omicidio
Ticino
10 ore
Amalia Mirante è pronta per presentare ‘Avanti’
Questo il nome che l’ex esponente del Partito socialista ha scelto per il suo ‘movimento’. I contenuti verranno presentati lunedì
Ticino
10 ore
Fra le caselle dell’avvento occhio a non aprir quella dei radar
L’elenco delle località dove settimana prossima verranno eseguiti controlli
Luganese
10 ore
‘Casinisti’ attenti, a Lugano arriva il ‘rumorometro’
Il nuovo dispositivo, già testato nei primi due mesi di quest’anno, ha lo scopo di ridurre preventivamente il rumore causato dagli automobilisti
Ticino
10 ore
Livelli, Sirica furioso: ‘Speziali inaffidabile e pavido’
Il copresidente Ps critica duramente la ‘sfiducia’ del presidente Plr al messaggio governativo per la sperimentazione del loro superamento alle Medie
Ticino
11 ore
BancaStato crede nelle start-up e investe (altri) 5 milioni
I fondi sono desinati a idee nel digitale, high-tech e biomedicina. Fabrizio Cieslakiewicz: ‘In un periodo di difficoltà crediamo nell’innovazione’
Ticino
11 ore
Diocesi in rosso: previsto deficit di 1,8 milioni
Chiusura del 2021 in negativo di oltre 31mila franchi, ma per il 2023 il deficit di gestione previsto è da capogiro
Bellinzonese
12 ore
Giubiasco, furgone urta un’auto e si rovescia sul fianco
L’incidente è avvenuto nel pomeriggio di oggi attorno alle 13.30. Il bilancio, fornito da Rescue Media, parla di due feriti apparentemente non gravi
© Regiopress, All rights reserved