laRegione
campione-la-societa-chiede-risarcimenti-per-131-milioni
La casa da gioco campionese (Ti-Press)
14.07.21 - 14:38
Aggiornamento: 21.07.21 - 18:42
di Marco Marelli

Campione, la società chiede risarcimenti per 131 milioni

La società di gestione della casa da gioco si è costituita parte civile e ha avviato una procedura nei confronti di ex sindaci e funzionari

La Casinò Campione d'Italia ha presentato un salatissimo conto a ex sindaci del Comune, a funzionari comunali e agli amministratori della casa da gioco che dopo aver rischiato il fallimento, si trova ora in concordato preventivo, con la possibilità quindi di riaprire i battenti, probabilmente attorno al 15 dicembre. In una lettera, i legali della società di gestione della casa da gioco dell'enclave a trentadue tra ex sindaci, funzionari comunale ed ex amministratori del Casinò, un numero quasi doppio rispetto a coloro che sono sotto processo in Tribunale a Como (l'udienza con giudizio ordinario nell'aprile del 2022) chiedono un risarcimento danni per 131 milioni di euro. ''Scriviamo in nome e per conto della nostra assistita Casino Campione d'Italia che a seguito dell'ordinanza del Tribunale di Como è stata ammessa al concordato con la continuità aziendale - si legge nella raccomandata per la messa in mora dei 32 nomi in calce -. Nell'ambito di tale procedura la società è tenuta, tra gli altri adempimenti, all'accertamento e al recupero dei danni patrimoniali a lei (casa da gioco, ndr) causati dai titolari di cariche di amministrazione o di controllo e da terzi in corso. Per omissioni o azioni comunque riferibili alle cariche o ai rapporti con la società''. L'entità del crack del luglio 2018, periodo in cui è stato chiuso il Casinò, è stata sancita dal Tribunale civile di Como. ''Tali passività sono riconducibili almeno in parte - continua la raccomandata - a quanto fatto dagli organi gestori e di controllo della Casinò Campione d'Italia e della incorporata Casinò municipale. Nel contempo è pendente sempre presso il Tribunale di Como il procedimento penale nel quale sono indicati alcuni degli organi societari e degli amministratori e dei funzionari del Comune per reati connessi dalla condotta della casa da gioco''. A proposito del processo penale la Casinò Campione d'Italia fa sapere di essere intenzionata a costituirsi parte civile. La stagione giudiziaria in riva al Ceresio è destinata di durare ancora a lungo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
campione italia casinò risarcimento società
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Breggia, sulla scuola dell’infanzia è referendum
Sinistra e Verdi pronti a costituire un Comitato e a coinvolgere la popolazione. ‘L’investimento è oneroso. È tempo di fissare delle priorità’
Ticino
12 ore
‘Ricerca scientifica, il governo tenga conto dei nostri auspici’
La commissione Formazione sottoscrive il rapporto Ermotti-Lepori che ritiene evasa la richiesta di Polli per maggiori investimenti: ‘Ma per il futuro...’
Ticino
13 ore
Il Ps: ‘Più assegni per aiutare le famiglie con minori’
L’obiettivo dell’iniziativa parlamentare socialista è togliere chi fa più fatica dalla povertà marcata, ed evitare che finisca in assistenza
Luganese
14 ore
Ucraina, Terre des hommes: salviamo la generazione futura
Alla vigilia della Conferenza sulla ricostruzione dell’Ucraina a Lugano, l’appello e le testimonianze dell’organizzazione per la protezione dell’infanzia
Locarnese
14 ore
‘Inchiesta amministrativa e capacità operativa due cose diverse’
Il capodicastero Sicurezza Zanchi e il comandante della Polcomunale di Locarno Bossalini difendono il proprio operato e quello dei loro agenti.
Ticino
15 ore
‘Alla guida nessuna distrazione!’
Dipartimento istituzioni e Polizia cantonale rinnovano la raccomandazione
Luganese
16 ore
Zelensky a Lugano non ci sarà. Ma arriverà il premier Shmyhal
L’ambasciatore ucraino a Berna fa chiarezza sui delegati che arriveranno in riva al Ceresio in occasione della conferenza Urc 2022
Ticino
20 ore
Impennata di contagi in Ticino: 1’888 in otto giorni
Coronavirus, si conferma la tendenza in aumento del numero di casi e delle persone ospedalizzate. Tre i decessi segnalati
Mendrisiotto
20 ore
‘Nulla da dichiarare’. Ma spunta un ‘panetto’ di cocaina
Fermata una donna tedesca al valico autostradale di Chiasso-Brogeda, mentre cercava di entrare in Italia con un chilo di sostanza stupefacente
Ticino
20 ore
Scuola Club Migros, saltano le sedi di Locarno e Mendrisio
Nell’ambito della riorganizzazione della divisione formazione della Fcm in Svizzera chiuderanno sette centri. Due in Ticino
© Regiopress, All rights reserved