laRegione
26.12.20 - 18:00

Sorengo premia le aziende che assumono apprendisti

Il Comune si dota di un innovativo Regolamento comunale per l'incentivazione della formazione professionale: tre mensilità alle aziende che formano giovani

sorengo-premia-le-aziende-che-assumono-apprendisti
Settore in difficoltà a causa del Covid, ma è anche stata inaugurata la Città dei mestieri a Bellinzona (nella foto, Ti-Press)

Tre mensilità per ogni nuovo apprendista. È un aiuto concreto e mirato quello approvato dal Consiglio comunale di Sorengo durante la seduta del 15 dicembre. Il legislativo ha infatti approvato il Regolamento comunale per l'incentivazione della formazione professionale, proposto dal Municipio a seguito di una mozione del gruppo Ppd (primo firmatario il consigliere comunale Daniele Cameroni) presentata lo scorso giugno. «È un sostegno alle aziende per incentivare l'assunzione di apprendisti – ci spiega la sindaca Antonella Meuli –. È un segnale, qualcosa di simbolico se vogliamo, ma che riteniamo importante perché anche durante la pandemia è emersa la difficoltà dei giovani di trovare un posto di apprendistato».

Regolamento valido fino al 2023

A Sorengo, Comune escluso, vi sono quindici aziende che formano una quarantina di apprendisti. Di questi, quattordici sono al primo anno. Tenuto conto del salario medio nelle varie professioni, il costo dell'iniziativa potrebbe aggirarsi attorno ai 40-45'000 franchi. Ipotesi di spesa inserita nel Preventivo 2021. Il Regolamento si applica a tutti i contratti sottoscritti dopo il 15 luglio, ossia quando è stato licenziato il relativo messaggio municipale, e sarà valido fino al 30 settembre del 2023. Come spiegato poi dall'articolo 4, l'incentivo verrà erogato al datore di lavoro al termine del terzo mese di tirocinio, dietro presentazione del contratto sottoscritto dalle parti, approvato dalla Sezione per la formazione professionale, e dell'avvenuta retribuzione dell'apprendista.

Sorengo non è l'unico Comune a essersi mosso

Sorengo è fra i primi Comuni a essersi mosso in questa direzione, ma non è l'unico. La Città di Bellinzona, ad esempio, ha creato il Fondo ‘assunzione di nuovi apprendisti’, che elargisce un contributo a fondo perso una tantum ad aziende e imprenditori locali che assumono apprendisti e che ne fanno richiesta. Iniziative come queste e come quelle di altri Comuni ricalca di fatto una strategia cantonale contenuta nel pacchetto di misure ‘Più duale PLUS’ e presentato dal Consiglio di Stato la scorsa estate. Abbiamo fatto il punto su questi aiuti con Oscar Gonzalez, aggiunto al direttore della Divisione della formazione professionale del Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport.

La Divisione della formazione professionale: ‘Grande interesse dei Comuni’

«La scorsa primavera ci siamo trovati in difficoltà – ricorda –. Era tutto fermo: le aziende avevano altre preoccupazioni e priorità e le prime cifre erano inquietanti. La prospettiva era di un 20-30% di contratti in meno. La minaccia di compromettere l'apprendistato era importante. La nostra preoccupazione era garantire la continuità della formazione e parallelamente non compromettere la nuova campagna di collocamento. Ci siamo incontrati con i nostri partner, con la Commissione cantonale per la formazione professionale, per capire quali misure si potessero mettero sul tavolo per evitare un contraccolpo troppo duro. Così è nato il pacchetto ‘Più duale PLUS’, che contempla anche un sostegno finanziario alle aziende». In questo difficile contesto anche i Comuni si sono interessati per capire cosa potessero fare: «Da parte loro ci sono stati un grande interesse e un bell'impulso: in molti ci hanno contattati per informarsi in modo da avere gli elementi per ragionare su quali misure prendere nei loro territori». E così, in diversi sono arrivati ad adottare disposizioni concrete come a Sorengo, mentre altri hanno svolto campagne di sensibilizzazione rivolte alle aziende, affinché potessero mantenere il loro impegno formativo. «Tutti hanno ribadito la loro sensibilità e il loro impegno per il tema dell'apprendistato».

Una piccola flessione dei nuovi contratti quest'anno

Il pacchetto di misure si poneva come obiettivo i 2'500 nuovi contratti di tirocinio di formazione duale per il corrente anno scolastico. È stato raggiunto? «L'obiettivo era di mantenersi allineati ai numeri dell'anno precedente (2'449, ndr) – precisa Gonzalez –. Abbiamo infine registrato una piccola flessione (2'369, ndr), ma riteniamo che sia un risultato eccellente considerato il contesto. Da un giorno all'altro ci siamo ritrovati con le prospettive capovolte: dall'obiettivo pre-pandemia che prevedeva azioni per rafforzare l'apprendistato, ci siamo trovati a doverlo difendere. Siamo riusciti a mantenere alta l'attenzione e per questo dobbiamo ringraziare tutti i nostri partner, Comuni compresi: hanno dato un apporto importante.

EspoProfessioni in presenza annullato anche nel 2021

E se la scorsa è stata una campagna molto lunga, intensa e costellata di incertezza, quali prospettive ci sono per la prossima? «Stiamo già lavorando sulle nuove sfide. In parte si ripetono, ma se non altro abbiamo accumulato un certo grado di esperienza. Certo, è una situazione difficile anche quella odierna. Gli eventi in presenza che promuovono gli incontri fra giovani e aziende sono in una situazione critica anche per i prossimi mesi. Abbiamo ad esempio dovuto annullare anche la prossima edizione di EspoProfessioni in presenza, che a sua volta avrebbe dovuto sostituire quella cancellata lo scorso marzo, ma stiamo preparando un ricco programma alternativo di eventi anche online, per permettere la continuità del sistema».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
9 min
Bellinzona, ‘Natale in città e Mondiali in Qatar più ecologici’
Nella sua interrogazione a nome del gruppo Unità di Sinistra, Lisa Boscolo invita il Municipio a una riflessione più approfondita
Ticino
23 min
Ottobre, cadono le foglie... ma non i radar
Puntuale come ogni venerdì, ecco la lista delle località nelle quali nel corso della prossima settimana verranno effettuati i controlli della velocità
Ticino
1 ora
Lascia il vescovo Lazzeri? Due nomi per la gestione pro tempore
Il capo della Curia di Lugano sarebbe prossimo a dimettersi. Farine e De Raemy in lizza per l’amministrazione in attesa della designazione del successore
Bellinzonese
1 ora
‘Niente maxischermi a Bellinzona per i Mondiali in Qatar’
Dopo alcune città francesi e romande, anche il gruppo Verdi-Mps-Fa-Pop ha deciso di scendere in campo contro le violazioni dei diritti umani e ambientali
Locarnese
1 ora
Ad Ascona si pensa a un moltiplicatore fiscale differenziato
Una mozione interpartitica presentata al Municipio da Marco Passalia, Paolo Duca, Glenn Brändli e Fabio Guerra chiede di approfondire il tema
Luganese
6 ore
‘Cambiare il sistema di nomina per i direttori delle scuole’
È quanto chiede, con un’interpellanza al Governo, l’Mps dopo l’arresto per atti sessuali con fanciulli del direttore di una scuola media del Luganese
Luganese
7 ore
Lugano, nell’amministrazione non ci sono differenze di salario
La Città ha pubblicato i risultati delle analisi effettuate sui collaboratori retribuiti secondo il Regolamento organico comunale
Mendrisiotto
7 ore
‘Ampliare le scuole? Un pilastro per attrarre famiglie’
Il Municipio di Breggia difende il progetto di ampliamento della sede di Lattecaldo. ‘Sostenibile per le finanze, necessario per la didattica’
Ticino
7 ore
I ghiacciai ticinesi rischiano di sparire entro 5-10 anni
Le scarse nevicate e l’estate caldissima hanno accelerato la fusione. Il ghiacciaio del Basòdino potrebbe sciogliersi del tutto in mezzo secolo
Luganese
9 ore
Nel mondo delle sale Snoezelen con Sofia Santori
Popolari nelle case per anziani e negli istituti per disabili, oggi si diffondono sempre più anche nell’ambito privato grazie al loro valore terapeutico
© Regiopress, All rights reserved