laRegione
25.01.22 - 16:34
Aggiornamento: 17:04

Maggia, il preventivo per il 2022 chiude in pari

La contabilità per l’anno in corso stima un avanzo di 83’743 franchi. Moltiplicatore d’imposta invariato al 90 per cento

maggia-il-preventivo-per-il-2022-chiude-in-pari
Ti-Press
Veduta del Comune di Maggia

La contabilità del Comune di Maggia dovrebbe chiudere il 2022 sostanzialmente in parità. Il preventivo 2022 infatti ipotizza per l’anno in corso un avanzo di 83’743 franchi (consentendo si non intaccare il capitale proprio assestatosi a circa 3,46 milioni di franchi circa), così riporta il messaggio municipale inerente ai conti che verrà preso in esame dal Consiglio comunale nella sua prossima seduta, in calendario lunedì 21 febbraio 2022. La gestione corrente, all’osso, avrà un totale di spese correnti contabilizzate in circa 12 milioni di franchi, ricavi per poco più di sette milioni e un fabbisogno di imposta per 4,83 milioni di franchi.

Coadiuvato dallo studio di consulenza finanziaria Interfida Sa, nel documento contabile del Municipio presenta “una sensibile ripresa del gettito, in particolare grazie alla ripresa economica intervenuta dopo la prima fase pandemica del 2020 (anno di recessione), si legge. La pandemia, introduce l’esecutivo, “sta ancora condizionando la vita quotidiana di tutti e prevediamo che le restrizioni continueranno almeno fino alla prossima estate”; ciononostante rileva che “la congiuntura, grazie anche agli stimoli messi in campo dall’ente pubblico, si è ripresa abbastanza velocemente, già dal 2021”. Ciò premesso, il Municipio conferma un preventivo stilato nel segno della continuità, contraddistinto in particolare dalla permanenza del moltiplicatore politico al 90 per cento, tasse d’uso invariate (rifiuti e canalizzazioni), nessun taglio di spese per servizi e prestazioni comunali; infine si è fermamente intenzionati a mantenere “la buona capacità progettuale e d’investimento”.

Quest’anno, continua il messaggio, sarà “nuovamente impegnativo e stimolante per il Comune di Maggia”. Grazie al capitale proprio accumulato negli anni (a fine 2020 si attestava a circa 3,38 milioni di franchi) sarà possibile affrontare sul medio-lungo termine i risultati d’esercizio, pur mantenendo – salvo brutte sorprese – stabile il moltiplicatore.

Sul fronte imposte comunali, è stata stimata un’entrata di circa 4’917’600 franchi, “in sensibile aumento rispetto all’importo ipotizzato lo scorso anno” grazie alla ripresa economica conseguente la recessione, che ha condizionato soprattutto il 2020.

Per l’anno in corso, sono stati confermati i contributi per il nuovo Fondo per le energie rinnovabili (Fer) e di riflesso il Municipio conferma la politica degli incentivi a disposizione della cittadinanza come specificato dall’ordinanza.

Alla voce capitalizzazioni, l’esecutivo prevede investimenti netti per circa 2,98 milioni di franchi (cui vanno dedotti quasi 700mila franchi di ammortamenti amministrativi). Oltre alla conclusione di lavori in corso, sono quindi previsti fra gli altri la continuazione dell’arginatura del fiume Maggia a Riveo (iniziata nel 2020 e interrotta l’anno successivo dopo i riscontri d’inquinamento nei terreni); continuazione del risanamento della stazione di pompaggio dell’acquedotto a lodano; inizio realizzazione di un posteggio nel comune.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Gallery e video
Bellinzonese
39 min
La denuncia: ‘Abbiamo visto pecore malate e morte di stenti’
Due escursionisti testimoniano lo stato precario in cui hanno ripetutamente trovato un gregge di ovini vicino al Passo di Lucendro
Ticino
39 min
Finanziamento degli Spitex ticinesi sotto la lente della Comco
La Commissione della concorrenza: ‘Le imprese private potrebbero vedersi limitate nel loro sviluppo, a scapito di un efficiente mercato concorrenziale’
Ticino
9 ore
Cassa pensioni pubblica, ‘più che un pilastro è un grissino’
Oltre 3mila dipendenti dello Stato in piazza a Bellinzona per protestare contro il taglio del 20% alle pensioni, il secondo in 15 anni.
Ticino
10 ore
La varesina Lara Comi ritorna a Bruxelles
Il dopo elezioni in Italia e gli effetti del ciclone Meloni
Ticino
10 ore
Al telescopio per ammirare Luna, Giove e Saturno
Riprendono le osservazioni astronomiche notturne alla Specola solare Ticinese. La prima venerdì 30
Mendrisiotto
10 ore
Un principe poco da favola di un regno di bugie
Chiesti 7 anni di carcere per il sedicente erede del re d’Etiopia, accusato di aver truffato tre imprenditori del Mendrisiotto per quasi 13 milioni
Ticino
12 ore
Il preventivo di oggi, le lacrime e sangue di domani
Il Consiglio di Stato presenta una previsione coerente con gli impegni, ma i partiti sono preoccupati. Le reazioni di Plr, Ps, Centro, Lega, Udc e Verdi
Bellinzonese
12 ore
Cima Piazza Giubiasco, allungare la staccionata ‘non è escluso’
L’incidente capitato a un bambino fa riflettere sulla sicurezza dell’area, anche se nei pressi di una zona a 30 km/h non sono obbligatorie recinzioni
Mendrisiotto
12 ore
Il Basso Mendrisiotto prende tempo per studiare le opportunità
Entro fine ottobre i Comuni interessati dovranno decidere se partecipare o meno a un possibile studio aggregativo
Luganese
13 ore
Il direttore di scuola media fa sapere che vuole collaborare
Dopo l’incontro fra le famiglie e le istituzioni permangono molte domande, e tanta rabbia, dopo l’arresto del 39enne luganese
© Regiopress, All rights reserved