laRegione
22.10.21 - 14:37
Aggiornamento: 15:01

Locarno, crediti richiesti per parco urbano e orti comunali

Il Municipio pubblica due messaggi con la richiesta di finanziamento per progetti atti a valorizzare il verde cittadino

locarno-crediti-richiesti-per-parco-urbano-e-orti-comunali
Richiesti i crediti per il parco urbano al Passetto e per gli orti condivisi

Due richieste di credito per la valorizzazione dello spazio verde urbano, uno a scopo ricreativo e l’altro per attività collettive. È il contenuto, stringato, di due messaggi municipali pubblicati oggi, venerdì 22 ottobre, indirizzati al legislativo dall’esecutivo cittadino.

Il primo credito richiesto è di 209mila franchi per la sistemazione del Parco urbano Passetto, che mira a valorizzare gli spazi verdi cittadini e inserito nel relativo piano finanziario del quadriennio. Il secondo ammonta a 78’500 franchi per la creazione degli orti comunali nel quartiere Morettina.

Un parco per tutti

“Nei prossimi anni – si legge nel messaggio relativo al Passetto – la Città di Locarno sarà confrontata con nuove esigenze e abitudini, la popolazione richiede nuovi ambienti e percorsi pubblici per migliorare la qualità di vita”. Partendo da questa premessa di “aumentata sensibilità della cittadinanza soprattutto verso gli spazi verdi giornalmente fruibili”, l’esecutivo si propone di rispondere con un progetto di “rivalorizzazione dell’ambiente e del percorso attualmente non sfruttato, implementando la mobilità lenta e la possibilità di sostare lungo i vari percorsi”. Sì perché attualmente il parco non risponde alle esigenze funzionali ed estetiche rivolte alla cittadinanza.

L’iter di progettazione ha visto più fasi e riprese. Vista la vicinanza del Passetto con il parco giochi San Jorio, si è deciso di predisporre lo spazio alle attività di fasce d’età diverse – basti pensare che il 25% della popolazione del quartiere ha un’età superiore ai 65 anni –, proponendolo quindi come spazio di incontro intergenerazionale (ci sarà una piazzetta) e sarà verde, grazie a nuove alberature, con un’area dedicata alle attività motorie (installazione di tre elementi fitness). Inoltre verranno installati il gioco ‘filo della pazienza’ e il tubo parlante. Non mancheranno i servizi igienici e le rastrelliere per le biciclette; in questo senso vi è anche l’idea di valutare una collaborazione per l’installazione di una stazione di bike sharing.

Quattro mesi sono il tempo necessario alla realizzazione del progetto, che si iscrive in una più ampia visione di sviluppo di quartiere, “attualmente depresso”, con l’implementazione della Zona 30 e nuove opere di pedonalizzazione.

Orti comunali: progetto pilota

Il secondo messaggio municipale inviato al Consiglio comunale riguarda la richiesta di credito di 78’500 franchi per la creazione degli orti comunali, nel quartiere Morettina, dietro al Centro giovani. Il progetto scaturisce dalla richiesta sempre maggiore della popolazione di spazi aperti in cui svolgere attività collettive, che promuovono lo scambio di esperienze.

“Gli orti comunali costituiscono un’opportunità per i cittadini e per la socialità. Il sedime attualmente senza alcuna destinazione d’uso sarà sistemato e messo al servizio della collettività”, scrivono gli autori. L’aera designata alla realizzazione “facilmente raggiungibile in pochi minuti dal centro città costituisce un’occasione per il tempo libero, la socializzazione e la condivisione”.

“Questa prima tappa fungerà da “progetto pilota” per un possibile e auspicabile ampliamento degli orti comunali su altri sedimi della Città già individuati”, dando così riscontro concreto all’interesse della cittadinanza, espresso a suo tempo dalle associazioni di quartiere e dalle richieste – scritte e verbali – pervenute alle autorità.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
7 min
Capanna Cremorasco pronta per la primavera
I lavori di ammodernamento dello stabile del patriziato di Camorino sono quasi terminati. Inaugurazione prevista il 4 giugno
Ticino
5 ore
Patriziati, il Tram dice no alle deleghe di competenze
L’Assemblea patriziale non può delegare decisioni – come sugli investimenti – all’Ufficio patriziale. Respinto il ricorso a Carona. ‘Ma c’è un problema’
Luganese
5 ore
‘Anno sabbatico’ per il giornalino di Carnevale di Tesserete
I festeggiamenti che si terranno dal 23 al 25 febbraio non saranno accompagnati dalla satira. Or Penagin è alla ricerca di nuovi redattori
Ticino
12 ore
Alleanza Lega-Udc: Zali attacca, Marchesi imperturbabile
Alla festa elettorale leghista volano parole roventi. Ma il presidente democentrista replica: ‘Non intendo alimentare sterili polemiche’
Mendrisiotto
13 ore
Il Nebiopoli 2023? ‘Un Carnevale da grandi numeri’
Il presidente Alessandro Gazzani tira le somme di quest‘ultima edizione chiassese. ’Il villaggio è diventato troppo stretto’
Locarnese
15 ore
Per la Stranociada un successo… incontenibile
Organizzatori soddisfatti per le 10mila persone sulle due serate, ma qualcuno lamenta ‘caos organizzativo’ alla risottata della domenica
Ticino
17 ore
Interpellanza sul caso del pianista ucraino sostituito
Ay e Ferrari (Pc) chiedono fra l’altro al governo se ‘simili misure dal sapore censorio non giovino alla credibilità della politica culturale del Cantone’
Locarnese
18 ore
Plr e Verdi Liberali di Gordola: ‘Moltiplicatore fisso all’84%’
Il gruppo in Cc si esprime in vista della seduta di martedì sostenendo il rapporto di maggioranza. Municipio e minoranza propongono un aumento
Bellinzonese
20 ore
Gara dei parlamentari: vincono Buri e Ghisla
Il tradizionale slalom dei granconsiglieri si è svolto ieri a Campo Blenio
Locarnese
1 gior
Grave incidente ad Avegno, un motociclista rischia la vita
Un 56enne del Locarnese ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere contro lo spartitraffico riportando gravi ferite
© Regiopress, All rights reserved