laRegione
20.08.21 - 16:15
Aggiornamento: 17:21

Locarno, per i giovani la Città promette più aiuti

Il Municipio risponde agli atti politici di Socialisti e Verdi e vara un suo piano di misure per favorire questa fascia d'età, toccata anche dalle conseguenze del Covid

locarno-per-i-giovani-la-citta-promette-piu-aiuti
(Nancy Lunghi, Ti-Press)

Politica giovanile, Il Municipio di Locarno intende incrementare i suoi sforzi per dare risposte concrete ed efficaci alle richieste di questa fascia d'età.  Lo conferma in una nota il Municipio. Lo stesso, prendendo atto dell’evoluzione degli ultimi mesi e delle difficoltà crescenti affrontate, fa sapere di aver pronto un piano con una serie d'iniziative diversificate e complementari. La municipale capo del Dicastero Giovani, Nancy Lunghi, ritiene che “Investire nei giovani non significhi solo scuola, bensì ascolto, coinvolgimento, prospettive e salute mentale. Abbiamo intenzione d'impegnarci proprio in tal senso con tutta una serie di progetti”.

I segni lasciati dalla pandemia

Studi e ricerche recenti hanno documentato il grande impatto che la pandemia di Covid-19 ha avuto sui giovani, scrive l'Esecutivo. “Seppur risparmiati dalle conseguenze più gravi del contagio sulla salute fisica, molti giovani sono stati toccati in maniera importante a livello della salute e del benessere psichico, dello sviluppo, delle relazioni familiari e sociali, della stabilità del percorso professionale e formativo. A fronte di questa constatazione, il Municipio coglie l’occasione della risposta all’interrogazione del PS  e all’interpellanza de’ I Verdi a favore dei giovani. Con riferimento in particolare alla fascia di età 16-25, l'autorità citrtadina si impegna a realizzare, nei prossimi anni una serie d'iniziative, continuando così una lunga tradizione che vede Locarno particolarmente attenta alle questioni giovanili e sfruttando l’impulso dato dal recente processo UNICEF “Locarno Comune amico dei bambini”, che ha visto la Città ottenere quale prima realtà ticinese la prestigiosa certificazione.

Collaborazione stretta con i partner

Tra gli impegni presi la conferma della priorità di sviluppare un approccio di prossimità nel Locarnese con la Fondazione Il Gabbiano centrato sull’implicazione dei giovani secondo il modello peer-to-peer, e la
riattivazione di un gruppo operativo sui giovani per seguire l’evoluzione dei bisogni, rinforzare la prevenzione e la cooperazione tra i vari attori. La Città si impegna inoltre a intraprendere, con il sostegno di Radix Svizzera Italiana, un nuovo programma d'azione precoce a favore dei giovani, che permetterà di coinvolgere le comunità e gli attori per rilevare i bisogni e i fattori di rischio, ma anche di definire dal basso le misure di risposta più adeguate. Questo processo partecipativo permetterà di sviluppare ulteriormente, con i soggetti interessati, le politiche e gli interventi che li riguardano. Sempre nell’ottica di prevenzione del disagio giovanile, il Municipio allarga lo sguardo alle famiglie e conferma il suo sostegno a progetti innovativi, come quello dell’Associazione L’ORA, che dovrebbe partire nel prossimo anno.

Un pensierino alla Rotonda, un aiuto alle aziende che assumono apprendisti

Restano pure confermate le attività pianificate nel quadro del processo UNICEF “Locarno Comune amico dei bambini”, tra cui alcuni interventi concreti che diventano oggi sempre più pertinenti: l’impegno per rendere la Rotonda un luogo più fruibile per i giovani e i vari interventi infrastrutturali per migliorare mobilità e gli spazi. Infine, il Municipio rinnova il suo supporto alle tante proposte a favore dei giovani presenti nel Locarnese (i progetti di Pro Juventute, il progetto Midada, il Centro Giovanile, per citarne solo alcune) e il suo impegno a facilitare la transizione scuola-lavoro, per esempio continuando ad aiutare le aziende che assumono apprendisti.
“Il filo conduttore che unisce tutte queste iniziative e attività è la partecipazione, dei giovani in primis, ma anche di tutti gli attori coinvolti e dei cittadini. La situazione pandemica – conclude il comunicato di Palazzo Marcacci – con le sue profonde e molteplici conseguenze, ha infatti dimostrato che solo mobilizzando, implicando e cooperando con tutte le forze a disposizione è possibile fare fronte ai nuovi bisogni emergenti”.

Leggi anche:

Locarnese, la prevenzione del disagio si fa ‘alla pari’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
53 min
Lugano, Lombardi: ‘Commissioni di quartiere da attivare’
Il municipale amareggiato per lo scarso interesse dimostrato nella consultazione sul Piano direttore comunale. ‘Coinvolgere resta importante’
Mendrisiotto
1 ora
Al Centro temporaneo per migranti si sente la pressione
Tornano a salire i numeri della struttura che, dopo Rancate, accoglie le persone destinate a essere riammesse in Italia
Ticino
1 ora
Premi cassa malati, deduzioni in più per i figli verso il sì
Lega, Plr, Centro e Udc sottoscrivono il rapporto che dà via libera alla loro iniziativa. Il Ps: ‘Valutiamo il referendum, favorisce i più ricchi’
Ticino
1 ora
Preventivo, il sì borghese vincolato alla revisione della spesa
Lega, Plr, Centro e Udc sostengono la previsione per il 2023 del governo (-80 milioni), ma con dei paletti. Il Ps: ‘No a queste politiche neoliberiste’
Ticino
2 ore
Targhe, Centro e Udc firmano un rapporto senza maggioranza
Calcolo della nuova imposta di circolazione, la Lega per ora si defila mentre Plr e Ps confermano il loro no al testo Dadò/Pamini. E il clima è teso
Mendrisiotto
3 ore
Il Nebiopoli 2023 svela i suoi contenuti
Il Carnevale di Chiasso sarà in programma dal 2 al 5 febbraio. Ampliato il Villaggio, oltre ai consueti appuntamenti anche ospiti internazionali
Locarnese
3 ore
PCi, la guerra in Ucraina ‘rispolvera’ i rifugi atomici
Il Consorzio ha avviato su tutto il territorio controlli dei bunker in caso di catastrofe nucleare. Attese nuove ondate di rifugiati e novità per la sede
Bellinzonese
3 ore
Squadra esterna di Biasca, a processo per vie di fatto
La Procura ha firmato un Decreto d’accusa nei confronti di un operaio comunale, che si è opposto. Si va in Pretura penale
Bellinzonese
4 ore
La 19enne era al rave: con la conferma si cercano testimoni
La polizia grigionese invita quanti sono a conoscenza dello stato di salute della ragazza all’evento della diga della Roggiasca a contattare il comando
Mendrisiotto
11 ore
Da Berna un sostegno per il ‘centro di partenza’ di Rancate
Passa all’unanimità agli Stati la concessione di una somma forfettaria ai Cantoni che in situazioni straordinarie gestiscono centri asilanti provvisori
© Regiopress, All rights reserved