laRegione
16.03.21 - 15:07
Aggiornamento: 17:22

La Valle Onsernone dispone di una nuova automedica

È stata consegnata dal Salva ai medici Marita Crivelli e Thomas Aebi. Un progetto per migliorare i tempi di intervento e la sicurezza dei pazienti

la-valle-onsernone-dispone-di-una-nuova-automedica
Dr.ssa Marita Crivelli, Michel Ceschi, Silvano Stern, Dr. Beppe Savary, Marco Garbani-Nerini

Venerdì 12 marzo si è tenuta presso il Centro sociale onsernonese, alla presenza del presidente della Fondazione dello studio medico della struttura, Marco Garbani-Nerini, la consegna da parte di Salva dell’automedica ai medici della Valle Onsernone Marita Crivelli e Thomas Aebi. Il direttore operativo del Salva, Michel Ceschi, ha ricordato come già a partire dai primi anni del 2000 il Dr. Beppe Savary abbia avviato questo tipo di collaborazione, passando poi il testimone ai medici Crivelli e Aebi nel 2018.

Proprio grazie alla continuità di questo progetto è possibile migliorare i tempi di intervento e arrivo sul paziente in sicurezza, anticipando la presa a carico in attesa dell’ambulanza o dell’elicottero. La procedura prevede che tramite la Centrale Ticino soccorso 144 si mobilizzi, per ogni allarme in valle con codici di gravità alta, oltre l’ambulanza, anche i medici sul territorio. Per le patologie dipendenti dal tempo quali l’infarto, l’ictus e i politraumi, per le quali i pazienti devono essere trasferiti al Cardiocentro o all’Ospedale Civico di Lugano, l’arrivo del medico è determinante sia per una diagnosi precoce sia per la scelta dell’istituto di cura e del mezzo di trasporto più idoneo.

Il costo d’acquisto del veicolo di soccorso, realizzato in collaborazione con il Salva, è stato interamente preso a carico dalla Fondazione dello studio medico del Centro sociale onsernonese. Garbani-Nerini ha espresso la sua gratitudine per la bella collaborazione con il Salva, mentre ringraziamenti da parte di Ceschi e dl vicepresidente Salva Silvano Stern sono pure stati rivolti ai medici che coprono questo importante servizio a favore degli abitanti della valle. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
‘Rivitalizzare la politica di milizia, partendo dal cittadino’
Sarà uno dei temi del Simposio sui rapporti tra Cantone e Comuni. Della Santa: ‘Il coinvogimento attivo per destare l’interesse per la cosa pubblica’
Luganese
1 ora
La torre itinerante simbolo di una necessità condivisa
La Tour Vagabonde fa riflettere sugli spazi indipendenti da Friborgo, dove nasce, fino a Lugano, dove si ergerà fino al prossimo marzo
Ticino
8 ore
Mobilità Usi al top: ‘Coltiviamo la dimensione internazionale’
L’ateneo ticinese è tra i pochi in Svizzera (4 su 36) ad aver raggiunto l’obiettivo del 20% dei diplomati con un’esperienza all’estero. Ecco i motivi
Orselina
9 ore
Nuovo albergo-ristorante Funicolare, c’è la licenza edilizia
Da novembre il cantiere per l’edificazione ex novo della struttura, simbolo turistico collinare soprastante la Madonna del Sasso
chiasso
10 ore
Un Nebiopoli all’insegna del vero spirito del Carnevale
Svelato il programma dell’evento, che dopo due anni di pandemia torna ‘in grande’. Ne abbiamo parlato con il presidente del comitato Alessandro Gazzani
Grigioni
10 ore
Giovane morta dopo il party: nessuno voleva perdere la patente
Le persone interrogate hanno confermato che si è atteso a lungo prima di portare la 19enne in ospedale per paura di incappare in controlli di polizia
Bellinzonese
11 ore
Quartiere Officine: per i Verdi ‘ancora troppi posteggi’
Giulia Petralli apprezza che il Municipio di Bellinzona abbia rivalutato il progetto iniziale, ‘ma ci sono ancora punti che non ci soddisfano’
Luganese
11 ore
Lugano mantiene la tradizione del Pane di Sant’Antonio
Con una decisione presa a maggioranza, il Municipio ha incaricato la Cancelleria e la Divisione attività culturali di preparare un progetto
Ticino
12 ore
Pensioni, la rete ErreDiPi evolve e diventa un’associazione
La scelta, dice il portavoce Quaresmini, ha l’obiettivo di essere interlocutori solidi e di partecipare attivamente agli incontri tra governo e sindacati
Luganese
13 ore
Trattamento stazionario a un giovane reo di tante ‘bravate’
Inflitti 22 mesi da espiare a un 23enne che, in pochi giorni, ha commesso diversi reati. Pena sostituita con il ricovero in una struttura chiusa
© Regiopress, All rights reserved