laRegione
06.12.22 - 15:39
Aggiornamento: 16:21

Frana in Val Calanca, iniziato lo sgombero della strada

Due escavatrici sono entrate in azione dopo l’esclusione del pericolo imminente di altri crolli. Obiettivo riaprire la carreggiata prima del weekend

frana-in-val-calanca-iniziato-lo-sgombero-della-strada
Polizia cantonale
La frana che da domenica mattina isola mezza valle

Torna il sereno sulla Valle Calanca, dove questa mattina le condizioni meteo hanno finalmente consentito ai tecnici di effettuare il volo in elicottero per valutare la stabilità della parete rocciosa da cui domenica mattina si sono staccati complessivi 600 metri cubi di materiale, 150 riversatisi sulla strada cantonale tra il bivio di Castaneda e Molina, comportando l’immediata e forzata chiusura della carreggiata e l’isolamento dei circa 450 abitanti dei comuni dell’alta valle, Buseno, Calanca e Rossa. La notizia positiva è che le operazioni di sgombero della frana sono iniziate oggi poco dopo il volo di ricognizione, spiega il capo dell’Ufficio tecnico cantonale di Mesocco Andrea Peduzzi, ritenuto che è stato possibile «escludere il rischio imminente di altri crolli». Prima di iniziare con lo sgombero, comunicava ieri l’Ufficio tecnico cantonale, andava infatti verificato se, anche a cause delle forti precipitazioni degli ultimi giorni, dalla parete di 300 metri potessero staccarsi e precipitare altre parti instabili. A preoccupare, in particolare, un grosso sperone di roccia, questa mattina giudicato però ancora ben ancorato alla montagna.

Due escavatrici, una a nord e una a sud della frana, sono quindi già entrate in azione per la rimozione dei detriti e dei grandi massi che hanno colpito la carreggiata. Una volta sgomberato il materiale, si tratterà di capire lo stato del manto stradale e il tipo di interventi necessari per riaprire la strada in maniera parziale prima del weekend. Obiettivo, precisa Peduzzi, che rimane ragionevole. L’Ufficio tecnico cantonale di Mesocco ricorda il divieto assoluto di transito pedonale sul tratto di strada interessata dalla frana.

In una situazione di isolamento che verosimilmente durerà anche un paio di giorni, i municipi di Buseno, Calanca e Rossa si sono organizzati per assistere la popolazione, diramando un avviso per i residenti con i contatti telefonici in caso di urgenza sanitaria, necessità di assistenza a domicilio o fornitura di farmaci. Pure previsto, domani mattina (mercoledì), un volo in elicottero da Arvigo a Buseno per chi avesse la necessità di rientrare al proprio domicilio.

Leggi anche:

Val Calanca, strada forse riaperta prima del weekend

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Albertoni: ‘La frammentazione politica ci preoccupa non poco’
Il direttore della Camera di commercio: ‘Gli imprenditori hanno bisogno di certezze. Meno ideologia e più discussioni fondate su fatti concreti’
Ticino
1 ora
‘La nostra forza? La biodiversità investigativa’
Polizia giudiziaria. Ferrari e Gnosca: ‘Profili diversi, indagini performanti’. Sta per chiudersi il concorso per aspiranti ispettori e ispettrici
Luganese
1 ora
‘In ansia per i miei figli’: Mezhde rischia ancora l’espulsione
Verso il preavviso negativo da parte del Cantone. L’avvocata della famiglia curda: ‘Non tengono in considerazione che lei ha vissuto più qui che in Iraq’
Bellinzonese
1 ora
L’Eoc: caso chiuso. ‘Ma noi vogliamo vederci chiaro, aiutateci’
San Giovanni di Bellinzona, senza esito le verifiche avviate sulla segnalazione di ex infermiere malate che preparavano antitumorali a mani nude
Centovalli
9 ore
Golino-Zandone, trasporto pubblico da potenziare
La richiesta di più corse bus da parte del Comune delle Centovalli e della Agie Charmilles (tramite Cit) recapitata alla Sezione della mobilità
Grigioni
9 ore
Giù la maschera! Roveredo si tuffa nel Carnevale Lingera
Inaugurata questa sera la 61esima edizione. Fra le novità la possibilità di acquistare i biglietti online e il percorso del corteo di sabato
Locarnese
10 ore
L’indebitamento pubblico preoccupa Gordola, su le imposte
Il Consiglio comunale sposa la linea del rapporto di minoranza della Gestione e alza il moltiplicatore dall’84 all’88 per cento, sconfessando il Municipio
Ticino
11 ore
Ricerca fra le macerie, pure una squadra ticinese in Turchia
Lunedì Mauro Bonomi e Luna sono volati sul posto. In preallarme il presidente della sezione rossoblù di Redog Fabio Giussani: ‘Pronto a intervenire’
Ticino
12 ore
Radar, un’altra interpellanza scottante diventa interrogazione
Alle domande poste da Passalia e Dadò (Centro) sull’aumento di controlli di velocità il governo risponderà in forma scritta. E tra diverso tempo.
Luganese
15 ore
Riprendono i lavori sulla A2 tra Lamone e Gentilino
In collina velocità limitata a 80 km/h, mentre allo svincolo di Lugano Nord si viaggia a 100 km/h
© Regiopress, All rights reserved