laRegione
07.05.21 - 14:30
Aggiornamento: 10.05.21 - 17:32

Grigioni, niente più mascherina per residenti in casa anziani

L'allentamento esteso anche agli ospiti che hanno deciso di non farsi vaccinare. Resta l'obbligo per il personale e i visitatori

Ats, a cura de laRegione
grigioni-niente-piu-mascherina-per-residenti-in-casa-anziani
(Ti-Press)

Niente più mascherine per gli anziani nelle case di cura dei Grigioni a partire da oggi. Lo ha comunicato in conferenza stampa il medico cantonale Marina Jamnicki, precisando che le regole di visita sono state allentate anche per gli ospiti che hanno deciso di non farsi vaccinare.

Queste misure sono state rese possibili grazie all'alto tasso di adesione alla vaccinazione fra i residenti delle case anziani. "Presumiamo che questo proteggerà anche coloro che non sono stati vaccinati", ha detto Jamnicki. Il Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità del canton Grigioni ha così deciso di levare l'obbligo anche per chi ha deciso di non farsi vaccinare.

Finora, da marzo, a fare a meno della mascherina potevano essere solo i residenti ai quali era stata somministrata la seconda dose di vaccino da almeno 15 giorni. A partire da oggi, le mascherine dovranno essere indossate solo dal personale e dai visitatori.

Primi allentamenti già a marzo

All'inizio di gennaio gli ospiti delle case per anziani e di cura e il loro personale sono state le prime categorie di persone nel Cantone dei Grigioni a essere vaccinate contro il coronavirus.

Già a inizio marzo l'Ufficio cantonale di sanità dei Grigioni aveva allentato le regole per le visite nelle case per anziani - in particolare per gli ospiti già immunizzati - perché da febbraio non si erano più verificati casi positivi tra le persone vaccinate. A quella data, oltre l'80% di tutti gli ospiti delle case per anziani e di cura retiche era stato vaccinato due volte e quindi dichiarato immune.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
19 min
Caso Unitas, Mps e Noi (Verdi) tornano alla carica
Nuove interpellanze: ’Le risposte scritte del Consiglio di Stato sollevano altri interrogativi’
Luganese
19 min
La comunità cripto trova casa in centro città
L’Hub s’insedierà nell’edificio che ospitava il Sayuri e una banca, tra via Motta e Contrada Sassello. Lunedì discussione generale in Consiglio comunale
Locarnese
19 min
Scintille tra Gordola e la Sopracenerina sulle tariffe
Nuova lettera dal Municipio al CdA della Ses per fare chiarezza sui costi di produzione e i prezzi applicati. Dividendi? ’Si può rinunciare’
Bellinzonese
9 ore
‘Eros Walter era un vulcano: alla Federviti ha dato moltissimo’
Lutto nel mondo vitivinicolo ticinese: è deceduto lo storico presidente della sezione Bellinzona e Mesolcina. Il ricordo di amici e colleghi
Ticino
10 ore
Marchesi: ‘Se l’Udc entrasse in governo, noi pronti per il Dfe’
I democentristi ribadiscono la loro ricetta per il risanamento delle finanze cantonali: ‘Se ci avessero ascoltato, avremmo già risparmiato 100 milioni’
Luganese
11 ore
Lugano, quel vuoto in piazza della Riforma
Verso la ristrutturazione l’edificio che ospitava il Caffè Federale, sulla cui facciata c’è la più vecchia insegna di caffetteria della piazza
Bellinzonese
11 ore
Zac, via altri alberi a Bellinzona: perché?
I Verdi insorgono con un’interpellanza al Municipio sui tagli eseguiti lungo i viali Franscini e Motta
Ticino
12 ore
Radar: questa settimana sono in un comune su due
L’elenco delle località dove dal 6 al 12 febbraio verranno eseguiti controlli della velocità
gallery
chiasso
12 ore
Nebiopoli, in seimila al corteo dei bambini
L’appuntamento odierno ha visto sfilare 1’500 allievi delle scuole elementari e dell’infanzia
Locarnese
14 ore
Acqua potabile per tutti: Locarno, Losone e Muralto solidali
Raccolti e devoluti a favore delle popolazioni dell’Africa occidentale oltre 28mila franchi. Serviranno alla realizzazione d’infrastrutture idriche
© Regiopress, All rights reserved