laRegione
09.12.22 - 18:27
Aggiornamento: 18:55

A Sementina scocca l’ora della tanto attesa nuova scuola

Il Municipio di Bellinzona rispedisce al mittente la critica e il timore che si voglia procedere con una soluzione d’urgenza provvisoria

a-sementina-scocca-l-ora-della-tanto-attesa-nuova-scuola
Ti-Press
La parte del complesso al Ciossetto già realizzata

La realizzazione della nuova scuola elementare di Sementina prevista in zona Ciossetto è a rischio? Affatto, assicura il Municipio di Bellinzona che rispondendo a un’interpellanza critica di Patrick Rusconi e altri tre consiglieri comunali liberali-radicali aggiorna sull’iter in stato avanzato. L’impasse del passato, ricordiamo, era dovuta ai ricorsi che per quasi un decennio hanno sospeso la realizzazione tanto attesa dalle famiglie e voluta dall’ex Comune che aveva stanziato un credito di 13 milioni nel 2011 e rilasciato la licenza edilizia nel 2014. Licenza che il Tribunale cantonale amministrativo – ricostruisce l’Esecutivo – ha confermato definitivamente nell’aprile 2021: "Nel frattempo sono cambiate le linee guida per una nuova didattica; inoltre è stato necessario adattare il progetto agli attuali standard energetici. Per non costruire una nuova scuola basata su una didattica ormai superata, si è reso necessario rivedere il progetto e, senza modificarne l’impostazione che necessitasse una sua nuova pubblicazione, si è potuto adattarlo senza grossi stravolgimenti. Ne sono derivati un progetto definitivo e relativo preventivo aggiornati". Perciò entro fine 2022 verrà licenziato un messaggio municipale con la richiesta di credito suppletorio (visto anche l’aumento dei costi di costruzione intervenuto dal 2014 a oggi) che completerà l’investimento. Quello di base già stanziato dal vecchio Cc di Sementina "è inserito nel piano delle opere 2023 e degli anni seguenti. Il credito suppletorio, che verosimilmente verrà esaminato dal Cc nei primi mesi del 2023, verrà inserito nel piano delle opere per gli anni 2024 e seguenti". Qualora non venisse stanziato il credito suppletorio, "saremmo costretti a rivedere il progetto nel suo insieme".

Mensa promossa a centro extra-scolastico

Quanto agli spazi, il progetto originale prevedeva dieci aule di sezione (aule di classe di grande superficie per accogliere fino a 25 allievi) oltre ad aule speciali, biblioteca, mensa, spazi amministrativi e palestra doppia (nel frattempo realizzata); programma che tutt’oggi "soddisfa le esigenze della Direzione scolastica". Con due novità: "Considera la generosità degli spazi, la rielaborazione del progetto in corso permette di ottenere un’ulteriore aula di classe attraverso una semplice riorganizzazione degli spazi e senza aumentare il volume dello stabile", così da evitare il rischio di altri ricorsi. Il nuovo edificio conterrà quindi undici aule di sezione. Inoltre il Municipio ricorda che nel progetto commissionato dall’allora Comune di Sementina era prevista una mensa con uno spazio per la rigenerazione dei pasti: "Il progetto aggiornato prevede di sostituirla con un centro extra-scolastico diurno in linea con l’indirizzo intrapreso dalla Città a partire dal 2020, laddove un centro extra-scolastico riconosciuto deve avere determinate caratteristiche e soddisfare precisi criteri, distinguendosi così da una mensa scolastica o da un doposcuola. Ai sensi della Legge sulle famiglie deve avere un’apertura regolare durante tutto l’anno civile che copre cumulativamente tutti i momenti della giornata al di fuori dell’orario e del periodo scolastico dalle 7 alle 19 (quindi le fasce orarie 7-9/11.30-13.30/15.30-19, il mercoledì dalle 11.30 alle 19, durante le vacanze scolastiche dalle 7 alle 19) e che s’indirizza prevalentemente a minorenni sotto i 15 anni. Accoglie i bambini i cui genitori lavorano, sono in formazione o per situazioni sociali particolari.

L’urgenza solo dove ci vuole

Il Municipio insomma rispedisce al mittente le critiche del consigliere comunale Rusconi, in particolare il timore che la nuova scuola slitti ancora nel tempo e si realizzi una soluzione d’urgenza (aule prefabbricate) visto lo stato precario in cui versa la scuola vecchia: "Il Settore opere pubbliche dall’aggregazione a oggi ha realizzato e concluso investimenti per circa 100 milioni di franchi. Allo stesso tempo sono stati votati dal Legislativo oltre 50 nuovi messaggi". Perciò la tesi secondo cui il Dop opererebbe con messaggi d’urgenza "non può ritenersi corretta", scrive l’Esecutivo. Il riferimento di Rusconi era per le sei classi prefabbricate che dal prossimo settembre accoglieranno i bambini della Gerretta per la durata di 5-7 anni, fintanto che non sarà ultimato il nuovo centro scolastico previsto sui terreni dell’ex Magazzino dello Stato in via Vallone. Tre mesi fa per quelle sei classi il Cc aveva stanziato un credito di 2,45 milioni con appunto la clausola d’urgenza, accelerando così contemporaneamente l’iter per la nuova scuola.

Leggi anche:

Riparte il progetto per le nuove Scuole elementari a Sementina

Sementina, la vecchia scuola ‘cade a pezzi: dov’è la nuova?’

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
1 ora
Albertoni: ‘La frammentazione politica ci preoccupa non poco’
Il direttore della Camera di commercio: ‘Gli imprenditori hanno bisogno di certezze. Meno ideologia e più discussioni fondate su fatti concreti’
Ticino
1 ora
‘La nostra forza? La biodiversità investigativa’
Polizia giudiziaria. Ferrari e Gnosca: ‘Profili diversi, indagini performanti’. Sta per chiudersi il concorso per aspiranti ispettori e ispettrici
Luganese
1 ora
‘In ansia per i miei figli’: Mezhde rischia ancora l’espulsione
Verso il preavviso negativo da parte del Cantone. L’avvocata della famiglia curda: ‘Non tengono in considerazione che lei ha vissuto più qui che in Iraq’
Bellinzonese
1 ora
L’Eoc: caso chiuso. ‘Ma noi vogliamo vederci chiaro, aiutateci’
San Giovanni di Bellinzona, senza esito le verifiche avviate sulla segnalazione di ex infermiere malate che preparavano antitumorali a mani nude
Centovalli
9 ore
Golino-Zandone, trasporto pubblico da potenziare
La richiesta di più corse bus da parte del Comune delle Centovalli e della Agie Charmilles (tramite Cit) recapitata alla Sezione della mobilità
Grigioni
9 ore
Giù la maschera! Roveredo si tuffa nel Carnevale Lingera
Inaugurata questa sera la 61esima edizione. Fra le novità la possibilità di acquistare i biglietti online e il percorso del corteo di sabato
Locarnese
10 ore
L’indebitamento pubblico preoccupa Gordola, su le imposte
Il Consiglio comunale sposa la linea del rapporto di minoranza della Gestione e alza il moltiplicatore dall’84 all’88 per cento, sconfessando il Municipio
Ticino
11 ore
Ricerca fra le macerie, pure una squadra ticinese in Turchia
Lunedì Mauro Bonomi e Luna sono volati sul posto. In preallarme il presidente della sezione rossoblù di Redog Fabio Giussani: ‘Pronto a intervenire’
Ticino
11 ore
Radar, un’altra interpellanza scottante diventa interrogazione
Alle domande poste da Passalia e Dadò (Centro) sull’aumento di controlli di velocità il governo risponderà in forma scritta. E tra diverso tempo.
Luganese
15 ore
Riprendono i lavori sulla A2 tra Lamone e Gentilino
In collina velocità limitata a 80 km/h, mentre allo svincolo di Lugano Nord si viaggia a 100 km/h
© Regiopress, All rights reserved