laRegione
01.08.22 - 22:31
Aggiornamento: 22:47

‘Bellinzona sulla via giusta dell’innovazione: la sosterrò’

Primo agosto – La manager Beatrice Fasana si è rivolta a una gremita Piazza del Sole sposando la strategia turrita in ambito biomedico

bellinzona-sulla-via-giusta-dell-innovazione-la-sosterro
Ti-Press/Samuele Filippi
Mario Branda e Beatrice Fasana

«Dove ci sono visione e volontà, c’è anche una via… E con i mezzi appropriati tutto sarà possibile. Avanti Bellinzona! Secondo me quella imboccata è la giusta via». L’incarico di rivolgersi ai bellinzonesi in occasione della festa della patria è stato affidato quest’anno a Beatrice Fasana: direttrice della Sandro Vanini Sa di Rivera, vanta una laurea in scienze dell’alimentazione al Politecnico di Zurigo e una ricca esperienza professionale in varie industrie alimentari; inoltre è vicepresidente della Supsi e membro del Consiglio dei politecnici federali svizzeri. Ed è presente nella classifica della rivista elvetica ‘Women in Business’ per il secondo anno consecutivo, tra le cento donne più influenti in Svizzera nella categoria ‘Industrie und Handel’, dove si contano solo tre ticinesi. Non da ultimo è citata nel libro "101 donne di successo in Ticino".

‘Ticino all’avanguardia nel confronto europeo’

Rivolgendosi a una gremita Piazza del Sole dopo il saluto iniziale del sindaco Mario Branda, Beatrice Fasana ha posto l’accento sul tema dell’innovazione su cui stanno spingendo il Cantone e la Città di Bellinzona. Innovazione che «se crea valore nelle aziende, crea anche benessere e indotto per il paese». L’edizione 2021 dell’European Innovation Scoreboard, statistica pubblicata dalla Commissione europea, «ha decretato la Svizzera quale Paese più innovativo d’Europa. A livello regionale (Regional Innovation Scoreboard), il Canton Ticino è stato catalogato a sua volta quale ‘Innovation leader’ classificandosi al secondo posto in Svizzera alle spalle di Zurigo che figura al quinto posto tra le regioni più innovative d’Europa. Il Ticino risulta dunque all’avanguardia a livello europeo». E Bellinzona? «La vostra Città nell’ambito dell’innovazione si sta sempre più profilando e mostrando la volontà concreta di voler giocare un ruolo propulsivo gettando le basi per il polo tecnologico del futuro in Ticino attorno alle scienze della vita costruito a partire da due pietre miliari come l’Irb e Iosi». Secondo Beatrice Fasana si tratta di un progetto «visionario e a lungo respiro che secondo me va sostenuto con forza e mezzi cantonali, oltre che comunali. Quanto a me, negli ambiti in cui sono attiva cercherò di far convergere tutta l’attenzione qui ma anche d’Oltralpe».

‘Sistema formativo di prim’ordine’

Da qui il suo auspicio «a vivere e a rappresentare con maggiore consapevolezza i valori scritti nella Costituzione federale. Valori che abbiamo ‘ereditato’ da chi, prima di noi, molto si è impegnato e ha combattuto per acquisirli. Ciò ci permette di essere un paese che, seppur piccolo, svetta nelle classifiche dell’innovazione mondiale e permette a tutti un accesso a una formazione di qualità. Un Paese il cui livello di benessere, grazie soprattutto a tutte le operose piccole e medie imprese e ai loro posti di lavoro, è davvero invidiabile». Proprio in ambito formativo, Beatrice Fasana ha sottolineato che in Svizzera «disponiamo di un sistema formativo di prim’ordine. E siccome nulla viene regalato, a chi s’impegna e investe energie nella propria formazione si aprono innumerevoli strade e autostrade per realizzare il proprio sogno lavorativo, sia partendo da un apprendistato, sia optando per la via accademica». In questo ambito ha rimarcato che «ogni studente svizzero meritevole pagando una tassa scolastica annuale di 1’600 franchi, poco più di 4 franchi al giorno, può accedere al Politecnico di Zurigo, l’ottava migliore università mondiale, mentre in certi atenei americani sborserebbe annualmente più di 50’000 dollari. Negli Stati Uniti e in molti altri Paesi accedono alle migliori scuole non i più meritevoli, ma quelli con le maggiori disponibilità finanziarie».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
video
Bellinzonese
8 min
Un amico della 19enne morta: ‘Aveva un grande problema’
Roverdo/Bellinzona, un testimone presente al rave party abusivo parla di ketamina e dice di aver invano proposto al gruppo di allertare l’ambulanza
Ticino
56 min
In Ticino oltre 35mila dosi di richiamo: cosa cambia a dicembre
Adeguato il dispositivo: vaccinazioni al solo Centro cantonale di Quartino il 2, 3, 9 e 16 dicembre 2022, negli studi medici e nelle farmacie disponibili
Locarnese
1 ora
Lionza, sbaglia la retromarcia e finisce sul fianco
Incidente della circolazione ieri notte, nelle alte Centovalli. Praticamente illesi gli occupanti del veicolo, adagiatosi ai lati della carreggiata
Bellinzonese
2 ore
È morta la 19enne lasciata in ospedale a Bellinzona
Il decesso ieri sera: dopo un rave party sopra Roveredo era stata portata al San Giovanni da quattro giovani allontanatisi in auto e poi identificati
Luganese
4 ore
Massagno, Ibsa si prepara a lasciare la storica sede
Sorta nel 1945, l’azienda si trasferirà definitivamente l’estate prossima. Suscita interesse e curiosità il futuro del vasto terreno che occupa.
Mendrisiotto
7 ore
A2 a sud, pronti a partire con uno studio di fattibilità
Il Cantone si fa carico di analizzare le due varianti proposte sullo spostamento del tracciato autostradale. La Crtm incontrerà i responsabili del Dt
Grigioni
7 ore
San Bernardino, applausometro 7 su 10 per Artioli e progetti
Un successo la presentazione a Mesocco: 400 posti di lavoro in inverno e 250 in estate, gettito fiscale quintuplicato e 40 milioni per gli impianti
Luganese
7 ore
Lugano, la casa da gioco compie vent’anni e fa tornare i conti
Limitato l’impatto della concorrenza campionese, il casinò affronta la questione energetica e invia la richiesta di rinnovo della concessione federale
Bellinzonese
16 ore
Grave all’ospedale una 19enne, forse dopo rave party
Quattro giovani, nel frattempo identificati, l’hanno lasciata all’ospedale San Giovanni. Venivano da una festa abusiva organizzata a Roveredo
Luganese
17 ore
Capriasca, la Giudicatura di pace trova casa a Vaglio
Inaugurata la nuova sede del Circolo che comprende anche Origlio e Ponte Capriasca e che risolve poco meno di 200 incarti all’anno
© Regiopress, All rights reserved