laRegione
fra-saldo-negativo-dei-giovani-e-progetto-aggregativo
Ti-Press/Gianinazzi
Tiziano Galeazzi
+3
01.08.22 - 22:00
Aggiornamento: 23:22

Fra saldo negativo dei giovani e progetto aggregativo

Da Lugano a Val Mara le allocuzioni del municipale Tiziano Galeazzi e della consigliera nazionale Greta Gysin

Un discorso a tutto tondo quello pronunciato a Lugano dal neo municipale Tiziano Galeazzi. Ma è soprattutto un dato che ha attirato la sua attenzione nei primi mesi di responsabile anche del Servizio di statistica urbana: "Malgrado la popolazione sia tornata a crescere vi è, purtroppo, un saldo negativo tra gli arrivi e le partenze dei giovani attinenti di Lugano". Per Galeazzi, infatti, la popolazione è "la vera ricchezza di una città, in particolare la popolazione giovane. Questo è ancora più vero in un territorio con una struttura demografica che vede il numero di pensionati in costante aumento e quello delle persone attive diminuire. Uno dei principali obiettivi di questa città è, senza dubbio, quello di essere attrattiva, di piacere e di essere all’altezza delle necessità e delle aspettative dei suoi cittadini più giovani".

La soluzione? "Non è certo soltanto delle imprese il compito di rendere il nostro territorio più a misura di giovane. Le istituzioni devono assumere un ruolo decisivo nel riuscire a trattenere i nostri ragazzi e a incentivare il ritorno di quelli che sono partiti. A monte, ritengo che si debba partire dall’offerta formativa. È necessario orientare la formazione di tutti i livelli di scuola nel nostro Cantone, verso le reali esigenze del mercato del lavoro locale".

È stata ospite nel quartiere del suo cuore, Rovio, come da lei stessa indicato, Greta Gysin. Nel neo Comune di Val Mara ("abbiamo fatto la Val Mara, ora dobbiamo fare i valmaresi"), la consigliera nazionale ha esordito plaudendo al progetto aggregativo "che ho atteso per tanto tempo, in cui ho creduto fortemente e in cui nutro grandi speranze". Per la consigliera nazionale "la politica è partecipazione, la politica siamo noi. Ci sta indignarsi di fronte ai problemi. Ci sta anche spazientirsi ogni tanto. Ma non basta: bisogna anche contribuire a risolverli, i problemi. Anche perché, spesso, le soluzioni nascono proprio dalle azioni quotidiane di ogni singola persona, azienda, associazione". Per Gysin "vale per la responsabilità sociale, vale anche in ambito ambientale. Vale per i grandi temi globali, vale anche a livello comunale". Da qui l’invito: "L’anno prossimo, il primo d’agosto, festeggiamolo insieme in una sola piazza, anziché nei singoli quartieri - è l’unità nelle differenze che contraddistingue la Svizzera e che potrebbe diventare un tratto distintivo anche della Val Mara".

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
1 agosto greta gysin tiziano galeazzi val mara
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
1 ora
L’eredità del padre sparita: ‘Lui col fucile voleva spaventarlo’
Tentato assassinio di Agno: il 22enne giovedì avrebbe sottratto la somma alla nonna ed è scomparso. La disperata ricerca da parte del padre e gli spari
Ticino
2 ore
L’impresa sostenibile, tra marketing e realtà
A colloquio con l’economista Marialuisa Parodi sulla cosiddetta ‘finanza Esg’, basata cioè su rating di adeguatezza ambientale e sociale
Luganese
5 ore
Flp, lunghe attese e ritardi coi bus sostitutivi
Alcune persone questa mattina non sono riuscite a salire sui mezzi troppo pieni
Mendrisiotto
8 ore
Age e Aim, la rete idrica è sempre sottopressione
Rimangono in vigore le raccomandazioni all’uso parsimonioso dell’acqua e i divieti. La situazione è critica, ma alcuni Comuni riescono a cavarsela
Locarnese
10 ore
Tegna, ‘no alla variante che finirà per cancellarci’
L’Associazione sportiva preoccupata per le mire pianificatorie del Municipio per la zona dei Saleggi, con il sacrificio del campo da calcio (e del club)
Ticino
20 ore
Ipct, Pronzini si rivolge alla Commissione di mediazione
Il deputato dell’Mps ha chiesto alla cassa pensioni la decisione sulla riduzione del tasso di conversione. Accesso differito. Il parlamentare non ci sta
Luganese
21 ore
Soprusi, schiaffi e ustioni ai figli per 4 anni, il caso in aula
Genitori alle Correzionali, la pubblica accusa chiede pene parzialmente da espiare. Una perizia ha accertato la loro incapacità genitoriale
Luganese
22 ore
Rovio, il movente sarebbe il furto del figlio alla nonna paterna
Il padre avrebbe sparato alla schiena del 22enne forse a causa degli 80’000 franchi spariti dalla casa di Gravesano della parente
Mendrisiotto
22 ore
Chiasso, due campi esterni da padel all’ex Boffalorino
La domanda di costruzione per il progetto sarà presentata entro fine mese. L’area nel frattempo è stata sistemata
Bellinzonese
23 ore
Progetto Ritom a tetto: così cambia l’idroelettrico leventinese
Ffs e Aet presentano l’avanzamento del cantiere. Poi toccherà alla centrale del Piottino. Valutazioni in corso per Lucendro e alcune riversioni
© Regiopress, All rights reserved