laRegione
04.02.22 - 14:55
Aggiornamento: 19:04

Alla stazione di Giubiasco via le barriere architettoniche

Con un investimento di 12 milioni prevista una lunga serie di migliorie, comprese iscrizioni in linguaggio Braille per ciechi e ipovedenti

alla-stazione-di-giubiasco-via-le-barriere-architettoniche
Ti-Press

Fra quasi due anni, nel dicembre 2023, la stazione di Giubiasco sarà priva di barriere architettoniche. Lo comunicano le Ffs con largo anticipo spiegando che rinnoveranno la struttura secondo le prescrizioni della Legge sui disabili. I piani saranno visionabili presso il Comune di Bellinzona da lunedì prossimo 7 febbraio all’8 marzo. Il progetto prevede l’innalzamento dei due marciapiedi centrali così da accedere senza dislivello ai treni a pianale ribassato. I due marciapiedi saranno anche allungati per consentire la fermata di treni lunghi 220 metri. Le scale e le rampe di accesso dal sottopasso pedonale ai due marciapiedi saranno adeguate alle nuove quote e su tutti i corrimani ci saranno le iscrizioni in linguaggio Braille per ciechi e ipovedenti. Anche le scale e la rampa di accesso principali (da viale Stazione) saranno nuove ed entrambe dotate di un pianerottolo intermedio, mentre l’accesso secondario da via Moderna sarà coperto. Le sale d’attesa dei due marciapiedi saranno sostituite da nuove sale, secondo gli attuali standard Ffs, e saranno posizionate più a nord rispetto a quelle attuali, per non ostacolare il flusso delle persone. In tutta la stazione sarà realizzato un nuovo arredo e una nuova segnaletica. Il marciapiede 1 non subirà alcun intervento poiché realizzato già conforme alla Legge disabili nel 2015. L’investimento ammonta a 12 milioni di franchi, finanziato dalla Confederazione nell’ambito del programma ‘Accesso alla ferrovia’. I lavori inizieranno fra un anno.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Mendrisiotto
1 ora
Trasporto di 712 grammi di eroina, l’incarto torna al Ministero
La droga è stata intercettata a Coldrerio. La Corte delle Assise criminali non ha approvato l’atto d’accusa emesso nei confronti di un 49enne svizzero
Ticino
3 ore
Le liste per Consiglio di Stato e Gran Consiglio hanno un numero
Sorteggiato l’ordine di apparizione sulla scheda delle prossime elezioni Cantonali del 2 aprile 2023. Domani la pubblicazione delle liste complete
Locarnese
5 ore
Cani liberi all’ex aerodromo di Ascona: le multe non piacciono
Municipio e Polizia replicano: ‘La legge parla chiaro: guinzaglio obbligatorio. Noi interveniamo su segnalazione di cittadini che reclamano’
Mendrisiotto
5 ore
Pozzo Polenta, l’inchiesta amministrativa si allarga
Adesso al tavolo dell’autorità cantonale ci sono entrambe le società petrolifere che hanno gestito la stazione di servizio
Mendrisiotto
8 ore
‘Io oggi sogno un Mendrisiotto unito’
Abbiamo parlato di aggregazione con Giorgio Fonio. E il consigliere comunale di Chiasso e gran consigliere ha una sua visione per il futuro
Gallery
Bellinzonese
8 ore
I terreni abbandonati ora profumano di lavanda
L’associazione Stregaverde ridà vita ai sedimi trascurati piantando fiori e spezie. Coltivata un’area vicino a Sasso Corbaro. Si cercano volontari e fondi
Locarnese
8 ore
Sébastien Peter alla guida dei servizi culturali cittadini
La scelta del Municipio di Locarno è caduta sul 38enne attivo nel campo della promozione culturale a Bienne. Inizierà il suo mandato in primavera
Ticino
8 ore
Unitas, ex membri di comitato: ‘Non sono denunce per ripicca’
Le testimonianze: ‘Siamo bersaglio di ostilità per aver portato alla luce gli abusi. Ci accusano di aver agito perché estromessi. O troppo tardi. È falso’
Luganese
14 ore
Plan B continua a dividere Lugano
Dalla discussione generale in Consiglio comunale, critiche più o meno velate da Ps, Verdi e Centro, mentre Udc, Lega e Plr lodano l’operazione
Bellinzonese
15 ore
Rubano materiale da hockey ad Arbedo: bottino di 300mila franchi
Il furto di pattini, bastoni e macchinari specializzati sarebbe avvenuto, stando alla Rsi, lo scorso fine settimana
© Regiopress, All rights reserved