laRegione
01.06.21 - 18:34
Aggiornamento: 02.06.21 - 11:03

Sant'Antonino, la pandemia incide sui conti

Consuntivo 2020: registrata una perdita di poco più di 584mila franchi dovuta in particolare al Covid-19

sant-antonino-la-pandemia-incide-sui-conti

Chiudono con un disavanzo d’esercizio di poco più di 584mila franchi i conti consuntivi 2020 del Comune di Sant’Antonino. Ciò a fronte di spese correnti pari a 9,269 milioni e ricavi per 8,685. Un risultato che non coincide con quanto annunciato dal Preventivo 2020 che prevedeva un avanzo d’esercizio di 35’674 franchi. 

Nel messaggio licenziato all’attenzione del Consiglio comunale (convocato il 21 giugno), il Municipio guidato da Simona Zinniker parla comunque di “una situazione finanziaria stabile”, malgrado l'imprevedibile anno vissuto. Trattandosi di “evidenti situazioni straordinarie, si ritiene comunque corretta l'applicazione del moltiplicatore comunale al 65% decisa in sede di preventivo 2020”.  L’Eseucivo imputa il deficit a due principali fattori: la pandemia, con un costo teorico stimato di 288’900 franchi, e la diminuzione di sopravvenienze fiscali dalle persone giuridiche per una minor entrata di 533’317 franchi. Una verifica sul gettito fiscale ha permesso al Municipio “di valutare la maggior spesa di questa anomalia temporale provvisoria in circa 610mila franchi”. Considerando quindi anche gli influssi della pandemia (288'900 franchi), il gravame sul consuntivo 2020 risulta essere di quasi 1 milione di franchi. 

Il gettito fiscale ha subito una significativa variazione nel 2018 dopo il parziale disimpegno del gruppo Kering. Per contro, commenta il Municipo, “si constata una crescita di altre realtà che sopperiscono parzialmente a questa mancanza”. Tuttavia, il gettito fiscale 2019 influenzerà i conti solo a partire dall’esercizio 2022. “Pertanto solo superato questo periodo si potrà sapere se l’esercizio deficitario del 2020 (ed eventuali prossimi) sia causato da una situazione strutturale o provvisoria. La situazione continuerà dunque ad essere attentamente monitorata onde poter stabilire l'attuale reale gettito fiscale comunale”. 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Grigioni
21 min
San Vittore, 2 votanti su 3 approvano il credito per la scuola
Passa alle urne l’investimento di 7,1 milioni. Sempre pendente il ricorso dell’ex sindaco che chiede di ripetere la votazione con più dati sui costi
Luganese
17 ore
Arogno, il sentiero resta: respinto il ricorso di Franco Masoni
L’ex consigliere agli Stati riteneva illegittimo il ‘declassamento’ di una strada sterrata per raggiungere la sua proprietà
Luganese
17 ore
Origlio, l’avventura di un negozietto di paese
Peter Murer per 22 anni lo ha gestito guadagnandosi l’affetto della gente. Ora lascia ma ‘Bondì’ resterà
Luganese
1 gior
Direttore arrestato, ‘bisogna cogliere i segnali d’allarme’
Secondo il criminologo Franco Posa allievi, docenti e genitori devono poter far affidamento su una rete esterna per evitare situazioni spiacevoli
Ticino
1 gior
‘Cdm, competenze da ampliare o meccanismi da rivedere’
Consiglio della magistratura, lettera del governo alla commissione parlamentare Giustizia e diritti. Nicola Corti: spunti di riflessione interessanti
Ticino
1 gior
Rincari: ‘Non si scarichino le responsabilità su chi è malato’
A fronte di un aumento dei premi di cassa malati che si prospetta vertiginoso, per Acsi, cliniche private, Eoc, medici e farmacisti serve cambiare sistema
Luganese
1 gior
Lugano prevede di adeguare il rincaro del 3%
Lo annuncia il Municipio nella risposta all’interrogazione presentata dalla sinistra. La decisione definitiva verrà presa il prossimo dicembre
gallery
Bellinzonese
1 gior
Morobbia: dopo 20 anni e 22 milioni, inaugurato l’acquedotto
Entrato in funzione questa estate, in passato era stato contestato dalla Città e oggi produce anche elettricità per oltre mille abitanti
Ticino
1 gior
Le settimane passano, ma non i radar, ed è ottobre
Comune per comune i punti ‘osservati speciali’ dell’azione di controllo della velocità in un’ottica di prevenzione
Bellinzonese
1 gior
Stazione di Biasca senza biglietteria, per il CdS va bene così
Sportelli fisici usati solo dal 5% dei viaggiatori: il governo non entra nel merito della decisione adottata dalle Ffs
© Regiopress, All rights reserved