laRegione
18.04.21 - 12:19
Aggiornamento: 15:01

Sfuma a Bodio il progetto Phoenix da 80 milioni

Fallita la Dataverna Sa di Bellinzona che faceva da capofila per lo stoccaggio di dati informatici nella montagna

sfuma-a-bodio-il-progetto-phoenix-da-80-milioni
Ti-Press

Presieduta da un argoviese e con sede in viale Stazione a Bellinzona dall’aprile 2013, la società Dataverna Sa è stata chiusa e liquidata poiché fallita. Lo scrive il Cdt. A fine 2015 la società aveva depositato in Comune a Bodio la domanda di costruzione (poi concessa) per realizzare una banca dati informatica (investimento 80 milioni di franchi) nel cunicolo di servizio lungo un chilometro e ormai in disuso dopo essere stato usato durante il cantiere AlpTransit sotto il Gottardo. Per il cosiddetto progetto Phoenix sempre nel 2015 il Consiglio comunale di Bodio aveva approvato all’unanimità la necessaria variante di Piano regolatore in località Pozzo Negro; variante a sua volta approvata dal Cantone. Una trentina gli impieghi previsti nella struttura informatica di massima sicurezza, protetta da svariati metri di roccia. Ignoti i motivi del fallimento; si sa solo che il progetto non passerà alla fase di concretizzazione. I promotori nel 2013 avevano peraltro anche messo gli occhi sulla struttura del vicino Infocentro AlpTransit, destinato invece ad accogliere alcuni servizi regionali.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Luganese
6 min
Massagno, si è spento Paolo Grandi
Aveva 82 anni. Per diversi anni, presiedette l’associazione Carlo Cattaneo e fondò la delegazione ticinese dell’Accademia italiana della cucina
Mendrisiotto
1 ora
Per l’ente turistico un ‘Preventivo 2023 prudente’
Molte incertezze date dalla situazione internazionale. Previsto un disavanzo di oltre 60mila franchi. Circa i pernottamenti il 2022 si prospetta positivo.
Grigioni
2 ore
Grono mira a rendere meno cara la vita ai suoi cittadini
Popolazione preoccupata in particolare dall’aumento della bolletta elettrica. Moltiplicatore: il Municipio propone di ridurlo al 90%
Luganese
2 ore
Lugano, carovita al 2,5% per i dipendenti della Città
Il Municipio adegua le scale salariali del personale e il presidente della Commissione Fabio Schnellmann esprime soddisfazione
Bellinzonese
3 ore
Esplode la spesa ‘perché il Municipio non ha fatto i compiti’
Preventivo ’23 di Bellinzona: la maggioranza Plr, Sinistra e Centro della Gestione giudica troppo blanda la spending review e teme misure drastiche
Locarnese
3 ore
Il Museo di Val Verzasca nominato all’EMYA 2023
Tra i sette istituti culturali svizzeri iscritti per il prestigioso riconoscimento europeo vi è anche la struttura con sede a Sonogno
Ticino
6 ore
Un appello per l’Ucraina (e contro Putin)
È quello reso pubblico da Verdi, Ps, Mps e altre formazioni progressiste in previsione della Giornata mondiale dei diritti umani
Locarnese
7 ore
Hangar 1, il Cantone risponde alle Città
Sul futuro dell’aviorimessa all’Aeroporto di Locarno, il CdS ha raggiunto un’intesa con la Aelo Maintenance, che si occuperà della ricostruzione
Bellinzonese
1 gior
Ad Airolo-Pesciüm l’inverno scatta il 16 dicembre
Una nuova stagione invernale ricca di interessanti proposte e attività per tutti gli amanti della neve scalpita
Locarnese
1 gior
Ascona, inaugurato il Centro diurno socio-assistenziale
Offre una sessantina di appartamenti a pigione moderata a persone anziane o invalide. Promotrice è la Parrocchia, a gestirlo è la Fondazione San Clemente
© Regiopress, All rights reserved