laRegione
14.04.21 - 19:07

Durante la notte Lumino spegne tre quarti dei suoi lampioni

Da qualche giorno 200 punti luce su 260 vengono disattivati per cinque ore a partire da mezzanotte e un quarto. Un'altra misura per aumentare l'efficienza energetica

durante-la-notte-lumino-spegne-tre-quarti-dei-suoi-lampioni
(Archivio Ti-Press)

Primo Comune ticinese nel 2013 ad ammodernare l’intera illuminazione pubblica passando a lampioni a Led, Lumino fa nuovamente parlare di sé grazie a un'altra iniziativa volta ad aumentare l’efficienza energetica. Si tratta dello spegnimento di gran parte dei punti luce situati nelle strade residenziali durante cinque ore della notte, da mezzanotte e un quarto fino alle cinque e un quarto. Il Comune ha valutato che sui 260 lampioni installati, 200 possono essere completamente disattivati durante questa fascia oraria. Particolare è il fatto che la decisione, discussa e presa in accordo con l'Azienda multiservizi Bellinzona (Amb), è stata volutamente applicata senza fornire particolari informazioni alla popolazione, proprio per osservare la reazione delle cittadine e dei cittadini. E a pochi giorni dall'introduzione della misura, l'Esecutivo indica di aver ricevuto pochissime lamentele o richieste d'informazione. “Lumino, assieme a molte altre città e Comuni particolarmente impegnati nella politica energetica e climatica, dimostra ancora una volta che spesso il livello comunale è quello dove è più facile adottare provvedimenti esemplari che fanno scuola per Cantoni e Confederazione”, si legge in un comunicato diffuso dall'associazione Città dell'energia, che attraverso il suo responsabile regionale Claudio Caccia sottolinea l'attenzione dell'ente locale per ridurre gli sprechi e utilizzare maggiormente le energie rinnovabili (ricordiamo che nel 2014 Lumino fu il primo Comune della Svizzera italiana a ottenere il marchio Città dell’energia Gold). 

Seguendo l'esempio di Val de-Ruz

Oltre ad Amb, Lumino si è appoggiato sull’esperienza di Val de-Ruz: Comune di 17mila abitanti situato nel Canton Neuchâtel, dal 2018 ha dato inizio a un progetto pilota a tappe per lo spegnimento di buona parte dell’illuminazione pubblica durante la parte centrale della notte, escludendo naturalmente (come a Lumino) i punti luce che illuminano zone particolari come la strada cantonale e gli attraversamenti pedonali. Dopo una prima fase di test nel villaggio di Fontaines (una delle quindici frazioni di Val de-Rus) è stato effettuato un sondaggio dal quale è emerso che oltre l’80% degli abitanti era favorevole allo spegnimento notturno. Per quanto riguarda la sicurezza, durante il periodo di spegnimento la polizia cantonale neocastellana non ha constatato particolari problemi a livello di reati.  

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Bellinzonese
22 min
Abbattuto un giovane lupo in Valle di Blenio
La sua cattura, avvenuta lunedì sera ad Aquila vicino all’abitato e a una stalla, era stata autorizzata il 23 novembre
Bellinzonese
2 ore
Rabadan in rosso, fra le novità 2023 un lieve aumento dei prezzi
Perdita di 117mila franchi, di cui 41mila per Lumino. Via il braccialetto, arriva il QR code. Si lavora a un programma completo. Ecco il gioco da tavolo
Mendrisiotto
5 ore
Piscina coperta regionale, ‘il Cantone dia delle certezze’
Tre deputati momò del Centro tornano alla carica. Sul progetto il Distretto attende ‘risposte chiare e inequivocabili’
Locarnese
5 ore
Via Stazione: dall’autosilo in giù tutto il fronte sarà demolito
Da ieri all’albo comunale di Muralto il progetto da 50 milioni per due nuove costruzioni a contenuti misti e un diverso “rapporto” con il Grand Hotel
Ticino
5 ore
Imposta di circolazione, dalla confusione al circo
Il pessimo spettacolo della politica: incapace di trovare un’intesa, ma capace di alimentare confusione. E poi chissà perché le urne vengono disertate...
Luganese
11 ore
Fra i 17 e i 27 milioni per la nuova piscina di Trevano
La notizia è trapelata a margine dell’assemblea dell’Ente regionale di sviluppo del Luganese. Passi in avanti per il Parco regionale del Camoghè.
Mendrisiotto
12 ore
Un territorio raccontato attraverso tredici storie di vita
Le conversazioni del poeta Massimo Daviddi e i ritratti del fotografo Aldo Balmelli in un libro che restituisce lo sguardo dei protagonisti
Ticino
14 ore
Tetto ai premi di cassa malati, Carobbio: ‘Grave non parlarne’
Per la consigliera agli Stati il ‘no’ all’entrata in materia è ‘un brutto segnale’. Chiesa: ‘rifiutiamo il principio, e per il Ticino cambierebbe poco’
Luganese
15 ore
Lugano, il futuro del fiume Cassarate passa dal Liceo 1
Per la riqualifica un’inedita collaborazione fra Dipartimento del territorio e ragazzi dell’istituto scolastico, fra nuovi accessi e un percorso didattico
Ticino
15 ore
Vigilanza sulla Procura federale, proposta Fiorenza Bergomi
La Commissione giudiziaria sottopone le proprie indicazioni all’Assemblea federale in vista delle nomine in programma per il 14 dicembre
© Regiopress, All rights reserved