laRegione
04.01.21 - 19:57

Antenna sul Campo Tencia, la parola a Berna

Trattandosi di un sedime delicato dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, il Cantone ha chiesto un parere alla Commissione federale natura e paesaggio

antenna-sul-campo-tencia-la-parola-a-berna

È la Commissione federale natura e paesaggio (Cnfp) a doversi esprimere sull'intenzione della società ginevrina McKay Brothers di installare un'antenna radio direzionale di 13 metri a cavallo di Leventina e Lavizzara, fra il Pizzo Penca e i Pizzo Campo Tencia, al fine di migliorare il proprio servizio di trasmissione dati fra le borse europee. Rispondendo a un'interpellanza inoltrata dai deputati del Ppd Sara Imelli e Fiorenzo Dadò – i quali chiedevano lumi sulla compatibilità del “controverso” progetto con la pianificazione locale e quella di ordine superiore – il Consiglio di Stato informa che, trattandosi quello di proprietà del Patriziato di Gribbio di un comparto delicato dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, il Cantone ha richiesto il parere della (Cnfp) in modo da valutare compiutamente se il progetto può essere ritenuto coerente con gli obiettivi di protezione esplicitati dall'Inventario federale dei paesaggi, siti e monumenti naturali d'importanza nazionale. Contro la costruzione, prevista in una zona non edificabile, erano state presentate cinque opposizioni al Municipio di Faido da parte di Comune di Lavizzara, Patriziato di Prato Vallemaggia, Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio, Club alpino svizzero, Wwf e Pro Natura: tutti giudicano inopportuno posare un'antenna simile in un territorio incontaminato e protetto. Una volta ricevuto il preavviso del Cantone (vincolante se negativo), sarà il Comune di Faido a decidere se rilasciare o meno la licenza edilizia. 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Cantone
Ticino
17 min
Radar: questa settimana sono in un comune su due
L’elenco delle località dove dal 6 al 12 febbraio verranno eseguiti controlli della velocità
gallery
chiasso
35 min
Nebiopoli, in seimila al corteo dei bambini
L’appuntamento odierno ha visto sfilare 1’500 allievi delle scuole elementari e dell’infanzia
Locarnese
2 ore
Acqua potabile per tutti: Locarno, Losone e Muralto solidali
Raccolti e devoluti a favore delle popolazioni dell’Africa occidentale oltre 28mila franchi. Serviranno alla realizzazione d’infrastrutture idriche
Luganese
3 ore
Lugano, incendio boschivo sul monte Brè
Il rogo è stato segnalato all’altezza di via Pineta a Brè sopra Lugano verso mezzogiorno
Locarnese
6 ore
Tre milioni di franchi per combattere le neofite invasive
È la richiesta di credito formulata, attraverso il relativo messaggio, dal Municipio di Locarno, per una vera a propria strategia sull’arco di 10 anni
Locarnese
6 ore
Più passeggeri nel 2022 sul trenino bianco-azzurro e i bus
Le Fart hanno conosciuto un incremento dei viaggiatori su gomma e rotaia grazie anche al notevole potenziamento del trasporto pubblico regionale
Luganese
6 ore
A Monteceneri scatta il referendum sull’acquedotto
Partita la raccolta firme contro il credito da 2 milioni per rinnovare ed estendere le condotte sotto alla Cantonale: ‘Non prioritario né necessario’
Locarnese
6 ore
Troppo traffico e troppo rumore in alcune vie di Locarno
Lo sostengono alcuni cittadini che hanno lanciato una petizione per far abbassare la velocità a 30 km/h in via Franzoni, via Varenna e via Vallemaggia
Bellinzonese
6 ore
Si progetta il nuovo ospedale di Bellinzona da 380 milioni
L’Eoc indica una prima fase realizzativa alla Saleggina entro il 2030, seguita da ulteriori sviluppi nel 2050. Cinque piani e, come oggi, 240 posti letto
Ticino
7 ore
Piove troppo poco: scatta il divieto di fuochi all’aperto
La misura, decisa in considerazione dell’elevato rischio di incendio di boschi, concerne Ticino, Moesano, Val Bregaglia e Val Poschiavo
© Regiopress, All rights reserved