laRegione
Yverdon-sport Fc
0
FC Stade Ls Ouchy
0
1. tempo
(0-0)
Aarau
Xamax
20:15
 
Ginevra
Zurigo
19:45
 
Davos
Berna
19:45
 
Langnau
0
Lugano
1
1. tempo
(0-1)
Friborgo
1
Bienne
0
1. tempo
(1-0)
Zugo
2
Ajoie
0
1. tempo
(2-0)
Visp
Turgovia
19:45
 
Kloten
La Chaux de Fonds
19:45
 
Olten
1
Zugo Academy
0
1. tempo
(1-0)
Ticino Rockets
Langenthal
20:00
 
Sierre
GCK Lions
20:00
 
attacchi-a-vienna-l-mpc-abbandona-procedimento-contro-svizzero
Keystone
L’attentato nel centro di Vienna fece quattro morti e 23 feriti
14.01.22 - 14:440
Aggiornamento : 19:31

Attacchi a Vienna, l’Mpc abbandona procedimento contro svizzero

Non ci sono prove che un islamista di Winterthur sia coinvolto negli attentati dell’autunno 2020. Rimane aperto il fascicolo riguardante un secondo uomo.

Berna – Secondo il Ministero pubblico della Confederazione (MPC), non ci sono prove che un islamista di Winterthur (ZH) sia coinvolto negli attentati di Vienna dell’autunno 2020. Ha pertanto abbandonato il procedimento nei confronti dell’uomo, che aveva visitato l’autore della strage alcuni mesi prima dell’attacco e aveva passato la notte con lui.

La decisione è definitiva, ha precisato oggi l’MPC, confermando una notizia diffusa dai portali di Tamedia. Resta invece aperto, e in dirittura d’arrivo, un fascicolo nei confronti di un secondo uomo di Winterthur, anch’egli presente durante la visita nella capitale austriaca.

Il 2 novembre 2020, un simpatizzante del sedicente Stato islamico (Isis) aveva aperto il fuoco nel centro di Vienna, uccidendo quattro persone e ferendone altre 23, alcune delle quali in modo grave. L’indomani, la polizia zurighese aveva arrestato a Winterthur due uomini, che già erano nel suo mirino.

Grande interesse per l’ideologia dell’Isis

Nel corso dell’indagine, l’MPC è giunto alla conclusione che il cittadino svizzero, 24enne al momento dell’arresto, aveva un grande interesse per l’ideologia dell’Isis. Era tra l’altro abbonato a un gran numero di canali contenenti discorsi che glorificavano il terrorismo o parlavano di attacchi terroristici in Europa.

Non ha mai preso credibilmente le distanze dall’Isis e dai suoi crimini, secondo la procura federale, subendone l’influenza. L’indagine non ha però permesso di raccogliere nessuna prova che il giovane fosse coinvolto in qualche modo nell’attacco o ne fosse a conoscenza in anticipo.

Un altro procedimento è comunque ancora aperto nei suoi confronti e riguarda la sospetta violazione della legge che vieta i gruppi “al-Qaida” e “Stato islamico”. Questo fascicolo non ha alcuna connessione con l’attacco a Vienna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
4 ore
‘Quarantene e telelavoro, probabile stop la prossima settimana’
Lo ha dichiarato il consigliere federale Alain Berset durante una visita all’ospedale cantonale di Aarau. Nessuna modifica per ora al certificato Covid.
Svizzera
5 ore
Si andrà a votare contro ogni obbligo vaccinale in Svizzera
L’iniziativa popolare “Per la libertà e l’integrità fisica” è formalmente riuscita: raccolte 125’015 firme valide
Svizzera
5 ore
Processo Vincenz, la difesa chiede la piena assoluzione
Il difensore dell’ex Ceo di Raiffeisen Pierin Vincenz ha sostenuto stamani che tutte le accuse della procura sono infondate
Svizzera
5 ore
In Svizzera Omicron rappresenta quasi il 95% dei casi
Resta stabile la situazione ospedaliera, con i pazienti Covid che occupano poco meno di un quarto dei letti in cure intense. 14 decessi in 24 ore
Svizzera
14 ore
Aiuti ai media, sostegno sacrosanto o mela avvelenata?
Il 13 febbraio si vota su un pacchetto da 151 milioni per sette anni. I consiglieri nazionali Alex Farinelli (Plr) e Marco Romano (Centro) a confronto.
Svizzera
1 gior
Di nuovo fuori uso il registro donazione organi in Svizzera
Era tornato temporaneamente attivo dopo la scoperta di una falla nel sistema di sicurezza. Adesso è stato rimesso offline.
Svizzera
1 gior
Chiesti 6 anni di carcere da scontare per Vincenz e Stocker
Chiusa la requisitoria al quarto giorno del processo all’ex Ceo di Raiffeisen e al suo collega in affari. La Procura: si sono enormemente arricchiti
Svizzera
1 gior
Studio svizzero: Omicron non spingerà gli ospedali al limite
Uno studio, ancora senza verifica esterna, prospetta tre scenari: nel caso peggiore la situazione in cure intense non dovrebbe arrivare a essere critica
Svizzera
1 gior
Report settimanale: -11% di pazienti Covid in cure intense
Il numero di contagi è aumentato del 28,2%, con un livello di test record. Stabili i decessi
Svizzera
1 gior
Le casse malati avvertono: più costi porteranno a premi più cari
L’organizzazione degli assicuratori malattia Santésuisse mette in guardia in vista di un rialzo dei premi dovuti alla crescita delle spese
© Regiopress, All rights reserved