laRegione
24.10.21 - 12:02
Aggiornamento: 14:17

Il settore del turismo dice ‘sì’ alla Legge Covid-19

Per il presidente della Federazione svizzera del turismo, la fine del certificato Covid, che garantisce la libertà di viaggio, ‘sarebbe fatale’

Ats, a cura de laRegione
il-settore-del-turismo-dice-si-alla-legge-covid-19
Ti-Press

Un’ampia alleanza di associazioni attive nel settore turistico ha preso posizione a favore della Legge Covid-19 in votazione il 28 novembre. Un “No” significherebbe la fine del certificato Covid, che garantisce la libertà di viaggio ed è uno strumento importante nella lotta contro le pandemie, affermano in un comunicato odierno.

Il turismo ha sostenuto fin dall’inizio l’introduzione del certificato Covid, scrive il comitato. Questa attestazione permette una graduale eliminazione delle misure di protezione per coloro che sono stati vaccinati, curati o testati. Il certificato inoltre impedisce un inasprimento delle misure di protezione o addirittura un nuovo lockdown, che «sarebbe fatale per il turismo», secondo Nicolo Paganini, presidente della Federazione svizzera del turismo.

In tempi di pandemia, il certificato costituisce la base per il turismo transfrontaliero. Se la Legge Covid dovesse essere bocciata, non ci sarebbe più una base legale per certificati uniformi, a prova di falsificazione e compatibili con l’Ue. «Una simile situazione deve essere evitata a tutti i costi. Dobbiamo preservare la libertà di viaggiare che è essenziale per il successo della Svizzera come destinazione turistica», afferma Andreas Züllig, presidente di HotellerieSuisse.

Sotto l’egida della Federazione svizzera del turismo, il comitato a sostegno della Legge Covid comprende HotellerieSuisse, la Conferenza dei direttori degli uffici regionali del turismo, la Rete svizzera dei parchi, Parahôtellerie Suisse, la Federazione svizzera di viaggi, Funivie svizzere, l’Unione dei trasporti pubblici, l’Associazione delle compagnie di navigazione svizzere, l’Associazione svizzera dei manager del turismo e zoosuisse.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
10 ore
L’onere normativo a carico delle imprese va ridotto
Lo sostiene il Consiglio federale, che ha adottato un progetto di legge a destinazione del Parlamento
Svizzera
10 ore
Stati, Mathilde Crevoisier Crelier al posto di Baume-Schneider
La socialista, municipale di Porrentruy, ha annunciato oggi al governo del canton Giura di aver accettato la nomina.
Svizzera
15 ore
‘Per favorire la sicurezza si tolgano le strisce pedonali’
Fa discutere l’indicazione dell’Upi, secondo cui in una strada del comune di Hünenberg (Zg) vanno tolte le strisce gialle: ‘Lì son troppo pericolose’
Svizzera
15 ore
Riforma Avs21: dal 2025 aumenterà l’età pensionabile delle donne
A partire dal 1° gennaio 2024 invece vi sarà l’aumento dell’Iva per finanziare la riforma
Svizzera
17 ore
Sergio Ermotti nel Cda di Innosuisse
L’ex Ceo di Ubs è stato nominato oggi dal Consiglio federale ed entrerà in carica dal primo gennaio
Svizzera
18 ore
Sorpasso a destra, non si rischia più la patente
Il ritiro resta possibile, ma non è più automatico: il Tribunale federale applica per la prima volta la nuova prassi
Svizzera
18 ore
‘L’iniziativa anti-vaccini va respinta’
A ribadirlo il governo. Se approvata, questa causerebbe un’incertezza del diritto in diversi settori. Inoltre a oggi non vi è un obbligo vaccinale
Svizzera
20 ore
La casetta in campagna sì... ma vicino a una città
Metà degli intervistati da Comparis dichiara di voler vivere in campagna, mentre solo un quarto preferisce le città. I ticinesi i più restii a spostarsi
Svizzera
21 ore
Secondo tunnel del San Gottardo: potenziale presenza di amianto
Nel frattempo sono state prese misure per proteggere i lavoratori e la popolazione, ha indicato oggi l’Ufficio federale delle strade
Svizzera
22 ore
Svizzera romanda in ‘bianco’, ecco le prime nevicate in pianura
Secondo MeteoNews, fino a domenica sono previsti tra i 5 e i 15 centimetri di neve in pianura e tra i 10 e i 50 centimetri in montagna
© Regiopress, All rights reserved