laRegione
21.08.21 - 10:14

Keller-Sutter difende decisione riguardante i profughi afghani

La consigliera federale precisa che al momento non c'è un fuggi fuggi di massa dal Paese

Ats, a cura de laRegione
keller-sutter-difende-decisione-riguardante-i-profughi-afghani
Keystone

La ministra della giustizia Karin Keller-Sutter difende la decisione del Consiglio federale di non accogliere contingenti di cittadini afghani in fuga: al momento - precisa la consigliera federale in interviste pubblicate oggi da testate di CH Media - non c'è un fuggi fuggi di massa dall'Afghanistan.

Il Consiglio federale ha deciso mercoledì che oltre a non accettare i contingenti, la Svizzera non faciliterà per il momento la concessione di visti umanitari. Gli ambienti di sinistra e quelli umanitari, in un appello firmato da circa 38mila persone, hanno invece chiesto l'ammissione facilitata di un massimo di 10'000 rifugiati vulnerabili.

La Svizzera non ha alcuna possibilità di far uscire queste persone dal paese e poi "non possiamo selezionare arbitrariamente 10'000 persone ed evacuarle dall'area di crisi", afferma Karin Keller-Sutter.

Priorità del Consiglio federale è quella di portare in salvo i compatrioti, i dipendenti dei progetti svizzeri di aiuto allo sviluppo e le loro famiglie, un totale di circa 230 persone. Finora, tuttavia, ciò non è stato possibile. La Confederazione invierà oggi un aereo nella capitale uzbeka Tashkent per raccogliere le persone che sono state portate via da Kabul.

Poiché la Svizzera non è uno stato della Nato e non ha le proprie forze armate sul terreno, il Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae) dipende dalla collaborazione con gli altri Stati, precisa la consigliera federale.

Aiuti negli stati confinanti

Secondo la ministra, la Svizzera mira a sostenere l'aiuto umanitario sul terreno e negli Stati vicini all'Afghanistan: il governo elvetico sta adottando la stessa posizione di molti stati dell'UEe stando a quanto è emerso questa settimana in una riunione straordinaria dei ministri degli interni dell'Unione.

La consigliera federale precisa che circa 3 milioni di rifugiati afgani vivono in Iran, 2,5 milioni in Pakistan e, a seconda delle stime, tra i 200'000 e 600'000 in Turchia. In Afghanistan, con una popolazione stimata di oltre 39 milioni di persone, ci sono più di mezzo milione di profughi interni.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
Svizzera
2 ore
Fino a oltre un’ora di coda alle biglietterie Ffs
K-Tipp traccia una mappa della Svizzera in base ai tempi di attesa agli sportelli delle principali stazioni. A Zurigo fino 71 minuti di fila
Svizzera
2 ore
‘Finora tante promesse, ma troppi pochi soldi’
Il Fondo di risarcimento per le vittime dell’amianto sta ancora attendendo i 30 milioni preannunciati da imprese e organizzazioni economiche
Svizzera
2 ore
Abbattuta una giovane lupa in Val Lumnezia
L’esemplare faceva parte del branco di Wannaspitz. L’autorizzazione a cacciarla era stata emessa a inizio settembre
Svizzera
3 ore
Non ci sarà recessione, ma una crescita del Pil più lenta
Lo indicano le previsioni del Kof, che rivede al ribasso la progressione del Prodotto interno lordo
Svizzera
4 ore
La Città di Zurigo ‘congela’ la cannabis legale
Decisione inevitabile in attesa dell’approvazione definitiva del progetto da parte di Berna. Il tutto slitta alla prima metà del 2023
Svizzera
4 ore
La distribuzione di eroina in forma agevolata proseguirà
Le persone stabili dal punto di vista sociosanitario potranno continuare a portare le dosi in compresse a casa anziché recarsi giornalmente nei centri
Svizzera
5 ore
Grigioni, passo avanti per il centro Sup
La commissione preparatoria del Gran Consiglio retico avalla il progetto per la costruzione della nuova Scuola universitaria professionale
Svizzera
5 ore
I funzionari pubblici ginevrini incrociano le braccia
Dal malcontento per il budget 2023 allo sciopero: mercoledì prossimo una giornata di astensione dal lavoro. Baud: ‘È la prima tappa’
Svizzera
5 ore
‘Pronti a ritirare l’Iniziativa per i ghiacciai’
Soddisfatto dal controprogetto, a determinate condizioni il comitato promotore potrebbe fare retromarcia
Svizzera
7 ore
Il mercato del lavoro ha raggiunto il suo picco
Dopo mesi di forte crescita (+15% da inizio anno), le offerte di impiego sembrano essersi arrestate: 1% nell’ultimo trimestre
© Regiopress, All rights reserved