laRegione
mascherina-negli-spazi-pubblici-chiusi-il-70-e-favorevole
Solo il 41% delle persone interpellate intende farsi vaccinare (Ti-Press)
Svizzera
25.09.20 - 10:150

Mascherina negli spazi pubblici chiusi, il 70% è favorevole

Nella Svizzera italiana la percentuale di chi teme il contagio e le conseguenze economiche risulta più elevate che nelle altre regioni

Sette persone su dieci sono favorevoli all'obbligo di mascherine negli spazi pubblici chiusi e vorrebbero regole uniformi per tutta la Svizzera, ma solo il 41% intende farsi vaccinare appena possibile contro il Sars-CoV-2, secondo un nuovo sondaggio pubblicato oggi. Nella Svizzera italiana la percentuale di chi teme il contagio e le conseguenze economiche risulta più elevate che nelle altre regioni

Il sondaggio è realizzato a metà settembre su incarico della rivista ‘Migros Magazine’. Il 68% delle 1'031 persone intervistate nelle tre regioni linguistiche sostiene l'obbligo di portare una maschera negli spazi pubblici chiusi; a sud della Alpi addirittura l'80%. Il 67% è confuso dalle diverse regolamentazioni cantonali.

La percentuale di scettici per quanto riguarda la vaccinazione contro il nuovo coronavirus è estremamente elevata: solo il 41% a livello nazionale si è detto pronto a vaccinarsi non appena l'Ufficio federale della sanità pubblica rilascerà un'autorizzazione. Fra gli italofoni la percentuale scende al 36%.

Solo una persona su due ritiene che le autorità stiano agendo correttamente e in modo proporzionato e appena una su cinque stima che la crisi finirà presto. Il 20% - soprattutto uomini - pensa al contrario che la reazione sia stata eccessiva e per il 28% mette a rischio i diritti democratici. In Ticino, duramente colpito dalla pandemia, solo il 12% trova esagerata la risposta della autorità e il 27% pensa che la soluzione sia vicina.

La paura del contagio e delle conseguenze è avvertita dal 37% degli intervistati, ed è molto più marcata nella Svizzera latina (45% nella Svizzera italiana e 47% in Romandia). Le donne hanno più timori rispetto agli uomini e gli abitanti delle città più di quelli delle zone rurali.

A livello nazionale il 28% è colpito dalle conseguenze economiche della crisi o le teme, e anche in questo caso gli italofoni si piazzano al primo posto con un tasso del 40%, contro 36% in Romandia e 25% nella Svizzera tedesca. Il 36% degli intervistati, soprattutto persone con un alto livello di istruzione, ha l'opportunità di lavorare a domicilio. Le differenze regionali sono marcate anche in quest'ambito perché si va da 38% nelle regioni di lingua tedesca a 28% a sud della Alpi.

TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 ore
Vacanze di natale, 19% in meno di prenotazioni in Svizzera
Svizzera Turismo preannuncia una stagione invernale difficile, con un calo delle prenotazioni del 19% per il periodo natalizio e del 28% per febbraio
Zurigo
5 ore
Rapinatore incriminato per assassinio dopo 23 anni
Un cittadino italiano 77enne già in carcere per una brutale rapina a Thun, è stato incriminato nel canton Zurigo per l'assassinio di un'anziana donna nel 1997
Svizzera
6 ore
Tentata estorsione a Berset, inchiesta sul ruolo dell'Mpc
L'Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico vuole chiarire se esso ha seguito le regole nel caso della denuncia del ministro dell'interno
Svizzera
8 ore
In Svizzera nel week-end 9'751 casi, 410 ricoveri, 213 morti
Sotto quota 10'000 i nuovi contagiati nelle ultime 72 ore. Il tasso di positività in calo di quasi due punti e mezzo, al 16,7%.
Svizzera
9 ore
Hiv, un terzo di infezioni in meno rispetto al 2019
Lo ha annunciato la radio svizzerotedesca SRF, che basandosi sulle cifre provvisorie dell'Ufficio federale della sanità pubblica, fa stato di "soli" 236 casi
Svizzera
9 ore
Oltre la metà della popolazione è sotto al reddito medio
L'Ufficio federale di statistica ha pubblicato i dati relativi al 2018 che parlano di una somma di un'economia domestica elvetica di 7069 franchi al mese
Svizzera
10 ore
Pandemia costerà tra 1,7 e 2,6 miliardi agli ospedali svizzeri
Accelererà inoltre cambiamenti strutturali già in atto. È quanto emerge da uno studio pubblicato dalla società di consulenza per la revisione e la gestione PwC
Svizzera
1 gior
A Ginevra pompieri e giardinieri aiutano pompe funebri
La responsabile del Dicastero della coesione sociale e della solidarietà indica che il Comune ha ingaggiato del personale e sta cercando di reclutarne ancora
Svizzera
1 gior
Berset vittima di un tentativo di estorsione
Il caso è stato reso pubblico durante il fine settimana dalla "Weltwoche" ed è stato confermato dal Ministero pubblico della Confederazione
Svizzera
1 gior
'Preoccupa la mortalità, ma stiamo andando nella buona direzione'
La direttrice dell'Ufsp Anne Lévy guarda con ottimismo all'evoluzione della pandemia, ma avverte: ‘ridurre ricoveri e morti. Altrimenti dovremo inasprire le misure’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile