laRegione
il-covid-non-ferma-le-azioni-a-favore-del-clima
Le mascherine del futuro (Ti-Press)
Svizzera
11.08.20 - 12:350

Il Covid non ferma le azioni a favore del clima

I movimenti ambientalisti hanno deciso di unirsi per organizzare una settimana di disobbedienza civile e un nuovo sciopero per il clima il 4 settembre

I movimenti a difesa della stabilità del clima si sentono abbandonati dalla politica. Hanno quindi deciso di unirsi per organizzare una settimana di "disobbedienza civile non violenta e di massa" e un nuovo sciopero per il clima il 4 settembre.

Le manifestazioni organizzate fiora non hanno convinto la politica ad agire con sufficiente determinazione. Per questo le organizzazioni per il clima come lo Sciopero per il clima, Climate Justice, Extinction Rebellion e il colletivo Breakfree hanno deciso di unirsi e di organizzare un'azione comune su vasta scala senza precedenti, con lo slogan "Rise Up for Change" (Alzati per il cambiamento).

Le azioni di protesta si svolgeranno dal 20 al 25 settembre, in concomitanza con l'ultima settimana della sessione parlamentare. "Centinaia di cittadini dimostreranno la forza della loro determinazione a lottare per un pianeta abitabile", annuncia un comunicato odierno. Le azioni di disobbedienza non violenta avranno lo scopo di spingere i responsabili dell'industria, della finanza e della politica ad assumersi le proprie responsabilità.

"La situazione è molto più grave di quanto si pensi", afferma Kim Teuscher, portavoce del collettivo Collective Climate Justice. "I potenti del nostro paese sono gli ultimi a subire le conseguenze delle loro decisioni e anche i meno vulnerabili." La piazza finanziaria svizzera, ad esempio, genera ventidue volte le emissioni nazionali nocive della Confederazione con i suoi investimenti globali nei combustibili fossili, nonostante migliaia di scienziati prevedano già "una sofferenza globale" con un aumento della temperatura di 1,5°C rispetto ai livelli preindustriali.

"La politica parlamentare non tratta la crisi climatica come una crisi. Il sistema non ha fornito nessuna risposta al disastro", aggiunge Alexandra Gavilano, portavoce di Extinction Rebellion. "Solo attraverso sforzi massicci e combinati per ridurre le emissioni a zero nei prossimi dieci anni possiamo invertire la tendenza". Un cambiamento immediato della situazione è necessario e deve basarsi sui principi della giustizia climatica e su una solida comprensione dei processi democratici. "Il lobbismo che distrugge la fiducia e la mancanza di trasparenza che abbiamo osservato finora devono sparire".

In workshop, discussioni e attività varie, i partecipanti discuteranno delle misure da adottare per scongiurare la crisi climatica. Sarà poi redatta una dichiarazione con le loro proposte su come azzerare le emissioni di CO2 entro il 2030.

TOP NEWS Svizzera
Svizzera
5 min
Consiglio federale contro le Camere sulle pigioni ridotte
Pronto il disegno di legge che consente agli esercizi commerciali di pagare il 40% degli affitti durante il lockdown
Svizzera
34 min
Prete invia foto di un pene 'per sbaglio' e si dimette
Il sacerdote afferma di aver spedito 'involontariamente' un'immagine di un uomo nudo col pene eretto alla segretaria parrocchiale. Avviata un'inchiesta
Svizzera
2 ore
Coronavirus in Svizzera, 488 nuovi casi e tre decessi
Dall'inizio della pandemia il totale delle persone infette sale a 49'283, 1'765 il numero complessivo delle vittime
Svizzera
16 ore
Grave incidente stradale a Lucerna, diversi feriti
L'incidente è avvenuto verso le 17.30 sulla K10 nel tratto tra Schachen e Malters. Sono intervenute diverse ambulanze e un elicottero di soccorso
Camere federali
18 ore
Finanziamento dei partiti: l'anonimato batte la trasparenza
Controprogetto light sull'iniziativa per costringere i partiti a pubblicare il nome dei grandi donatori affossato al Consiglio Nazionale. Parla Martin Hilti
Svizzera
23 ore
Svizzera, i dati Covid del weekend comunicati solo il lunedì
Cambio di prassi all'Ufficio federale della sanità pubblica: 'Nel fine settimana le cifre non forniscono un quadro chiaro'
Svizzera
1 gior
Coronavirus, in Svizzera 530 casi, 18 ricoveri e 7 decessi
È da mesi che non si registravano due giorni consecutivi con così tanti morti a causa del Covid-19. Tasso tamponi/positivi del 3,4%
Svizzera
1 gior
Covid-19: vaccino facoltativo per la metà degli svizzeri
Il vaccino facoltativo è accolto bene soprattutto nella Svizzera tedesca, con il 51,2% contro il 43,9% del Ticino e della Romandia.
Svizzera
1 gior
Dopo lo shock del virus esportazioni in ripresa ad agosto
L'export elvetico cresce per il terzo mese consecutivo superando per la prima volta da marzo la soglia dei 18 miliardi di franchi.
Svizzera
1 gior
Secondo consigliere elvetico in quarantena a causa del figlio
La consigliera degli Stati giurassiana Elisabeth Baume-Schneider, che sta bene, è in isolamento con la sua famiglia.
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile