laRegione
11.03.20 - 18:04

No al burqa, sì all'uguaglianza

Il Consiglio Nazionale si adegua agli Stati: il controprogetto all'iniziativa popolare dovrà comprendere la promozione della parità tra i sessi

no-al-burqa-si-all-uguaglianza

Berna - La futura legge sulla dissimulazione del viso, controprogetto indiretto all'iniziativa popolare anti-burqa "Sì al divieto di dissimulare il proprio viso", dovrà includere anche provvedimenti volti a promuovere l'uguaglianza uomo-donna. Lo ha stabilito oggi il Consiglio nazionale, adeguandosi tacitamente alle proposte formulate dal Consiglio degli Stati. Il dossier è così pronto per le votazioni finali.

I due rami del Parlamento sostengono una legge federale sull'occultamento del volto da opporre l'iniziativa popolare "Sì al divieto di dissimulare il proprio viso" lanciata dal comitato di Egerkingen, già all'origine del divieto di costruire nuovi minareti in Svizzera.

Il controprogetto obbliga una persona a mostrare il proprio volto per potersi identificare durante i controlli sui trasporti pubblici, alla dogana o per le procedure amministrative.

Durante la scorsa sessione invernale del Parlamento, il Consiglio nazionale aveva ritoccato al rialzo gli obiettivi del progetto includendovi disposizioni per la parità tra i sessi. La scorsa settimana i "senatori" avevano aderito a questa proposta, aggiungendovi però altre precisazioni, come chiedeva la loro commissione preparatoria.

Concretamente, si auspica una modifica delle legge sugli stranieri e la loro integrazione in modo che i programmi cantonali d'integrazione finanziati dalla Confederazione tengano conto delle particolari esigenze di donne, giovani e bambini. Oggi il Nazionale ha tacitamente accettato queste aggiunte redazionali.

La legge sulla parità dei sessi va quindi rivista onde rendere possibile anche i programmi promozionali che migliorano l'uguaglianza tra uomo e donna all'infuori della vita professionale. Infine, la legge sulla cooperazione allo sviluppo e l'aiuto umanitario internazionali va cambiata affinché figuri il principio che la situazione delle donne dev'essere migliorata.

In aula, la settimana scorsa, solo l'UDC si era opposta a queste precisazioni. Werner Salzmann (UDC/BE) ha sostenuto che simili aggiunte sono inutili. A suo dire l'intero controprogetto andrebbe ritirato.

L'iniziativa popolare ha come obiettivo le donne che indossano il burqa o il niqab, affinché queste ultime possano decidere liberamente. Il comitato di Egerkingen giustifica la sua iniziativa anche con motivi di sicurezza; il divieto di dissimulazione si applicherebbe infatti anche alle bande di teppisti che agiscono sovente a margine di importanti manifestazioni, come quelle del Primo maggio.

Due cantoni, il Ticino e San Gallo, contemplano nella rispettiva legislazione il divieto del burqa. Zurigo, Soletta, Svitto, Basilea Città e Glarona hanno respinto una normativa simile.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
friburgo
7 ore
Tribunale cantonale assolve in appello 27 attivisti per clima
Avevano bloccato l’entrata di un centro commerciale il 29 novembre 2019 in occasione della giornata del Black Friday.
Svizzera
13 ore
Mattarella auspica Berna in programmi europei di ricerca
Per il presidente italiano ‘una collaborazione che si inserisce nel più ampio contesto europeo e contribuisce allo sviluppo del nostro continente’
Svizzera
18 ore
Sulla protezione della biodiversità la Svizzera è indietro
La Confederazione è all’ultimo posto in Europa: dal 2012 nessuna zona è stata inserita nella rete paneuropea di aree protette ‘Smeraldo’
Svizzera
19 ore
Tetto massimo ai premi di cassa malati, non se ne parla
Il Consiglio degli Stati ha respinto l’entrata in materia sulla proposta socialista di limitare i premi al 10% del reddito disponibile
Svizzera
20 ore
Cercasi mangiatori di plastica nei suoli alpini
L’Istituto federale di ricerca sulla foresta, la neve e il paesaggio ne ha analizzato la possibilità: scoperti organismi sensibili
Successione Sommaruga-Maurer
1 gior
I partiti mantengono un profilo basso
A seguito delle prime audizioni i vari gruppi partitici non si sbilanciano: per il momento nessuna raccomandazione di voto
Svizzera
1 gior
Sergio Mattarella accolto con gli onori militari
Il Consiglio federale al completo ha accolto il presidente della Repubblica italiana, il quale resterà nel Paese per una visita di Stato di due giorni
Svizzera
1 gior
Vögele Shoes chiude a fine anno e licenzia 131 persone
La società si trova attualmente al centro di una procedura di fallimento
Svizzera
1 gior
Il lupo resta ‘rigorosamente protetto’
La Convenzione di Berna respinge la richiesta svizzera di catalogare il grande predatore come specie solo ‘protetta’
Svizzera
1 gior
Sindacati e impresari costruttori raggiungono un accordo
L’esito dei negoziati per il contratto mantello deve ancora essere approvato dagli organi decisionali di entrambe le parti
© Regiopress, All rights reserved