laRegione
09.05.18 - 14:03

'Per prezzi equi', verso il controprogetto

Il Consiglio federale ritiene giustificata la causa combattuta dall'iniziativa anche se propone misure non adeguate

a cura de laRegione
per-prezzi-equi-verso-il-controprogetto

L’iniziativa popolare "Per prezzi equi" va respinta ma, visto che la causa per la quale combatte è giustificata, è giusto proporre un controprogetto indiretto. È quanto proposto oggi dal Consiglio federale.

L’iniziativa – il cui titolo completo è "Stop all’isola dei prezzi elevati – per prezzi equi (iniziativa per prezzi equi)" – secondo l’esecutivo propone misure non adeguate e che nel loro complesso compromettono la piazza economica elvetica.

Il testo, che beneficia di un ampio sostegno, mira a impedire la maggiorazione dei prezzi in Svizzera per i prodotti fabbricati all’estero. Il comitato d’iniziativa comprende alcuni parlamentari, tra cui il ticinese Fabio Regazzi (PPD), i principali partiti (UDC, PLR, PPD, PS e Verdi) ed è sostenuto da numerose associazioni come Gastrosuisse, Swissmechanic e Hotelleriesuisse.

Molti prodotti importati costano nettamente di più in Svizzera rispetto all’estero. Secondo gli iniziativisti, i fornitori stranieri mantengono il prezzo a un livello artificialmente maggiorato. Il testo chiede dunque alla Confederazione di modificare la legge sui cartelli (LCart) per permettere alle aziende svizzere di acquistare all’estero senza passare da importatori e fornitori.

Il governo sottolinea in un comunicato odierno di aver già intrapreso numerose misure per risolvere il problema, come ad esempio la soppressione unilaterale di tutti i dazi industriali. Per i fautori dell’iniziativa questo non è però sufficiente. In particolare, chiedono che nella legge sui cartelli l’attenzione venga rivolta non solo alle imprese con posizione dominante, ma anche a quelle "relativamente dominanti".

Siccome l’esecutivo valuta la misura sproporzionata ma la causa dell’iniziativa giusta, presenterà al Parlamento un controprogetto diretto che poggia sul concetto di "potere di mercato relativo". Verrà valutato con attenzione in che misura il fatto di limitare il campo d’applicazione alle sole importazioni sia conciliabile con gli impegni internazionali della Svizzera e se, così facendo, si possa sciogliere in modo mirato l’isolamento del mercato svizzero.

Il controprogetto, sempre secondo il governo, soddisferebbe quindi la richiesta principale dell’iniziativa, ossia agevolare le importazioni parallele rafforzando la libertà di approvvigionamento delle aziende elvetiche all’estero.

TOP NEWS Svizzera
Svizzera
3 ore
Due morti a Disentis per una valanga
La slavina ha travolto un gruppo di tre sciatori fuori pista, una sola delle quali è rimasta illesa
Svizzera
3 ore
La meteo fa i capricci: in Ticino quasi 20°C, neve in montagna
Il favonio da nord ha alzato eccezionalmente la colonnina di mercurio nel sud della Svizzera: 19,5°C a Locarno. Rischio valanghe nei Grigi
Svizzera
6 ore
La Brévine festeggia il freddo, pronta una brioche da record
Nella ‘Siberia della Svizzera’ inizia il festival locale: fornai pronti a sfornare una brioche da 4,18 metri, in onore dei -41,8°C toccati nel 1987
Svizzera
7 ore
Il parto anonimo è sempre più possibile in Svizzera
Sempre più ospedali danno alle donne la possibilità di partorire in modo confidenziale, come alternativa alle “baby finestre”
Svizzera
8 ore
Secondo il Ceo, i prezzi dei prodotti Nestlé saliranno ancora
Secondo Mark Schneider, però, la multinazionale non è responsabile del rincaro essendo essa stessa vittima dell’aumento dei prezzi
Svizzera
10 ore
L’urto e poi le fiamme: incidente sull’A2, una donna è grave
Il sinistro è avvenuto questa notte fra il tunnel del Seelisberg e Altdorf. La conducente è uscita dal veicolo incendiato con l’aiuto di altre persone
la guerra in ucraina/1
11 ore
Sulla riesportazione delle armi svizzere il vento è cambiato
Commissione degli Stati vuole allentare la legge. Anche per sostenere l’industria bellica svizzera. Le risposte alle principali domande.
Svizzera
1 gior
Riesportazione di armi: ‘La legge va allentata’
La commissione della politica di sicurezza degli Stati ha chiesto con 6 voti contro 4 e 2 astensioni di modificare la legge federale sul materiale bellico
Svizzera
1 gior
Compromesso all’orizzonte sulla riforma della Lpp
Sul modello di compensazione, la commissione del Nazionale si allinea al Consiglio degli Stati. Restano in sospeso altri punti
Svizzera
1 gior
Iniziativa sui ghiacciai, al popolo l’ultima parola
Le firme raccolte sono oltre il doppio di quelle necessarie: riuscito il referendum dell’Udc contro la legge per la neutralità carbonica entro il 2050
© Regiopress, All rights reserved