laRegione
Svizzera
02.03.18 - 19:180
Aggiornamento : 20:18

Berna, cessato l'allarme bomba. La zona resta però inaccessibile

Durante l'intervento sono stati trovati oggetti sospetti poi distrutti in modo controllato. Un uomo è in stato d'arresto

Il grande intervento della polizia per un allarme bomba a Berna è terminato. La zona non è più isolata, hanno comunicato le forze dell’ordine via Twitter, ma la chiesa del Santo Spirito (Heiliggeistkirche), di fronte alla stazione ferroviaria centrale, è ancora inaccessibile. La polizia cantonale ha cercato nel luogo di culto ordigni esplosivi dopo che è stato lanciato un allarme bomba. Sono stati trovati degli oggetti sospetti che sono stati distrutti in modo controllato. Questo materiale è stato associato a un uomo, un afgano di 21 anni, posto in stato di fermo. In serata, la Polizia cantonale di Berna ha ripercorso l'accaduto.

L’allerta è scattata attorno alle 13.30, ha indicato una portavoce della polizia, quando nella chiesa è stata segnalata la presenza di un uomo dal comportamento appariscente. Il giovane portava con sé oggetti sospetti. La polizia lo ha arrestato, ha evacuato la chiesa e isolato l’intera piazza antistante la stazione fino alle 18.30 circa. La misura ha completamente bloccato il traffico del centro città, interrompendo anche linee di tram e bus. Poco prima di riaprire l’area, le forze di sicurezza hanno reso noto di aver distrutto in modo controllato oggetti sospetti. Sul posto erano presenti ambulanze e veicoli dei vigili del fuoco. Nulla è finora emerso sulle motivazioni del 21enne afgano, attualmente in carcere, e sulla sua eventuale pericolosità.

Potrebbe interessarti anche
Tags
polizia
stato
oggetti sospetti
allarme bomba
bomba
berna
sospetti
allarme
chiesa
zona
TOP NEWS Svizzera
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile