laRegione
mujinga-kambundji-e-max-heinzer-portabandiera-per-la-svizzera
Mujinga Kambundji (Ti-Press)
CERIMONIA D'APERTURA
22.07.21 - 09:56
Aggiornamento: 17:13

Mujinga Kambundji e Max Heinzer portabandiera per la Svizzera

La velocista e lo schermitore sono stati designati da Swiss Olympic per l'apertura dei Giochi olimpici di venerdì

La velocista Mujinga Kambundji (29 anni) e lo schermitore Max Heinzer (34) sono stati designati da Swiss Olympic come portabandiera della delegazione svizzera durante la cerimonia di apertura dei giochi olimpici di Tokyo che si terrà venerdì 23 luglio alle 13. Nel 2016 a Rio questo onore era stato affidato alla ginnasta Giulia Steingruber.

La scelta del capo delegazione Ralph Stöckli segue un filo logico. Punta di lancia di un movimento atletico in espansione, Mujinga Kambundji aveva conquistato nel 2019 la medaglia di bronzo mondiale nei 200 metri, mentre Heinzer nel 2019 aveva conquistato il titolo mondiale a squadre e in carriera vanta dieci medaglie europee.

«In Svizzera l'atletica ha conosciuto uno sviluppo incredibilmente positivo negli ultimi anni – ha spiegato Stöckli –. Mujinga è il volto di questa nuova generazione, rappresentata a Tokyo da 30 atleti. È una personaggio popolare, dotato di grande carisma, capace di imporsi ai vertici dello sport mondiale».

Quanto a Heinzer, il capo delegazione ha spiegato che «Max rappresenta gli atleti degli sport più piccoli che praticano la loro disciplina come una professione. Per molti di loro rappresenta un esempio».

Stöckli ha dunque approfittato dell'occasione concessa per la prima volta nella storia, di selezionare due rappresentanti... «È un segnale degli sforzi del Cio in materia di eguaglianza tra i sessi. E Mujinga e Max rappresentano perfettamente la Svizzera», ha aggiunto l'ex olimpionico di curling.

Mujinga Kambundji è la prima rappresentante dell'atletica dal 1988 (Cornelia Bürki), Heinzer è il primo schermidore a portare il vessillo dal 1976 (Christian Kauter): Marcel Fischer aveva avuto questo onore, ma nella cerimonia di chiusura dell'edizione 2004.

«Sono venuta a conoscenza della notizia via mail, mentre mi trovavo nella casa dei miei genitori. Non me l'aspettavo. Ho subito accettato, è un grande onore», ha commentato la Kambundji.

Heinzer, invece, ha ricevuto la notizia direttamente per bocca di Ralph Stöckli, negli scorsi giorni al Villaggio olimpico... «Non me lo aspettavo. È un grande onore, non soltanto per me, ma per tutta la scherma svizzera che ogni quattro anni fa bella mostra di se. Sarà un momento molto particolare, nonostante l'assenza di pubblico. È importante per noi atleti che dall'inizio della pandemia abbiamo vissuto momenti difficili».

La Svizzera sarà l'85ª delle 206 nazioni previste a fare il suo ingresso nello stadio Olimpico di Tokyo. Dietro la bandiera retta da Kambundji e Heinzer, sfilerà appena una ventina di atleti. Le misure sanitarie anti-Covid spiegano la scarsa partecipazione... «Senza contare che alcuni atleti non potranno partecipare, vuoi perché impegnati in gara sabato (come i nuotatori, ndr), vuoi perché dislocati lontano da Tokyo (come i biker, ndr)», ha concluso Stöckli.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
max heinzer mujinga kambundji portabandiera tokyo 2020
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
mountain bike
2 ore
Filippo Colombo splendido secondo a Mont Ste. Anne
Il ticinese si arrende soltanto al francese Titouan Carod. Nino Schurter è sesto. Tra le donne successo di Jolanda Neff.
gallery
la ricorrenza
4 ore
Con il parkour ‘da diciotto a ottantacinque sport’
Gioventù e Sport celebra il cinquantesimo anniversario organizzando a Tenero un campo per settecento giovani e inaugurando una nuova disciplina
CALCIO
6 ore
Europa o Super League, la musica non cambia
A quattro giorni dalla sconfitta contro il Beer Sheva, il Lugano cede a Cornaredo anche contro il Lucerna
calcio
7 ore
Il Bellinzona espugna il Principato
A Vaduz Pollero regala i tre punti ai granata, che riscattano così la sconfitta casalinga contro lo Stade Losanna
MOTOMONDIALE
9 ore
Bagnaia trionfa in Inghilterra
A Silverstone, Pecco ha preceduto Viñales e Miller. Ottavo Quartararo, fuori Zarco
calcio
1 gior
‘Un piacere affrontare ricordi e amici’
Il Vaduz di Alessandro Mangiarratti accoglie il Bellinzona. ‘Diversi tifosi mi hanno scritto che verranno a vedere la partita’
BASEBALL
2 gior
Consigli per gli acquisti? Una figurina da sette milioni
Una foto del 1909 di Honus Wagner, l’Olandese volante, stella del baseball d’inizio Novecento, venduta a 7,5 milioni di dollari. ‘È arte, è storia!’
CICLISMO
2 gior
Dylan Teuns fa le valigie: subito alla Israel-Premier Tech
Vincitore della Freccia vallone ad aprile, il trentenne belga cambia squadra a stagione in corso, in partenza dalla Bahrain-Victorius
KARATE
2 gior
Il Ticino fa la sua parte agli Europei in Olanda
A Hertogenbosch i karateka rossocrociati si mettono in luce: ben quindici le medaglie conquistate, sinonimo di sesto posto nel medagliere
Calcio
2 gior
‘Così tante partite? Per me è bello’
Un carico Jonathan Sabbatini, lancia la sfida al Lucerna. Con un paio di correzioni da applicare rispetto alla partita di Conference League
© Regiopress, All rights reserved