laRegione
23.09.21 - 09:26
Aggiornamento: 12:09

Senza Federer, Nadal e Djokovic, Europa comunque favorita

La selezione di Borg guidata dal vincitore dell’Us Open Medvedev punta al quarto successo in altrettanti sfide contro il Resto del mondo nella Laver Cup

senza-federer-nadal-e-djokovic-europa-comunque-favorita
Rafael Nadal solleva la coppa nell'edizione del 2019 a Ginevra (Keystone)

Sarà una Laver Cup orfana dei tre grandi nomi del tennis mondiale degli ultimi decenni (e non solo) quella che si disputerà da venerdì a domenica a Boston. Ma nonostante le assenze degli acciaccati Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic, nella sfida che dal 2017 mette di fronte l’Europa al Resto del mondo e che torna dopo lo stop del 2020 dettato dalla pandemia, la selezione del Vecchio continente partirà ugualmente con i favori dei pronostici, dopo aver già messo le mani sulle prime tre edizioni.

Tutti i giocatori a disposizione di capitan Bjorn Borg rientrano nella top 10 della classifica Atp, a cominciare da Daniil Medvedev, numero 2 al mondo e fresco vincitore di uno Us Open in cui in finale ha negato a Djokovic il secondo Grande Slam dell’era Open. Al suo fianco altri pezzi da novanta come Stefanos Tsitsipas (numero 3 al mondo), Alexander Zverev (4), Andrey Rublev (5), Matteo Berrettini (7) e Casper Ruud (10).

Il condottiero statunitense John McEnroe si affiderà dal canto suo a un gruppo composto da Félix Auger-Aliassime (numero 11 Atp), Denis Shapovalov (12), Diego Schwartzman (15), Reilly Opelka (19), John Isner (22) e Nick Kyrgios (95). Una squadra talentuosa ma che difficilmente potrà impedire agli europei di conquistare per la quarta volta consecutiva la manifestazione itinerante, svoltasi a Praga nel 2017, a Chicago nel 2018 e infine a Ginevra nel 2019 (l’edizione 2020 era in programma sempre a Boston) che l’anno prossimo tornerà in Europa e più precisamente alla O2 Arena di Londra.

Potrebbe interessarti anche
TENNIS
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CROSS
59 min
Roberto Delorenzi vince a Moghegno
La prova generale dei Campionati svizzeri di cross 2024 nobilitata dalla presenza di alcuni talenti confederati protagonisti delle prove di Cross Cup
BASKET
2 ore
Juwann James, quando il senso del dovere è più forte del dolore
Asterischi a margine della finale di Sbl Cup vinta dalla Spinelli Massagno. Lo statunitense avrebbe meritato il riconoscimento di Mvp
COSE DELL’ALTRO MONDO
3 ore
Eagles e Chiefs staccano il biglietto per il Super Bowl
Philadelphia supera San Francisco colpito dalla sfortuna, Kansas City si prende la rivincita su Cincinnati grazie a uno stupido fallo
Hockey
5 ore
Il Davos rinforza la difesa con Aaron Irving
Il ventiseienne canadese arriva dal SaiPa in Finlandia e si è accordato con i gialloblù fino al termine della stagione
Calcio
7 ore
Un mese di stop per Allan Arigoni
Il terzino del Lugano ha subito una lussazione acromion-clavicolare di secondo grado della spalla sinistra
IL DOPOPARTITA
18 ore
Sono le situazioni a rendere speciale il ‘Rappi’
Un ottimo Lugano costretto alla resa dal powerplay sangallese. Gianinazzi: ‘Dobbiamo crescere in boxplay e stare alla larga dalla panchina’
HOCKEY
20 ore
Il powerplay del Rapperswil è micidiale, Lugano battuto
La trasferta sangallese ha interrotto la striscia positiva dei bianconeri, sconfitti per 5-2 dagli uomini allenati da Stefan Hedlund
VOLLEY
21 ore
Sconfitto in campionato, il Lugano si rifà in Coppa
Le bianconere cedono strada all’Aesch Pfeffingen, prima di conquistare il biglietto per le semifinali nell’inedito derby con le ragazze di Bellinzona
BASKET
1 gior
La Coppa della Lega è della Spinelli Massagno
A Montreux si è imposta 73-69 contro il Vevey, grazie a una grande prova di Marko Mladjan, Williams e Galloway. Infortunio per Sefolosha
IL DOPOPARTITA
1 gior
L’Ambrì oltre i tre punti. ‘Abbiamo ritrovato la costanza’
I biancoblù rientrano da Langnau con tre punti d’oro sulla strada verso i preplayoff. ‘Ma restano altre 11 battaglie. Rüfenacht? Fisicamente è messo bene’
© Regiopress, All rights reserved