laRegione
FORMULA 1
04.12.20 - 17:17
Aggiornamento: 19:35

Russell, Aitken, Fittipaldi: largo ai giovani nel Gp del Bahrain

Seconda tappa consecutiva a Sakhir. Senza Lewis Hamilton (positivo al Covid-19) ci sarà spazio per qualche emozione in più?

di Paolo Spalluto
russell-aitken-fittipaldi-largo-ai-giovani-nel-gp-del-bahrain
George Russell, sostituto di Hamilton

Lewis Hamilton ha contratto il Covid-19 e per questa ragione non potrà essere presente al Round 2 di Sakhir, sostituito da George Russell della Williams, ma il cui cartellino è di Toto Wolff. Divertente dire che per l'inglese la chiamata della vita sia giunta proprio mentre era in toilette e lo stesso Toto nel sentire lo sciacquone gli ha chiesto se fosse il luogo ideale per parlare di futuro.

Sarà un enigma molto affascinante quello di Russell. Se riuscisse a staccare tempi notevoli fin da subito sancirebbe in modo chiaro e inappellabile quello che tutti noi diciamo da tempo: in primis che queste F1 sono molto più semplici da condurre rispetto a quelle del passato. Poi dirà una seconda cosa: quanto Bottas sia poca cosa per ambire davvero, con la monoposto migliore del lotto, ad essere un vero scudiero di Hamilton. E infine, riguardo al caraibico, che è senza dubbio un grande talento, ma molto aiutato nel raggiungere risultati storici da una Mercedes-Benz che va quasi da sola. Seguite questo tema e domenica capiremo senza dubbio alcuno.

È un GP in cui ci sono altri due esordienti: Jack Aitken sulla Williams e Pietro Fittipaldi sulla Haas, nipote del mitico Emerson. Non è frequente in una sola gara avere così tanti motivi di interesse per giovani talenti all'opera e dunque sarà un piacere seguirli e annotarli.

Ovviamente, il tema della sicurezza in F1, dell'ammissione di Grosjean di ciò che l'Halo abbia fatto per lui, sono stati temi dominanti in modo assoluto nel corso di questa settimana di attesa prima del secondo round di Sakhir, un poco come era avvenuto in estate con Zeltweg.

Per l'ultima corsa dell'anno, a Abu Dhabi il ginevrino di adozione dovrebbe essere nuovamente sulla Haas anche perché per lui significherà il definitivo addio alla Formula Uno e sarebbe quindi bello e giusto se potesse viverlo non dalla panchina ma sul tracciato. Ross Brawn con la commissione tecnica ha preso in mano il dossier sull'incidente di domenica scorsa, con particolare attenzione all'inatteso collasso del guardrail che poteva provocare un dramma. È un tema su cui anche l'associazione dei piloti ha domandato di fare chiarezza, con la serenità di poterlo fare senza un morto sulla lista. La mamma di Jules Bianchi, proprio in seguito al mortale incidente del figlio decapitato in pratica dalla lama di un trattore addetto allo sgombero al Gp del Giappone (l'Halo fu progettato proprio a seguito di quel dramma), ha fatto parte della sua gioia nel vedere che la morte del figlio sia servita a qualcosa.

In casa Ferrari, Cardile viene promosso responsabile telaio, mentre Simone Resta che era rientrato da Hinwil per la Ferrari, ora parte in direzione Haas in particolare con il mandato anche di far crescere Mick Schumacher in modo adeguato vista la destinazione futura a Maranello.

Molto affranto Stefan Vandoorne che pensava di essere chiamato lui a sostituire Hamilton in forza del fatto di essere terzo pilota del team ufficiale, ma Russell che è in primis un grande talento futuro è pure un rampollo di casa Wolff, quindi la scelta era ovvia in certo senso, anche se forse ingiusta.

Ci avviciniamo al finale di un mondiale molto prevedibile e purtroppo poco combattuto, che ha visto una dominazione che ha fatto crollare gli ascolti televisivi e dunque messo ulteriormente in crisi un campionato che vive di sponsor e diritti TV. Sappiamo per certo che la reale audience del Mugello, ad esempio, è stata un vero bagno di sangue in termini di numeri. Del resto come appassionarsi se tutto è scontato e certo?

Almeno questa domenica Hamilton non ci sarà e dunque qualche momento di divertimento è assicurato. E Russell stupirà tutti, non ci sono dubbi.

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Qatar 2022
2 min
Elvedi e Sommer non si sono allenati
Entrambi raffreddati alla vigilia di Svizzera - Serbia, hanno saltato la seduta di giovedì
I mondiali dal divano
6 ore
I segreti dei suoi occhi
Le Coppe del mondo passano, i ricordi restano. Poi diventano tesori nelle nostre memorie
QATAR
13 ore
In campo c’è solo l’Argentina, avanti con Mac Allister e Alvarez
Szczesny il migliore di una Polonia che passa per il rotto della cuffia. Al Messico non basta il 2-1 sull’Arabia Saudita
FREESTYLE
16 ore
Marco Tadé infortunato in Finlandia durante un allenamento
Il 26enne ticinese, già rimpatriato e ospedalizzato a Lugano, ha subito la rottura di quattro costole, di una clavicola e la perforazione di un polmone
QATAR 2022
17 ore
L’Australia raggiunge la Francia negli ottavi di finale
I ‘socceroos’ superano una deludentissima Danimarca con un gol di Leckie. Nell’altra partita, vittoria inutile della Tunisia
Calcio
18 ore
Pelé di nuovo ricoverato
O’Rey, che è malato di cancro, sarebbe in condizioni critiche
CICLISMO
19 ore
Morto Davide Rebellin, investito in bicicletta da un camion
Il dramma nel comune di Montebello Vicentino. Il 51enne italiano aveva chiuso la carriera nel 2022, dopo aver vinto Freccia (3 volte), Liegi e Amstel
Qatar 2022
19 ore
In silenzio Xhaka e Shaqiri
L’Asf, per evitare qualsiasi polemica coi serbi, impedisce di parlare ai due protagonisti della sfida di quattro anni fa
SCI ALPINO
20 ore
La lotta di Eliasch sui diritti tv potrebbe sfociare in crisi
Il nuovo presidente Fis intende centralizzarli, ma deve lottare contro l’opposizione di federazioni potenti come quelle svizzera, austriaca e tedesca
Calcio
21 ore
Il futuro della Juve fra rischi, Agnelli ed ex bandiere
Dopo le dimissioni del presidente e dell’intero CdA, per il club bianconero si apre un’era fitta di interrogativi
© Regiopress, All rights reserved