laRegione
calcio
24.07.22 - 18:38

La doppietta di Kawabe punisce di nuovo il Lugano

Gli imprecisi bianconeri battuti dal Grasshopper per 2-1 e ancora a zero punti. La difesa è assolutamente da registrare al più presto

la-doppietta-di-kawabe-punisce-di-nuovo-il-lugano
Tanto possesso, poca concretezza per Sabbatini e compagni

Seconda giornata, seconda sconfitta per il Lugano, battuto come dal Sion otto giorni fa, anche dal Grasshopper. La doppietta di Kawabe (12’ e 47’) si è infatti rivelata essere un’ipoteca troppo grande per permettere agli imprecisi (sia in fase offensiva, sia in fase difensiva) bianconeri di andare oltre al 2-1 realizzato da Celar al 79’ dal dischetto.

Il Lugano intraprende la trasferta a Zurigo alla ricerca dei primi punti stagionali, contro un avversario al debutto stagionale in seguito al rinvio della prima giornata contro il Lucerna. Rispetto alla partita contro il Sion Croci-Torti deve rinunciare allo squalificato Daprelà e schiera Bottani dal primo minuto, decidendo di passare alla difesa a tre.

Il Lugano inizia l’incontro con il freno a mano tirato, forse anche per il caldo torrido che si abbatte sul Letzigrund. E così alla prima puntata offensiva i padroni di casa passano in vantaggio: Morandi salta Ziegler e mette il pallone in mezzo dove Kawabe brucia Doumbia e incorna a fil di palo. Il Gc acquisisce fiducia e si crea un paio di altre occasioni, grazie in particolare alla troppa facilità con cui i suoi uomini offensivi riescono a liberarsi della marcatura. Ma sia Momoh, sia Morandi vengono fermati da un sicuro Saipi.

Dopo la mezz’ora si vede anche il Lugano in fase offensiva, ma il portiere Moreira non viene impegnato né dai tentativi di Sabbatini (due volte alti), né da quelli di Celar (un colpo di testa a lato e uno addosso a Margreitter). E quando, al 43’ Haile-Selassie lo supera con una girata dopo cross di Celar, l’arbitro annulla comunque (giustamente) la rete per un precedente fuorigioco dello sloveno. Solo nei minuti di recupero Moreira deve intervenire per fermare una conclusione da fuori area dello stesso Haile-Selassie, ma il vantaggio con cui il Grasshopper va alla pausa è tutto sommato meritato.

Tuttavia dopo appena due minuti di ripresa Kawabe raddoppia a tu per tu con Saipi, dopo una bella azione corale che mette in grande imbarazzo il posizionamento difensivo dei bianconeri. Come contro il Sion il Lugano si ritrova sotto 2-0, la reazione si limita però a una conclusione, cinque minuti più tardi, di Bottani, molto bella ma rintuzzata da Moreira. Anzi, con la squadra costretta a scoprirsi nel tentativo di rimonta, Mai e Saipi devono mettere una pezza ai tentativi di Kawabe e Dadashov in ripartenza.

Gli ospiti ritornano in partita a una decina di minuti dal termine grazie a un rigore assegnato dopo consultazione del Var per un fallo di mano probabilmente di Margreitter e trasformato da Celar che spiazza Moreira. La grossa occasione per il pareggio ce l’ha Haile-Selassie all’88’, ben imbeccato da Amoura, ma Moreira si oppone d’istinto. Tuttavia i cinque minuti di recupero assegnati dall’arbitro Horisberger si rivelano essere insufficienti per permettere al Lugano di pareggiare la contesa.

Gli uomini di Croci-Torti dovranno quindi tentare domenica prossima sul campo del neopromosso Winterthur di conquistare i primi punti stagionali.

Grasshopper - Lugano (1-0) 2-1
Reti: 12’ Kawabe 1-0, 47’ Kawabe 2-0, 79’ Celar (rigore) 2-1.
Grasshopper: Moreira; Loosli, Margreitter, Seko; Bolla, Abrashi, Ndenge (72’ Herc), Kawabe (90’ Shabani), Schmid (72’ De Carvalho); Morandi (72’ Pusic), Momoh (46’ Dadashov).
Lugano: Saipi; Durrer (58’ Arigoni), Mai, Ziegler; Mahou (58’ Amoura), Doumbia (72’ Mahmoud), Sabbatini, Valenzuela; Haile-Selassie, Bottani (72’ Bislimi); Celar.
Arbitro: Horisberger.
Note: 4’123 spettatori. Grasshopper privo di Hoxha, Jeong, Ribeiro, Stroscio (infortunati). Lugano privo di Daprelà (squalificato), Aliseda, Hajrizi, Facchinetti e Macek (infortunati). Ammonito: 91’ Dadashov. Al 43’ il Var annulla un gol al Lugano per fuorigioco di Celar.

Potrebbe interessarti anche
CALCIO
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
IL DOPOPARTITA
3 ore
L’Ambrì, il pessimo affare e la rabbia. ‘È ora di intervenire’
Le porte dello spogliatoio restano chiuse a lungo alla Gottardo Arena dopo la sconfitta col Losanna. Cereda: ‘Io ho detto poco, hanno parlato i giocatori’
il dopopartita
3 ore
Altra lezione allo Zugo grazie a ‘Due tempi ottimi e Schlegel’
Dopo il 6-1 rifilato in casa, i bianconeri fanno il bis imponendosi 4-1 alla Bossard Arena, grazie a una partenza a razzo. Morini: ‘Vittoria meritata’.
Hockey
5 ore
Lugano, prestazione convincente, Zugo annichilito
Quinta vittoria in sei incontri: i bianconeri confermano i progressi delle ultime settimane, vincendo 4-1
Qatar 2022
5 ore
Derby britannico all’Inghilterra
Troppo forte la squadra di Southgate per il Galles: agli ottavi, Kane e compagni troveranno l’Olanda
Hockey
5 ore
Il Losanna sbanca la Gottardo Arena
L’Ambrì recupera uno (sfortunato) doppio svantaggio, ma non basta per vincere: i vodesi vincono 3-2 e scavalcano i biancoblù in classifica
Qatar 2022
5 ore
Gli Usa battono l’Iran e conquistano gli ottavi di finale
Nello scontro diretto gli americani affronteranno l’Olanda, per l’Inghilterra c’è invece il Senegal
Qatar 2022
7 ore
Una corsa contro il tempo per Xherdan e Noah
A Doha si lavora per il recupero di Shaqiri e Okafor in vista della sfida alla Serbia di venerdì
biathlon
8 ore
Niklas Hartweg sul podio nella prima gara stagionale
Il 22enne elvetico conquista il secondo posto nella gara di Kontiolahti in Finlandia, battuto solo dalla svedese Martin Ponsiluoma
Qatar 2022
9 ore
Il Qatar perde anche la terza
Tutto facile per l’Olanda, che chiude la prima fase superando 2-0 i deludentissimi padroni di casa
Qatar 2022
9 ore
Senegal avanti con merito
Gli africani sconfiggono 2-1 un Ecuador troppo rinunciatario e accedono agli ottavi di finale
© Regiopress, All rights reserved