laRegione
CORIC B. (CRO)
1
NADAL R. (ESP)
0
2 set
(7-6 : 3-3)
per-massagno-e-lugano-e-questione-di-atteggiamento
BASKET
29.10.21 - 12:04
Aggiornamento: 14:50
di Dario ‘Mec’ Bernasconi

Per Massagno e Lugano è questione di atteggiamento

Impegni casalinghi per le ticinesi: i Tigers ospitano lo Swiss Central, mentre la Spinelli riceve il Monthey. Per entrambe, due punti da cogliere

Doppio impegno casalingo per Lugano e Massagno: domani i Tigers affrontano, all’Elvetico alle 17, lo Swiss Central, mentre domenica alle 16 la Spinelli ospita il Monthey.

I Tigers se la vedono con una “pari quota”, diciamo così, nell’ottica della classifica che comprende i piani inferiori. Swiss Central ha comunque vinto sinora due gare, contro Monthey e Boncourt: in quest’ultima gara, il quartetto Anderson, Phillips, Ngueyep e Leemans ha infilato 85 dei 99 punti segnati e gli stessi viaggiano a una media sopra i 15 punti a partita. Insomma, per essere una squadra che è stata costruita, come il Lugano, con mezzi risicati, la scelta dei giocatori è stata azzeccata. Per i bianconeri occorre una prestazione di continuità per pensare a una vittoria. Contro la Sam il suo primo quarto d’ora è stato di livello, per poi calare davanti allo strapotere massagnese. I lucernesi non hanno tale potenziale per cui, si entrasse in campo con la stessa determinazione, le cose potrebbero avere subito un indirizzo favorevole. Swiss Central ha subito oltre 30 punti di scarto contro Olympic e Ginevra e, come per i Tigers nel derby, sono logiche legate al potenziale. Occorre un Lugano capace di coinvolgere tutti e avere dai tre Usa quel supporto in attacco e soprattutto in difesa che è essenziale per vincere. Non vale più la scusa di preservarsi dai falli perché è sufficiente non farne di quelli stupidi e, come nel derby, con ridicole spinte a rimbalzo o blocchi in movimento. È in difesa che i bianconeri devono costruire la gara e l’atteggiamento dei giovani, al netto dell’inesperienza che è evidente nei cambi di direzione e di equilibrio nelle rotazioni, è sempre molto positivo. Ci sono due punti da cogliere e i tifosi, con libero accesso come domani a Massagno, non dovrebbero mancare.

Per la Spinelli che affronta il Monthey, dovrebbe essere una domenica non da trauma: il Monthey viaggia a una media di 65-80, il contrario della Spinelli che è a 82-65 di media. Una differenza non di poco conto che la dice lunga sul diverso potenziale delle due compagini. Per Gubitosa potrebbe essere un ulteriore test per verificare l’amalgama di un gruppo in crescendo, pur continuando a non avere tutti al suo servizio al cento per cento, come di due Mladjan (e scusate se è poco). Però i minutaggi larghi per la panchina, sempre che si possa chiamare panchinaro chi non entra nello starting five, possono diventare un’ulteriore ricchezza per la squadra. Essenziale, come sempre in queste sfide fra Davide e Golia, è l’atteggiamento mentale e su questo aspetto è bene insistere perché è il fondamento per arrivare al successo.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
basket lugano tigers monthey spinelli massagno swiss central
Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
atletica
5 ore
Ricky Petrucciani ‘vola’ all’argento
Splendido secondo posto sui 400 m dell’onsernonese agli Europei di Monaco di Baviera, con l’ottimo tempo di 45”03
nuoto
9 ore
Antonio Djakovic si regala l’argento nei 400 stile libero
Seconda medaglia individuale per lo zurighese, mentre Mityukov e Desplanches devono accontentarsi del quarto posto nei 100 dorso e nei 200 misti
Altri sport
9 ore
La Baviera è degli Stefan: festa svizzera a cronometro
Bissegger precede Küng in una gara memorabile
ciclismo
12 ore
Nairo Quintana squalificato a posteriori dal Tour
Il colombiano si vede togliere il sesto posto conquistato a luglio sulle strade francesi a causa di un irregolarità nell’utilizzo del tramadolo
ciclismo
12 ore
Marlen Reusser ripete il titolo continentale a cronometro
L’elvetica bissa a Monaco il successo dell’anno scorso di Trento, precedendo l’olandese Van Dijk
Hockey
13 ore
Goran Bezina si ritira a 42 anni
Il difensore vallesano dice basta dopo oltre mille partite giocate
Calcio
16 ore
Elon Musk vuole acquistare lo United, ma è solo uno scherzo
In un tweet il miliardario si era detto interessato, ma poco dopo ha smentito
Tennis
16 ore
Nuova sconfitta per Serena Williams
A Cincinnati l’americana eliminata dalla Raducanu
NUOTO
16 ore
Europei, Djakovic in finale dei 400 sl
Terzo tempo delle qualificazioni per il turgoviese, che precede anche Popovici
Altri sport
1 gior
Sfuma all’ultimo l’oro di Ehammer. E pure quello di Mujinga
L’appenzellese superato all’ultimo nel decathlon è costretto ad accontentarsi dell’argento. La bernese, invece, beffata al fotofinish da Lückenkemper
© Regiopress, All rights reserved