laRegione
S.Gallo
5
Losanna
0
fine
(3-0)
Young Boys
5
Lucerna
2
fine
(1-2)
Basilea
4
Zurigo
0
fine
(2-0)
Vaduz
1
Servette
3
fine
(1-1)
Lugano
3
Sion
1
2. tempo
(2-1)
a-uster-il-movimento-dimostra-di-essere-in-salute
Un'edizione da incorniciare per il ticinese (Keystone)
NUOTO
11.04.21 - 21:380
Aggiornamento : 22:07

A Uster il movimento dimostra di essere in salute

Nonostante la pandemia che ha sconvolto le vite di molti atleti, ottime nuove dai campionati nazionali. Anche per Noè Ponti e la delegazione ticinese

Non è ancora tempo dei bilanci definitivi, perché quelli si faranno se caso dopo le Olimpiadi di Tokyo di quest’estate, ma usciti dalla cinque giorni di gare dei campionati nazionali di Uster non credo sia un azzardo dire che il nuoto elvetico goda di ottima salute, anche dopo l’improvvisa apparizione della pandemia. Una pandemia che ha sconvolto le vite sportive di molti atleti, i quali hanno dovuto reinventare, insieme ai propri allenatori, pianificazioni e preparazioni, intensificando gli allenamenti “a secco” o altre varianti sostitutive all’acqua e alle vasche. E chissà che a qualcuno queste nuove tipologie di allenamento non abbiano giovato, permettendo di consolidare o migliorare aspetti fisici o tecnici che altrimenti sarebbero passati in secondo piano. Solo dopo l’estate si potranno tirare le somme. Intanto, ciò che emerge dagli “svizzeri in lunga” di Uster è innanzitutto un organizzazione encomiabile e un piano di protezione pienamente funzionante, migliorato e reso ancor più efficiente dopo alcuni malumori nati durante i campionati nazionali in vasca corta di novembre. Dal lato sportivo questa fondamentale tappa in vista dei campionati europei di Budapest del prossimo mese getta nuovo ottimismo sulla delegazione rossocrociata che parteciperà alla rassegna continentale. E questo non solo perché alla folta comitiva di quattordici selezionati si aggiungerà pure la venticinquenne Fanny Borer (prima nei 200 dorso in 2:14.44), ma soprattutto per il fatto che le stars del nuoto nazionale hanno in toto dimostrato di essere sulla strada giusta nella loro preparazione verso gli obiettivi dell’estate. A cominciare da Lisa Mamié che, dall’alto dei suoi otto podi, è stata l’atleta più medagliata del campionato. La ventitreenne zurighese si è facilmente imposta nelle tre prove della rana, la sua specialità, con tempi molto vicini ai suoi primati che l’anno scorso l’hanno avvicinata ai piani alti delle classifiche continentali. Ampio bottino anche per Maria Ugolkova, la quale ha ottenuto quattro titoli individuali (tra cui un convincente 2:12.35 nella duecento mista, nella quale è bronzo europeo in carica) e tre in staffetta, tra cui va assolutamente citato l’oro della 4 x 100 stile libero dove, coadiuvata da Lena Kreundl, hanno saputo recuperare un distacco di sei secondi accumulato a metà gara dalle rivali del Lancy Natation, terminando la gara in un nuovo primato nazionale di 3:48.55. Quattro ori anche per Nina Kost, che ha confermato le ottime prestazioni nuotate nel dorso quest’anno, migliorando il primato nazionale dei 100 dorso in 1:00.06.

A livello maschile sugli scudi Roman Mitykov, Antonio Djakovic e Noé Ponti. Per il ginevrino prestazioni convincenti tanto a livello individuale, con l’1:47.06 nuotato nei 200 stile libero e il nuovo record nazionale sui 100 dorso in 54.04, quanto a livello di squadra, col nuovo record della staffetta regina 4 x 200 stile libero (7:18.85 il tempo della sua Geneve Natation). Lo zurighese invece, che ha mancato il limite olimpico nei 400 crawl per quattro secondi, si potrà consolare grazie all’ottimo 1:46.78 dei 200 che, oltre a valergli il ticket per Tokyo l’ha reso anche il secondo svizzero della storia a superare la barriera degli 1:47. Un nuovo primato anche per il locarnese, nei 800 stile libero dove si è imposto in 8:06.64 e diverse solide prestazioni nel delfino, che rinvigoriscono un morale già alto. 23.55 nei 50, 51.70 nei 100 delle eliminatorie (riconfermando i limite olimpico) e 1:57.83 nei 200, suo secondo miglior crono di sempre, mancando di poco un nuovo record nazionale.

E gli altri ticinesi? Oltre alle cinque medaglie ottenute da Noé, la Nuoto Sport Locarno ha potuto gioire in altre sei occasioni. Innanzitutto il graditissimo ritorno di Sharon Marcoli ad alti livelli; un rientro col botto, visto che ha saputo subito imporsi in 4:27.92 nei 400 stile libero. Un oro (nei 1500 stile libero), un argento e un bronzo sono stati vinti da Paul Niederberger, il quale ha saputo anche ottenere a due riprese la qualificazione per i campionati europei giovanili di Roma del prossimo luglio. Un bronzo anche per il redivivo Igor Saric il quale, reduce dal servizio militare è riuscito a nuotare ancora su ottimi livelli nei 200 delfino, conclusi in 2:03.10. Di bronzo anche la staffetta 4 x 200 stile libero. Grande rammarico infine per il diciottenne Benjamin Pfeiffer (A-Club Savosa), al quale è sfuggito per un solo centesimo il titolo nazionale nei 50 dorso, conclusi in seconda piazza con un comunque ottimo 26.24. Per lui pure un bronzo nei 200 dorso.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
Calcio
23 ore
Il Chiasso ha una sola possibilità: vincere con 3 gol di scarto
Un pareggio sul campo dello Sciaffusa permette ai rossoblù di sperare fino all'ultimo nella salvezza. Che passa, però, da un successo rotondo sullo Xamax
BASKET
23 ore
La Sam vince anche il secondo derby ed è in semifinale
Ci vogliono due overtime all'Elvetico per decidere il quarto tra Spinelli e Lugano. Con i generosi Tigers che alla fine sono costretti alla resa
Hockey
1 gior
Dario Simion e la Svizzera stendono la Lettonia
Due gol del ticinese spianano la strada alla nazionale di Fischer nel penultimo test prima dei Mondiali. Poi si farà sul serio, con i rinforzi Nhl
Orientamento
1 gior
Elena Roos in scioltezza ai quarti di finale
Assieme alla ticinese, altri tredici svizzeri superano lo scoglio delle qualificazioni della Knockout a eliminazione degli Europei
Tennis
1 gior
A Ginevra, Federer inizia da Andujar o Thompson
Sulla terra battuta in riva al Lemano il renano sarà in campo nel tardo pomeriggio di martedì per il suo ottavo di finale
Pallavolo
1 gior
La Svizzera di van Hintum si guadagna gli Europei
Le rossocrociate battono l'Estonia e si assicurano l'accesso alla fase finale che andrà in scena in agosto
Hockey
1 gior
Per gli Zsc Lions, dalla Russia arriva Justin Azevedo
Lo Zurigo ingaggia (con contratto di due stagioni) il 33enne centro canadese, vincitore della Coppa Gagarin con il Kazan nel 2018
MOTOCICLISMO
1 gior
Lüthi delude ancora, Dupasquier invece no
Venerdì difficile per il bernese della Moto2, diciannovesimo dopo la prima giornata. In Moto3, invece, il friborghese è a sei decimi dal migliore
Formula 1
1 gior
Stavolta niente Turchia per la Formula 1. Per colpa del Covid
La difficile situazione sanitaria nel Paese costringe il Circus a rivedere i piani: il 27 giugno si correrà nuovamente in Austria, sull'asfalto di Spielberg
CALCIO
1 gior
‘Siamo lo specchio della nostra classifica, ma non molliamo’
Marco Degennaro spera in un colpo di coda del Sion a partire dalla sfida con il Lugano: ‘La squadra ci crede, dal pari con il Lucerna buone indicazioni’
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile