laRegione
il-prete-la-missione-la-carita-e-il-martirio
Newsletter
16.09.20 - 05:000

Il prete, la missione, la carità e il martirio

Don Roberto accoltellato a morte da uno dei migranti che stava aiutando a Como. A Bellinzona successo per il Galà. Nuovo caso di Covid nelle scuole ticinesi

Ucciso da chi stava cercando di aiutare. È successo a Don Roberto Malgesini, prete di strada a Como, impegnato ad assistere gli ultimi degli ultimi. E, tra questi, i migranti. È stato accoltellato più volte in piazza da uno di essi, un tunisino con foglio di via e con problemi psichici. Lui, l'assassino, dopo aver pugnalato il sacerdote, ha percorso i 400 metri e si è consegnato ai Carabinieri. "Don Roberto è un martire della carità", ha commentato il vescovo del capoluogo lariano.

Cambio di scena. A Bellinzona i fari (letteralmente, visto che si correva di sera) erano puntati sul Galà dei Castelli, dove la ticinese Ajla Del Ponte ha battuto la concorrenza sui 100 metri: semplicemente troppo forte. Bene anche Ricky Petrucciani nei 400 e Mattia Tajana nei 400 ostacoli. Per la gioia di tutti, organizzatori compresi.

Covid-19 per finire, anche se ne faremmo davvero a meno. Da segnalare il quarto caso nelle scuole post-obbligatorie ticinesi. Questa volta è toccato alla Commercio di Bellinzona, dove un'allieva è risultata positiva, con conseguente quarantena per i compagni che hanno pranzato con lei. Intanto i numeri in Svizzera rimangono a livelli di attenzione, con le ospedalizzazioni che ieri sono risultate particolarmente altre.

Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile