laRegione
Curiosità
24.08.18 - 14:440

Cannabis e schizofrenia fanno invecchiare il cervello

2,8 anni di invecchiamento prematuro per la marijuana, 4 per la schizofrenia: è quanto risulta da uno dei maggiori studi mai effettuati

L'uso di cannabis fa invecchiare prematuramente il cervello, analogamente ad altri disturbi come schizofrenia e disturbo bipolare. È quanto risulta da uno dei maggiori studi di neuroimmagine mai effettuati, che ha analizzato le scansioni cerebrali di 31'227 persone e ne ha predetto l'età dal flusso di sangue nel loro cervello.

Il cervello rappresenta solo il 2% della massa corporea, ma riceve fino al 20% del sangue pompato dal cuore e viene attraversato da circa 370 miglia di microvasi. Esistono prove del fatto che i problemi di questi microvasi precedono i cambiamenti nel tessuto cerebrale e nella cognizione, eppure la loro condizione è sotto-indagata per quanto riguarda l'invecchiamento cerebrale. Per il nuovo studio di neuroimaging funzionale, pubblicato sul Journal of Alzheimer's Disease, i ricercatori hanno analizzato i modelli di circolazione del sangue in 128 regioni del cervello usando la tomografia computerizzata a emissione di fotoni singoli. Dalle scansioni hanno determinato una "età stimata dal cervello" per ogni persona e calcolato l'invecchiamento accelerato come differenza tra età cronologica ed età stimata. Ne è emerso che l'invecchiamento cerebrale era legato alla modificazione del flusso sanguigno. Consumare cannabis era associato in media a 2,8 anni di invecchiamento prematuro, soffrire di schizofrenia a 4 anni, il disturbo bipolare a 1,6 anni e il Disturbo da Deficit di Attenzione a 1,4 anni.

Tags
cervello
invecchiamento
schizofrenia
cannabis
sangue
disturbo
TOP NEWS Curiosità
© Regiopress, All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile