laRegione
Ucraina
07.09.22 - 18:36
Aggiornamento: 21:32

A Zelensky il massimo riconoscimento del Parlamento europeo

Il premio dedicato allo scienziato e dissidente sovietico Andrej Dmitrievic Sacharov dunque torna alle origini e continua a guardare a est

Ats, a cura di Red.Web
a-zelensky-il-massimo-riconoscimento-del-parlamento-europeo
Keystone
Per il Nobel c’è tempo...

Siamo ancora nella fase delle nomine ma la partita per il premio Sacharov, il massimo riconoscimento assegnato dal Parlamento europeo a chi si distingue nella battaglia per il rispetto dei diritti umani, sembra già chiusa con la vittoria del presidente ucraino Volodymyr Zelensky. I primi a scoprire le proprie carte sono stati i deputati del gruppo del Partito popolare europeo che hanno annunciato che "il popolo ucraino e il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky" saranno il loro candidato ufficiale per il riconoscimento che verrà assegnato il 14 dicembre a Strasburgo durante la sessione plenaria.

Non si sbottonano ancora i socialisti, secondo gruppo all’Eurocamera, ma fonti interne parlano di una candidatura simile ma formulata diversamente per premiare "il popolo ucraino rappresentato dal suo presidente". Convergenza anche dal gruppo di Renew Europe, da cui fanno sapere che il dibattito interno volge verso la candidatura del "popolo ucraino" ma che non dovrebbero opporsi alla nomina del presidente Zelensky.

Il premio dedicato allo scienziato e dissidente sovietico Andrej Dmitrievic Sacharov dunque torna alle origini e continua a guardare a est. Nell’edizione passata infatti l’Eurocamera assegnò il premio al dissidente russo in prigione, Aleksey Navalny, ospitando il discorso emozionato della figlia Dasha Navalnaya che davanti all’aula auspicò un futuro nell’Ue per la Russia, provocando non poche smorfie tra gli eurodeputati dei Paesi dell’Est. Quest’anno invece il premio potrebbe andare a un altro protagonista della lotta al regime putiniano, Zelensky appunto, che dall’inizio del conflitto non ha mai lasciato il Paese ma che potrebbe fare un’eccezione, se il conflitto lo permetterà, per ritirare il premio. O almeno così auspicano gli eurodeputati del Ppe.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Estero
IRAN
1 ora
Teheran manda al patibolo e spara ai genitali
Un ragazzo che ha partecipato alle proteste antigovernative è stato mandato al patibolo. Intanto gli agenti colpiscono le donne mirando alle parti intime
Italia
1 gior
Evade dai domiciliari per ‘badare alle galline’, assolto
Vista la tenuità del fatto, il giudice ha chiuso un occhio, non senza ammonire l’83enne: ‘Mi raccomando, non esca più’
Perù
1 gior
Castillo scioglie il Parlamento, ‘è in atto un golpe’
L’annuncio è stato formulato alcune ore prima dell’inizio di una seduta del Parlamento in cui si sarebbe discussa la destituzione del presidente
Germania
1 gior
Volevano colpire il Bundestag, arrestati 25 terroristi
Tra gli attentatori, appartenenti tutti a un gruppo di estrema destra, anche un principe e un’ex deputata di AfD. Arresti anche in Italia e Austria
italia
1 gior
Giorgia Meloni è la settima donna più potente al mondo
Questo secondo la classifica di ‘Forbes’. Accanto a lei anche Ursula von der Leyen, Christine Lagarde, Kamala Harris e - simbolicamente - Mahsa Amini
Francia
1 gior
Obsolescenza programmata, dalla Francia una denuncia per Apple
Il colosso americano degli smartphone accusato di limitare le possibilità di riparazione delle sue apparecchiature
Francia
1 gior
La Francia risparmia Co2 e chiude tre tratte a corto raggio
Via libera da Bruxelle per la soppressione di collegamenti aerei Orly-Bordeaux, Orly-Nantes e Orly-Lione
Spagna
1 gior
Scontro tra due treni in Catalogna, 155 feriti
L’incidente è avvenuto presso la stazione di Montcada i Reixac-Manresa. Dove uno dei due convogli era fermo
Iran
1 gior
Ucciso mentre festeggia la sconfitta, arrestato capo polizia
Il 27enne, per strada ad acclamare il kappaò contro gli Stati Uniti, era stato freddato con un colpo alla testa
Argentina
1 gior
‘Meglio andare in prigione che essere una marionetta’
‘Non mi ricandiderò’. Così l’ex presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner dopo la lettura della sentenza di condanna a sei anni di prigione
© Regiopress, All rights reserved